UOMINI CHE ODIANO LE DONNE - CONTINUANO LE RICERCHE DEL CORPO DI YANA MALAUKO, LA 23ENNE UCRAINA UCCISA A MANTOVA DALL'EX COMPAGNO, IL 33ENNE MOLDAVO DUMITRU STRATAN - L'UOMO CONTINUA A NON RISPONDERE ALLE DOMANDE DEGLI INVESTIGATORI, MA NELLA SUA AUTO SONO STATE TROVATE TRACCE DI SANGUE E UNA PICCOLA VANGA - LA POLIZIA INDAGA SULLA POSSIBILITÀ CHE STRATAN SIA STATO AIUTATO DA UN COMPLICE PER OCCULTARE IL CADAVERE…

-

Condividi questo articolo


 

DUMITRU STRATAN DUMITRU STRATAN

Estratto dell'articolo di Andrea Galli per www.corriere.it

 

Sangue e una piccola vanga sulla Mercedes di Dumitru Stratan [...] Quella vanga, appunto di ridotte dimensioni e pertanto di un impatto contenuto, non avrebbe permesso di scavare una fossa per seppellire l’ex fidanzata Yana Malayko, uccisa tra le 2 e le 5 della notte di venerdì, e il cui corpo, nascosto nella periferica via Albana in un’area di campi, boschi, pozzi, torbiere e un lago, ancora non si trova, al quinto giorno ormai di ricerche [...].

 

Lui, Dumitru, [...] nell’interrogatorio di garanzia si è avvalso della facoltà di non rispondere e il legale Andrea Pongiluppi poggia sull’esclusione di premeditazione. Ma la Procura di Mantova ragiona sull’ipotesi opposta[...] .

 

yana malayko yana malayko

Di tre settimane fa l’annuncio di Yana, ucraina di Cernivci, assassinata nel suo appartamento a Castiglione delle Stiviere, d’interrompere la relazione, stanca com’era delle perpetue ubriacature di Stratan, emigrato con mamma Ana e sorella Cristina dalla Moldavia, e qui noto per l’inesistente voglia di lavorare. Difatti a 33 anni lo mantenevano i familiari, i quali comunque non si fidavano altrimenti Ana e Cristina, di 52 e 31 anni, non si sarebbero tenute la totalità delle quote del bar «Event coffee» che sorge alla base del condominio dell’omicidio.

 

RICERCHE YANA MALAYKO RICERCHE YANA MALAYKO

Omicidio consumato da Dumitru da solo a differenza, forse, delle azioni per liberarsi del cadavere. Con l’acquisizione di nuovi filmati delle telecamere e la stesura di una nuova ipotetica geografia percorsa in direzione di via Albana, gli investigatori esplorano la possibilità di un complice[...]. Il che non toglie l’orientamento già menzionato: che non ci sia stata sepoltura. Lo scenario non sarebbe stato «consentito» dai movimenti di Stratan attraverso le celle agganciate dal cellulare, poiché sarebbero serviti molti più minuti rispetto all’effettiva sua sosta nella zona.

YANA MALAYKO YANA MALAYKO

 

[...] Il padre di Yana ripete di non aver mai sentito racconti pregressi di violenze, e al contempo di paure della ragazza. La famiglia del killer coltivava però preoccupazioni. Cristina aveva spesso ospitato Yana, anche per proteggerla; ed è stata Cristina, l’altro giorno, a consegnare subito l’assassino con una chiamata ai carabinieri, dopo aver a sua volta ricevuto al telefono da Dumitru la confessione del delitto.

ARTICOLI CORRELATI

IL BAR DOVE LAVORAVANO YANA MALAYKO E DUMITRU STRATAN IL BAR DOVE LAVORAVANO YANA MALAYKO E DUMITRU STRATAN IL BAR DOVE LAVORAVANO YANA MALAYKO E DUMITRU STRATAN IL BAR DOVE LAVORAVANO YANA MALAYKO E DUMITRU STRATAN YANA MALAYKO YANA MALAYKO yana malayko yana malayko yana malayko yana malayko yana malayko yana malayko DUMITRU STRATAN DUMITRU STRATAN dumitru stratan dumitru stratan

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute