CAMPANIA A MORTO - DA OGGI STOP AI RICOVERI PROGRAMMATI NEGLI OSPEDALI, AD ECCEZIONE DI QUELLI URGENTI E ONCOLOGICI. DI FATTO SI SOSPENDE LA SANITÀ PER TUTTO L'INVERNO - UN GRUPPO DI GENITORI IMPUGNA L'ORDINANZA DI DE LUCA SULLE SCUOLE, APERTE PRATICAMENTE SOLO PER TRE SETTIMANE. IL TAR CHIEDE ALLA REGIONE I DATI SUI CONTAGI NEGLI ISTITUTI CHE DOVREBBERO ESSERE ALLA BASE DELLA SCELTA (LO SONO?)

-

Condividi questo articolo

 

COVID: CAMPANIA; DA OGGI STOP AI RICOVERI PROGRAMMATI

vincenzo de luca vincenzo de luca

 (ANSA) - In Campania a causa dell'aumento dei contagi da covid sono sospesi da oggi i ricoveri programmati sia medici che chirurgici nelle strutture ospedaliere pubbliche; analogo provvedimento è stato deciso dall'Unità di Crisi regionale per le attività ambulatoriali negli enti del Servizio sanitario nazionale (ad eccezione di quelle urgenti, nonchè di quelle di dialisi, di radioterapia e oncologiche-chemioterapiche). La nota dell'Unità, di Crisi è stata inviata ai direttori generali delle Asl, delle Aziende ospedaliere, delle Aziende ospedaliere universitarie, dell'Istituto per i tumori 'Pascale'. E' possibile effettuare solo ricoveri con carattere d'urgenza 'non differibili' e la sospensione è valida per tutti i ricoveri programmati ad eccezione di quelli per pazienti oncologici.

 

COVID: FINISCE AL TAR ORDINANZA DE LUCA SU STOP SCUOLE

 (ANSA) - Finisce davanti al Tar l'ordinanza regionale con la quale De Luca ha chiuso le scuole in Campania fino al 30 ottobre. Un gruppo di cittadini ha presentato ricorso d'urgenza contro il provvedimento del presidente della Giunta regionale rivolgendosi al Tribunale amministrativo, rappresentati dagli avvocati Felice Laudadio e Alberto Saggiomo. Con il ricorso viene impugnata la parte dell'ordinanza, la numero 79, la quale dispone che "con decorrenza dal 16 ottobre 2020 e fino al 30 ottobre 2020", "in tutte le scuole dell'infanzia sono sospese l'attivita didattica ed educativa, incompatibile con lo svolgimento da remoto; nelle scuole primarie e secondarie sono sospese le attivita didattiche ed educative in presenza".

ospedale cotugno napoli 2 ospedale cotugno napoli 2

 

Il ricorso viene motivato con il "danno grave e irreparabile" dovuto alla "lesione del diritto all'istruzione degli stessi figli". Il Tar Campania si è però riservato la decisione, rimandando la pronuncia, chiedendo alla Regione Campania di fornire una integrazione di documentazione relativa ai dati sui contagi in ambito scolastico che hanno determinato l'ordinanza regionale di chiusura delle scuole. "Ai fini della decisione sull'istanza cautelare - si legge nel decreto del Tar Campania, Sezione Quinta - ordina alla Regione Campania gli incombenti di cui in motivazione nei termini ivi indicati".

 

Condividi questo articolo

politica