ZINNE DI DISTRAZIONE DI MASSA – SIPARIETTO HOT SUGLI SPALTI DEL PHOENIX OPEN IN ARIZONA: UNA DONNA, NEL TENTATIVO DI INCITARE I GOLFISTI, HA TIRATO FUORI LE TETTE ESPLOSIVE E LE HA AGITATE IN DIREZIONE DEL GREEN – LE URLA E GLI APPLAUSI DEL PUBBLICO HANNO FERMATO IL GIOCO E… - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

DAGONEWS

 

donna mostra il seno ai golfisti 7 donna mostra il seno ai golfisti 7

Momento hot sugli spalti del Waste Mangement Phoenix Open. Per incitare i golfisti una donna ha mostrato il suo seno esplosivo, richiamando l’attenzione del pubblico e degli sportivi sul green.

 

Come mostra un filmato la donna, si è tirata fuori il seno e ha iniziato ad agitarlo, facendo esplodere la tribuna: gli applausi e le urla hanno richiamato l’attenzione dei golfisti che hanno dovuto interrompere il gioco. «Più che un incitamento, sembrava una mossa per farli deconcentrare» ha commentato scherzando un testimone.

donna mostra il seno ai golfisti 5 donna mostra il seno ai golfisti 5

 

Il video della bravata è stato caricato sui social ed è diventato virale, raggiungendo oltre 600mila visualizzazioni.

donna mostra il seno ai golfisti 4 donna mostra il seno ai golfisti 4 donna mostra il seno ai golfisti 3 donna mostra il seno ai golfisti 3 donna mostra il seno ai golfisti 1 donna mostra il seno ai golfisti 1 donna mostra il seno ai golfisti 2 donna mostra il seno ai golfisti 2 donna mostra il seno ai golfisti 6 donna mostra il seno ai golfisti 6

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“IL TEST CHE TROVA GLI ANTICORPI NON È SUFFICIENTE PER ESCLUDERE UN ALTRO CONTAGIO” - ALBERTO MANTOVANI, DIRETTORE SCIENTIFICO DI HUMANITAS: “LA SARS DAVA AI GUARITI UN'IMMUNITÀ DI 2-3 ANNI E QUESTO VIRUS GLI È PARENTE. IL PROBLEMA È CHE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE CHE INCONTRA COVID-19 O NON SI AMMALA O LO FA IN MODO BLANDO: IN QUESTO CASO NON SAPPIAMO SE LA RISPOSTA IMMUNITARIA INDOTTA, DI CUI LA PRESENZA DI ANTICORPI È UNA SPIA, SIA DAVVERO PROTETTIVA O SE QUESTE PERSONE RISCHIANO UNA NUOVA INFEZIONE”