ACQUE AGITATE PER PAOLO BARELLI – IL DEPUTATO DI FORZA ITALIA È STATO DENUNCIATO ALLE AUTORITÀ SVIZZERE PER L’ACCORDO “SEGRETO” CHE HA ASSEGNATO SOLDI EXTRA ALLA FEDERNUOTO ITALIANA PER GLI EUROPEI DI ROMA: IL “CONTRATTO INTEGRATIVO” SAREBBE ARRIVATO “SENZA ALCUNA COMUNICAZIONE O AUTORIZZAZIONE DEL BUREAU DELLA LEGA EUROPEA”. PICCOLO PARTICOLARE: BARELLI AL MOMENTO DELLA FIRMA (MAGGIO 2021) ERA PRESIDENTE SIA DELLA FIN CHE DELLA LEN

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Vincenzo Bisbiglia per “il Fatto Quotidiano”

 

paolo barelli paolo barelli

Un accordo “segreto” per assegnare soldi extra dalla Len (Lega europea nuoto) alla Federnuoto italiana in vista degli europei di Roma, quando a capo delle due federazioni c’era la stessa persona: Paolo Barelli.

 

Un “contratto integrativo” arrivato, secondo i rappresentanti delle altre federazioni europee “senza alcuna comunicazione o autorizzazione del Bureau della Len”. Mentre l’italia fa incetta di medaglie alla manifestazione in corso alla piscina del Foro Italico di Roma (anche grazie al forfait di molti dei principali atleti europei, stanchi dopo i mondiali di giugno), sul deputato di Forza Italia e presidente da 22 anni della Fin cade una nuova tegola, accuse ovviamente tutte da verificare.

paolo barelli foto di bacco paolo barelli foto di bacco

 

Barelli è stato denunciato alle autorità svizzere (la Len ha sede a Nyon) per l’addendum agreement – che Il Fatto ha potuto visionare – firmato il 10 maggio 2021 da Barelli stesso in qualità di presidente della Len e da Antonello Panza, segretario generale della Fin (presieduta sempre da Barelli).

 

Il documento assegnava alla Fin da 500 mila a 1,5 milioni di euro a seconda del verificarsi di determinate condizioni dovute all’epidemia Covid. I fondi Len già concessi alla Fin con il contratto principale erano di 4,5 milioni. Al momento è in corso un contenzioso tra le parti.

 

malagò barelli malagò barelli

La circostanza sarebbe emersa nel 2022, con l’arrivo del nuovo presidente Len, il portoghese Antonio Da Silva, succeduto proprio a Barelli (sfiduciato a dicembre 2021). Fonti della Len spiegano che, conclusi gli europei di Roma, sarà valutata l’apertura di una procedura disciplinare nei confronti del presidente italiano. Contattato dal Fatto, Barelli non entra nel merito: “Si tratta di beghe di cortile nell’ambito della federazione europea. Ho già respinto tutto ai mittenti e chiarito nelle sedi opportune”, dice il deputato, in odore di ricandidatura sull’onda dello “tsunami azzurro” del Foro Italico.

paolo barelli foto mezzelani gmt212 paolo barelli foto mezzelani gmt212 spadafora barelli giorgetti spadafora barelli giorgetti PAOLO BARELLI PAOLO BARELLI annamaria bernini flavio tosi antonio tajani paolo barelli annamaria bernini flavio tosi antonio tajani paolo barelli

 

Condividi questo articolo

politica

MACRON E SCHOLZ HANNO NOSTALGIA DI DRAGHI – LA COPPIA NON BASTA, OCCORRE IL TRIANGOLO PER FRONTEGGIARE LA CRISI: MANCA MARIOPIO E IL SUO RUOLO DI CANALE DI MEDIAZIONE TRA EUROPA E USA –  IL MANDATO DI CHARLES MICHEL ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO EUROPEO SCADE A NOVEMBRE 2024. MA L'EMERGENZA E' ORA, E QUINDI LO TAMPINANO CON LUNGHE TELEFONATE CHIEDENDO CONSIGLI – LA PROPOSTA (SCARICA) DI BRETON-GENTILONI PER SEDARE I MAL DI PANCIA EUROPEI: “SE ANDIAMO AVANTI COSÌ, PRIMA O POI TUTTI DIRANNO CHE SULLE SANZIONI ALLA RUSSIA HA RAGIONE ORBAN...”

FINE DI UN’ERA - NON SOLO DI MAIO, TRA I DEPRESSI DAL NUOVO CORSO POLITICO C’È GIANNI LETTA - L’EMINENZA AZZURRINA, CACCIATO DAL “CERCHIO MAGICO” DELLA RONZULLI, HA AFFIDATO AGLI AMICI L’AMAREZZA PER LA FINE DEL RAPPORTO CON SILVIO BERLUSCONI: “QUEL CHE MI DISPIACE DI PIÙ È CHE NON GLI MANCO. E SE LO CHIAMO NEANCHE ME LO PASSANO…” - UNA VOLTA TUTTA ROMA, E MEZZA ITALIA, CHIEDEVA UDIENZA A GIANNI LETTA. OGGI È LUI AD ANDARE DA AMICI E CONFIDENTI PER SFOGARSI…

CHI È GIOVANBATTISTA FAZZOLARI – IL “GIANNI LETTA DELLA MELONI” È SUBITO FINITO NEL MIRINO DI IMPRENDITORI, MANAGER E LECCACULI VARI E AVARIATI CHE SMANIANO DI INCONTRARLO PER SALTARE SUL CARRO DELLA DUCETTA - TIPO TOSTO, PREPARATISSIMO, GRAN LAVORATORE E MOLTO RISERVATO: NON VA A CAFONALIZZARSI DA NESSUNA PARTE, ZERO PARTECIPAZIONI AI TALK, SI FA VIVO SOLO QUANDO AFFIANCA LA MELONI NEGLI INCONTRI IMPORTANTI - POTREBBE RICOPRIRE IL RUOLO DI SOTTOSEGRETARIO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO, INCARICO NEVRALGICO NELLA GESTIONE DEL POTERE, MA CHE TI SPREME H24. MA, DAVANTI A UNA ROGNA PIÙ GROSSA DELL’ALTRA, GIORGIA HA BISOGNO DI AVERLO ACCANTO ANCHE LEI H24…

LA PASSIONE SECONDO CONTE: LA FIDANZATA OLIVIA LO BACIA E LUI ABBRACCIA IL CANE – “CHI” PUBBLICA LE FOTO “RUBATE” DI PEPPINIELLO APPULO CON LA SEMPRE PIU' FILIFORME PALADINO A SPASSO PER ROMA - I DUE SI ACCOCCOLANO SU UNA PANCHINA E LEI NON RESISTE AL FASCINO DEL MASANIELLO IN POCHETTE, LO CINGE E SI AVVICINA PER UNA DOLCE EFFUSIONE - E COSA FA IL NOSTRO GENTILISSIMO PEPPINIELLO? NON SGUINZAGLIA LA LINGUA, CHIUDE LE LABBRA A CULO DI GALLINA E INFLIGGE UN BACETTO A STAMPO D'ALTRI TEMPI, DA UOMO DELICATISSIMO...