BOSCHI IN FIAMME - ALTRO CHE LE TRIVELLE, LA "MADONNONA" TEME L’AFFAIRE BANCA ETRURIA: "SU MIO PADRE NON E’ FINITA. E’ SCONTATO CHE CI SARA’ UN’AZIONE DI RESPONSABILITA’. MA QUESTO NON RIGUARDA LA MIA ATTIVITA’" (TRADOTTO: NON SI DIMETTE) - SULLA GUIDI: "NON RICORDO SUOI INTERESSI PARTICOLARI PER L'EMENDAMENTO" - - -

La Boschi a “Porta a Porta” parla del caso trivelle: "Ho chiarito tutto ma se i magistrati hanno altro da chiedere sanno dove trovarmi». Sull'emendamento: «Nessun blitz, quella proposta discussa e votata in Parlamento» - Le mozioni di sfiducia? Un appuntamento fisso. Il mercoledì c’è la Champions, il giovedì la fiducia”...

Condividi questo articolo

BOSCHI 2 BOSCHI 2

Marco Gorra per “Libero Quotidiano”

 

Arriva puntualissima. La berlina grigia coi vetri oscurati varca il cancello della sede Rai di via Teulada quando mancano pochi minuti alla 18: Maria Elena Boschi scende e, salutati con grazia gli astanti, si incammina verso lo studio di Porta a Porta, dove di lì a poco è in programma la registrazione dell' intervista officiata dal padrone di casa Bruno Vespa.
 

La quale intervista viene affrontata con consumata abilità: seduta sulla mitologica poltroncina bianca e senza smettere di sorridere nemmeno durante la pausa pubblicitaria, la ministra snocciola quel che c' è da snocciolare circa il caso trivelle. Sul faccia a faccia coi magistrati:

 

«La mia audizione è durata una decina di minuti, ho chiarito tutto ma se hanno altro da chiedere sanno dove trovarmi». Sul famoso emendamento: «Nessun blitz notturno, quella proposta è stata discussa e votata in Parlamento».

Le ministre Federica Guidi e Maria Elena Boschi alla Camera Le ministre Federica Guidi e Maria Elena Boschi alla Camera

 

Sul ruolo della ormai ex collega Federica Guidi: «Non ricordo alcun suo interesse particolare per l' emendamento». Sulla sua comparsa nella celebre intercettazione: «Io vengo citata per il mio ruolo: è il mio lavoro verificare gli emendamenti, in particolare quelli del governo».

 

Sulla filosofia dell' esecutivo: «Il governo aveva l' interesse per i cittadini, un interesse generale nello sbloccare quella norma perchè il governo riteneva che l' investimento andasse sbloccato. Non c' è alcun interesse di qualche altro tipo».
 

PIER LUIGI BOSCHI PIER LUIGI BOSCHI

Al di là dei contenuti, quello che colpisce nella versione di Maria Elena è la grande attenzione a non avventurarsi per campi minati: nessun attacco alla magistratura, nessun cedimento alla linea del grande complotto delle forze oscure (qui correggendo implicitamente la non felicissima uscita dell' altro giorno circa «i poteri forti contro di noi»), nessuna animosità persino nei confronti della minoranza del Pd. La lezione dell' intemerata del giorno prima di Matteo Renzi e del suo effetto boomerang, d' altronde, è ancora fresca.
 

FEDERICA GUIDI MARIA ELENA BOSCHI MATTEO RENZI FEDERICA GUIDI MARIA ELENA BOSCHI MATTEO RENZI

Se sul versante petrolifero la ministra delle Riforme dà mostra di non aspettarsi problemi almeno nell' immediato, lo stesso non può dirsi per l' altro punto di sofferenza, quello relativo al pasticcio bancario ed alle relative implicazioni familiari. «Immagino», afferma, «che la posizione processuale di mio padre avrà un' evoluzione. Immagino ci sarà un' azione di responsabilità, lo do per scontato».
 

Quali che dovessero essere le future magagne del genitore, tuttavia, viene messo subito in chiaro che non avranno ripercussioni sulla carriera della figlia: «Io credo», scandisce la Boschi, «di dover rispondere del mio operato e del mio lavoro in Parlamento e penso di aver dimostrato di aver fatto del mio meglio, soprattutto con grande onestà».

BOSCHI 1 BOSCHI 1

 

Tradotto: venga quel che venga a mio padre, inclusi il rinvio a giudizio o addirittura la condanna, io non mi dimetto. Le trivelle sono un problema fino ad un certo punto, ma è sulle banche che lei rischia di più. E questo Maria Elena lo sa benissimo.

BOSCHI BOSCHI pier luigi boschi pier luigi boschi FEDERICA GUIDI E MARIA ELENA BOSCHI FEDERICA GUIDI E MARIA ELENA BOSCHI

 

 

Condividi questo articolo

politica

ROMA SPIA! - L’EX SHOWGIRL FRANCESCA LODO È RIUSCITA A FARE OSCURARE DA WIKIPEDIA LA SUA PAGINA PERSONALE PERCHÉ RIPORTAVA NOTIZIE A LEI SGRADITE. PECCATO CHE SU UN CERTO SITO... - COME MAI IL CAPITONE HA SMESSO DI INDOSSARE LE UNIFORMI DELLA POLIZIA? CHI È IL POTENTE SUGGERITORE CHE GLI HA CONSIGLIATO UN CAMBIO LOOK? - LA PASSIONE DI LOTTI PER LE SALETTE RISERVATE? CHIEDETE AD ALFREDO, EX MAGGIORDOMO DI SILVIO - SASSOLI COME INSINUANO I MALIGNI E' ANCORA IN ASPETTATIVA RAI? - VENDOLA CON PUPO ALLA CAMERA, ALITALIA IN CRISI MA SPONSORIZZA, BOCELLI DIPLOMATICO