BOSCHI DA SEGARE - A 10 GIORNI DALLE POLITICHE, IL PD ALTOATESINO SI SPACCA: 14 ESPONENTI HANNO ANNUNCIATO LA LORO USCITA DAL PD - IN UNA CONFERENZA STAMPA È STATA CRITICATA LA “CANDIDATURA IMPOSTA DALL’ALTO” DI GIANCLAUDIO BRESSA E MARIA ELENA BOSCHI NEL COLLEGIO BOLZANO-BASSA ATESINA

-

Condividi questo articolo


https://www.ladige.it/territori/alto-adige-s-dtirol/2018/02/21/pd-si-spacca-14-escono-10-giorni-elezioni

 

 

boschi in Alto Adige boschi in Alto Adige

A 10 giorni dalle politiche, il Pd altoatesino si spacca: 14 esponenti, espressione della minoranza che fa riferimento al presidente del consiglio provinciale Roberto Bizzo hanno annunciato la loro uscita dal Pd. Tra i dissidenti l’assessora bolzanina Monica Franch, l’assessore del comune di Ora Luigi Tava, l’attuale consigliere comunale Mauro Randi e Miriam Canestrini, membro della segreteria provinciale.

 

In una conferenza stampa è stata criticata la «candidatura imposta dall’alto» di Gianclaudio Bressa e Maria Elena Boschi nel collegio Bolzano-Bassa Atesina.

RENZI BOSCHI ELEZIONI RENZI BOSCHI ELEZIONI

 

«Lascio il partito - ha detto Randi - per coerenza. Nonostante l’impegno del segretario provinciale Alessandro Huber ci siamo trovati due candidature paracadutate. È una questione di metodo. Sono venuti meno i principi del confronto e del cambiamento per i quali all’epoca ho aderito al Pd». La minoranza ormai ex Pd ha contestato inoltre l’esclusione della deputata uscente Luisa Gnecchi dalle recenti decisioni.

BOSCHI DEL TRENTINO BOSCHI DEL TRENTINO BOSCHI CAMPIGLIO BOSCHI CAMPIGLIO MARIA ELENA BOSCHI MARIA ELENA BOSCHI

 

Condividi questo articolo

politica

FERMI TUTTI! ECCO PERCHÉ MARCO MANCINI INCONTRA MATTEO RENZI ALL'AUTOGRILL DI FIANO ROMANO IL 23 DICEMBRE 2020 - OVVIAMENTE L'AGENTE DEI SERVIZI CHIEDE UN "SOSTEGNO" PER DIVENTARE VICEDIRETTORE DELL'AISE. CURIOSA LA SECONDA RICHIESTA: PROVA A CONVINCERE RENZI A NON FAR CADERE IL GOVERNO CONTE-BIS - IPOTESI: LO 007 AVREBBE PROVATO A FERMARE LA CADUTA DEL GOVERNO COSÌ DA POTERSI PRESENTARE DA CONTE E VECCHIONE, CON UN SUCCESSO PERSONALE, CON CUI RECLAMARE LA TANTO AGOGNATA PROMOZIONE - LA DENUNCIA-QUERELA CONTRO IGNOTI DI RENZI PER IL VIDEO DELL'AUTOGRILL

IL MR. WOLF DI CONTE - RITRATTO DI MARIO TURCO, IL BRACCIO DESTRO E SINISTRO DI “GIUSEPPI”: SUI SOCIAL È TUTT’ALTRO CHE UNA STAR E LA SUA SCALATA POLITICA È AVVENUTA IN SILENZIO. CON IL GOVERNO GIALLOVERDE, È RIMASTO MOLTO IN DISPARTE. SI SENTIVA A DISAGIO CON LE POSIZIONI BARRICADERE DEI PARLAMENTARI PUGLIESI E LE LORO BATTAGLIE (NO TAP, XYLELLA, ILVA, ACQUEDOTTO PUGLIESE) – IL SALTO DI QUALITÀ È AVVENUTO CON IL CONTE 2 E L’INCARICO DI SOTTOSEGRETARIO. E IN FUTURO? POTREBBE PUNTARE ALLA CANDIDATURA A SINDACO DI TARANTO. A MENO CHE…