UN BATTITO D'ALA - IL VERDINIANO D'ANNA AVVERTE GENTILONI: "IL GOVERNO RISCHIA DI CADERE DA UN MOMENTO ALL'ALTRO, IL NUOVO PREMIER NON AVRA' VITA FACILE, NEL PD LO HANNO MALE INFORMATO SUI NUMERI IN SENATO" - SU MASSIMO GILETTI: "NON FACCIA IL MARTIRE, ALTRIMENTI GLI DANNO LA SCORTA"

Condividi questo articolo


 

Da www.radiocusanocampus.it

verdini d anna verdini d anna

 

Il senatore verdiniano Vincenzo D'Anna è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG, con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

 

Il verdiniano D'Anna ha mandato dei messaggi neanche troppo velati al neo Premier Gentiloni: "E' successo che avevamo chiesto un riconoscimento di tipo politico, con un ingresso nel Consiglio Dei Ministri, con almeno una presenza. Invece ci sono stati offerti solo posti di viceministro o sottosegretario.Abbiamo rifiutato perché mancava il riconoscimento politico. Noi siamo una forza parlamentare alla stregua degli altri, anzi in questi 17 mesi abbiamo dimostrato di essere tra i pochi a discutere di politica, senza pensare al sottobosco.

denis verdini vincenzo d anna denis verdini vincenzo d anna

 

Abbiamo appoggiato Renzi senza chiedere niente in cambio. Retroscenisti, malpensanti e maldicenti si sono dovuti ricredere. Oggi abbiamo dato una lezione politica, abbiamo preferito il decoro del riconoscimento politico al sottogoverno e al sottobosco. Ci poteva pure convenire avere 2 viceministri e 5 sottosegretari, ma sarebbero state le briciole del pasto, tanto vale stare fuori, niente avevamo prima, niente continuiamo ad avere".

d anna verdini d anna verdini

 

Su Renzi: "Renzi è come Omero, ogni tanto si addormenta. Lo snodo vero della vicenda nasce da una cattiva informazione sui numeri che ha la maggioranza al Senato. Un'informazione data a Gentiloni in maniera che non abbia potuto valutare concretamente i rischi cui va incontro. Ha un margine talmente esiguo al Senato, con la sinistra dem che vuole discutere provvedimento su provvedimento, è facile un poco per le assenze di ministri e sottosegretari, un poco per questa dicotomia tra la sinistra pd e la maggioranza pd, Gentiloni non avrà una vita facile al Senato.

verdini e i membri di ala verdini e i membri di ala

 

Probabilmente il Governo rischia di cadere da un momento all'altro e questo stato di precarietà può far comodo a molti all'interno del Pd, soprattutto a quelli che vogliono votare il più presto possibile. Con i nostri 18 voti Gentiloni sarebbe stato tranquillo, oggi invece non può farlo.  Questo è un governo che serve a Renzi per celebrare un congresso trionfale ed emarginare ancora di più la sinistra che gli è ostile all'interno del Partito".

GENTILONI RENZI MATTARELLA GENTILONI RENZI MATTARELLA

 

D'Anna poi è tornato a criticare il conduttore dell'Arena, Massimo Giletti: "Io non ce l'ho con Giletti, ma che ora faccia il martire mi pare esagerato. E' una delle tante espressioni del qualunquismo che vige nell'informazione. Non diventi l'emblema di questo, altrimenti fa la fine di Saviano, danno la scorta pure a lui. Va a caccia di facili applausi".

massimo giletti con antonio razzi massimo giletti con antonio razzi

 

Condividi questo articolo

politica

TRA I VOLTAGABBANA DEI NOSTRI TEMPI C’E’ ANCHE MASSIMO CACCIARI – OSPITE DI “OTTO E MEZZO”, DOPO I NUMEROSI ATTACCHI AL GOVERNO DRAGHI (ACCUSATO DI ESSERE IL GOVERNO SERVO DEGLI AMERICANI, DEL PENSIERO UNICO, FEROCE OPPRESSORE DELLE NOSTRE LIBERTÀ CON IL GREEN PASS), IL FILOSOFO SI E’ ILLUMINATO ALL’IMPROVVISO: “SENZA DRAGHI NOI NON STAREMMO MEGLIO, STAREMMO 10 MILIARDI DI VOLTE PEGGIO. SENZA DI LUI, L’EUROPA NON CI AVREBBE DATO I SOLDINI E BENE O MALE CI STA PARANDO DALLE VARIE EMERGENZE, PRIMA LA PANDEMIA E POI LA GUERRA” – CHISSA’ SE IL RAVVEDIMENTO OPEROSO DI CACCIARI SI DEVE ALLA DEFLAGRAZIONE DEL M5S A CUI HA TIRATO LA VOLATA NEGLI ULTIMI ANNI…

GRILLO CANCELLA CANCELLERI – IL SOTTOSEGRETARIO GRILLINO NON SARÀ CANDIDATO ALLE PRIMARIE IN SICILIA: IL TEMPO STA PER SCADERE E SENZA DEROGA AL LIMITE AI DUE MANDATI, NON PUÒ SCENDERE IN CAMPO. BEPPE-MAO NON HA INTENZIONE DI CEDERE E LE TRATTATIVE VANNO A OLTRANZA, MA ORMAI LO STESSO CANCELLERI HA CAPITO CHE DOVRÀ FARE PIPPA – L’ELEVATO HA LA MEMORIA LUNGA: “LO CONOSCIAMO, IN PASSATO MI HA ATTACCATO PIÙ VOLTE E IO LO AVEVO ACCOLTO COME UN FIGLIO. DELLA SUA RICANDIDATURA NON SE NE PARLA”

ALTRO CHE MALATTIA: IL VIAGGIO DI BERGOGLIO IN AFRICA È SALTATO PERCHÉ TROPPO PERICOLOSO! – FILIPPO DI GIACOMO: “QUANDO IL PONTEFICE PROGRAMMA UN VIAGGIO, PRIMA CHE LA NOTIZIA VENGA RESA PUBBLICA, I LUOGHI DA VISITARE VENGONO ISPEZIONATI DA UNA COMMISSIONE CHE INCLUDE ANCHE ESPERTI DELLA SICUREZZA. COSA HANNO VISTO DURANTE I LORO SOPRALLUOGHI? IL VIAGGIO, ANNUNCIATO A FINE MARZO E UFFICIALIZZATO A FINE MAGGIO, È STATO SEMPRE ACCOMPAGNATO DALLE NOTIZIE SULLA RIPRESA DELLE OSTILITÀ NELLA REGIONE. POI, SONO ARRIVATI I DOLORI ALLA GAMBA DEL PONTEFICE E LA REALTÀ HA RIAVUTO VOCE...”

POSTA! - CARO DAGO, IL CROLLO DEI VOTI A FAVORE DEI 5 STELLE È L'OVVIA CONSEGUENZA PER QUANTO DIMOSTRATO POLITICAMENTE (NULLA) IN QUESTI ANNI DALL'AVVENTO AL POTERE. LA COSA PREOCCUPANTE È CHE ESSENDO, IL MOVIMENTO, L'ESPRESSIONE DEL CITTADINO COMUNE VUOL DIRE CHE MEDIAMENTE SAPPIAMO TANTO PARLARE MA NULLA FARE. SAI CHE ALLEGRIA! - LA PRESIDENTE DELLA BCE, CHRISTINE LAGARDE: "NON CREDO CHE TORNEREMO A UNA SITUAZIONE DI BASSA INFLAZIONE". È LA STESSA SIGNORA CHE NEL 2021 DICEVA "INFLAZIONE TRANSITORIA, SCENDERÀ NEL 2022"?