CACICCHI, MEZZI CACICCHI E QUAQUARAQUÀ – A “UN GIORNO DA PECORA” MASTELLA SBERTUCCIA I "CACICCHI" DEL PD: “LO SONO MICHELE EMILIANO E VLADIMIRO CRISAFULLI, NE HO VISTI TANTI CHE LA SCHLEIN L’HANNO SOSTENUTA. ORLANDO HA TIRATO LA VOLATA ALLA NUOVA SEGRETARIA. FRANCESCHINI? È LÌ DA TANTI ANNI, È UN MEZZO CACICCO” – IL CEPPALLONICO PENSA GIÀ ALLE REGIONALI IN CAMPANIA: “BIDEN HA CINQUE PIÙ DI ME E SI VUOLE RICANDIDARE, PERCHÉ IO NON POTREI CANDIDARMI ALLA REGIONE?” - LA SFIDA CON DE LUCA - VIDEO!

-

Condividi questo articolo


 

Da “Un Giorno da Pecora” – Rai Radio1

 

clemente mastella un giorno da pecora 1 clemente mastella un giorno da pecora 1

Chi sono i cacicchi del Pd? “Questa è una terminologia già usata in passato, è una grammatica tipicamente del Pd, di sinistra, ideologizzata. Io però ho visto tanti cacicchi che la Schlein l’hanno sostenuta, quindi forse sarà un problema. Anche se è vero che quando si diventa papi non ti importa più dei cardinali…” Così a Rai Radio1, ospite a Un Giorno da Pecora, il sindaco di Benevento Clemente Mastella, intervistato da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

 

Secondo lei alcuni ‘cacicchi’ avrebbero tirato la volata a Schlein? “Accipicchia, certo che si. Orlando ad esempio, mica è un ragazzino lui”.  Esser cacicco è una questione di età? “E’ una questione di voti, di amicizie, di storia”. E Franceschini? “E’ li da tanti anni, ma lo conosco da tanti anni. Diciamo che è un mezzo cacicco va…”

clemente mastella un giorno da pecora 3 clemente mastella un giorno da pecora 3

 

Chi è il maggior ‘cacicco’ allora? “Ora vogliono mettere addosso l’etichetta di maggiore cacicco a De Luca, ma secondo me ce ne sono tanti - ha detto Mastella a Rai Radio1 - è ingiusto prendersela solo con lui. Ad esempio anche Emiliano lo è, così come Crisafulli”.

 

Io candidato a guidare la Campania? "Sono felicemente sposato con la mia comunità, faccio il sindaco di Benevento, però mai dire mai, vediamo. Biden ha cinque o sei anni più di me e si vuole ricandidare a guidare gli Stati Uniti, perché io non potrei candidarmi alla Regione?” Così a Rai Radio1, ospite a Un Giorno da Pecora, il sindaco di Benevento Clemente Mastella, intervistato da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

elly schlein elly schlein

 

Il terzo mandato a De Luca? Deve decidere il popolo, i sindaci non possono avere il terzo mandato e i governatori si, mi sembra un po’ strano”. Se si candidasse l’attuale presidente della Campania, lei forse non avrebbe la forza per batterlo. “E chi lo ha detto? Prima del Covid, nei sondaggi, io vincevo contro De Luca”.

ELLY SCHLEIN ELLY SCHLEIN

 

Se si candidasse potrebbe battere anche De Luca? “Certo – ha affermato Mastella a Un Giorno da Pecora – se mi candido lo faccio per vincere. Chissà, magari mi candido io e non lui”.

andrea orlando andrea orlando DARIO FRANCESCHINI ELLY SCHLEIN GATTOPARDO MEME BY SARX88 DARIO FRANCESCHINI ELLY SCHLEIN GATTOPARDO MEME BY SARX88

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH – IL VERO GRANDE SCONFITTO DELLE AMMINISTRATIVE È…GENNARO SANGIULIANO! EIKE SCHMIDT, A FIRENZE, E FABIO ROMITO A BARI, SONO STATI CANDIDATI, SPONSORIZZATI E SOSTENUTI STRENUAMENTE DA “GENNY”. LA DISCESA IN CAMPO DEL CRUCCO È STATO UNA SUA IDEA, INSIEME A QUEL FENOMENO DI DONZELLI - NELLA CITTÀ PUGLIESE, AVEVA ADDIRITTURA PROMESSO CHE SAREBBE DIVENTATO ASSESSORE IN CASO DI VITTORIA DI ROMITO. ED È ANDATO PIÙ VOLTE SIA A BARI CHE A FIRENZE. RISULTATO? HANNO PERSO MALAMENTE ENTRAMBI…

DAGOREPORT – GRANDE È LA CONFUSIONE SOTTO IL CIELO DI BRUXELLES: O IL QUINTETTO AL COMANDO, FORMATO DA MACRON, SCHOLZ, TUSK, SANCHEZ E MITSOTAKIS, TROVA UN ACCORDO IL 28 GIUGNO O SALTA TUTTO - IL BALLO DI SAN VITO SI GIOCA SUL NOME DI URSULA VON DER LEYEN. INVISA A UNA PARTE DEL PPE, CORRE IL RISCHIO DI ESSERE AFFONDATA DAL VOTO SEGRETO DEL PARLAMENTO - URGE AGGIUNGERE UN POSTO A TAVOLA. E QUI IL PPE SI SPACCA: ALLA CORRENTE DI WEBER, CHE VORREBBE IMBARCARE IL GRUPPO ECR GUIDATO DALLA REGINA DI COATTONIA, SI CONTRAPPONE LA CORRENTE DI TUSK. IL LEADER POLACCO CONTA IL MAGGIOR NUMERO DI PARLAMENTARI NEL PPE E ACCETTEREBBE SOLO I FRATELLI D’ITALIA. E PER MAGGIOR TRANQUILLITÀ, ANCHE I VOTI DEI VERDI, MA GIORGIONA NON CI STA - IL GUAZZABUGLIO SI INGROSSERÀ DOMANI, LUNEDÌ, CON L’INCONTRO DI UN IMBUFALITO ORBAN CON LA DUCETTA, REA DI AVER ARRUOLATO I RUMENI ANTI UNGHERESI DI AUR, E PRONTO A SALIRE SUL CARRO DI MARINE LE PEN - ALLA EVITA PERON DELLA GARBATELLA, CHE RISCHIA L’IRRILEVANZA POLITICA NELL’UNIONE EUROPEA, NON RESTA ALTRO CHE FAR SALTARE IL BANCO DEL 28 GIUGNO…