IL CASO EMMA BONINO: UNA STORIA POLITICA INCREDIBILE, ANCHE PER IL NUMERO DI BATTAGLIE ELETTORALI PERSE. CHE POCHI CONOSCONO - SOLO NELL’ULTIMO DECENNIO, EMMA SI È CANDIDATA AL PARLAMENTO EUROPEO NEL 2009 (ZERO ELETTI), ALLA REGIONE LAZIO NEL 2010 (SCONFITTA DALLA POLVERINI) E NEL 2013 (310 PREFERENZE IN TUTTA LA PROVINCIA DI ROMA) - SEMPRE NEL 2013 CORSE IN BASILICATA: 13 VOTI A MATERA - ORA RIENTRERÀ IN PARLAMENTO GRAZIE A RENZI E TABACCI

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

 

emma bonino emma bonino

Emma Bonino è in alto nei sondaggi. Non la sua lista, che arranca faticosamente, ma lei in persona: certo il pubblico ha simpatia umana per la vicenda della sua malattia, e perché molti la considerano una donna politica battagliera, entrata in Parlamento nel 1976, quarantadue anni fa.

 

Una storia politica che ha dell'incredibile, quanto a battaglie elettorali perse. Se la Bonino ha occupato un sacco di posti di potere (Commissario Europeo a Bruxelles, su nomina del governo Berlusconi , Ministro del Commercio Estero e Europa nel governo Prodi, Ministro degli Esteri nel governo Letta, vicePresidente del Senato, etc), oggi rientrerà in Parlamento, a 70 anni, grazie all'accordo col Partito Democratico renziano.

 

Pochissimi conoscono la vera e propria frenesia elettorale della Bonino.

emma bonino emma bonino

 

Per limitarci all'ultimo decennio (mentre era Senatrice in carica), Emma si è candidata al Parlamento Europeo nel 2009, Lista PannellaBonino. Zero eletti (con un buon score della Bonino, nativa di Bra, nel cuneese, nella Circoscrizione del Nord-Ovest: 72.000 preferenze), e fiasco.

 

Nel febbraio del 2010 si candida, col centro-sinistra, a Presidente della Regione Lazio. Viene battuta da Renata Polverini. La Polverini è travolta dallo scandalo di Batman Fiorito e altri personaggi, ed è costretta a dimettersi. La Bonino torna alla carica nelle successive elezioni regionali anticipate (febbraio 2013). Stavolta corre con la Lista Amnistia Giustizia Libertà . Altro fiasco (la Bonino raccoglie qualcosa come 310 preferenze nell'intera provincia di Roma, e 53 voti in Ciociaria, ovvero nella provincia di Frosinone).

emma bonino al seggio elezioni regionali emma bonino al seggio elezioni regionali

 

Non sazia, Emma si candida nel novembre successivo alle elezioni regionali... della Basilicata. La Lista della Rosa nel Pugno, con lo storico simbolo radicale, non elegge nessuno. In compenso, qualcuno si ricorda, in Lucania, della Bonino, che raccoglie la bellezza di 28 preferenze nell'intera provincia di Potenza, e 13 nella provincia di Matera.

 

Nelle elezioni del prossimo marzo, la Bonino è blindatissima in vari collegi del Senato. La sua lista (+Europa) non ha dovuto raccogliere le firme (si è alleata con il giovincello democristiano Tabacci, che se lo può permettere, grazie al poderoso risultato raccolto 5 anni fa : 0,4% dei voti popolari).

EMMA BONINO EMMA BONINO IGNAZIO MARINO EMMA BONINO IGNAZIO MARINO EMMA BONINO COMITATO EMMA BONINO PRESIDENTE COMITATO EMMA BONINO PRESIDENTE GIANNI LETTA EMMA BONINO GIANNI LETTA EMMA BONINO COMITATO EMMA BONINO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA COMITATO EMMA BONINO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA TATUAGGIO EMMA BONINO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA TATUAGGIO EMMA BONINO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA emma bonino (2) emma bonino (2) Emma Bonino e Flavio Zanonato Emma Bonino e Flavio Zanonato Renata Polverini e Emma Bonino Renata Polverini e Emma Bonino

 

La frenesia elettorale continua ...

_

 

Condividi questo articolo

politica

''MI SENTIVO INADEGUATO CON LE DONNE, VOLEVO SUICIDARMI''. MASSIMO TARTAGLIA, L'UOMO CHE LANCIÒ UN DUOMO IN FACCIA A BERLUSCONI: ''LUI AVEVA TUTTO, DONNE, SOLDI, POTERE, FAMA, E CHE IN CAMPAGNA ELETTORALE CI AVEVA DATO DEI COGLIONI. MA CON ME È STATO UN SIGNORE PERCHÉ… - STO SCRIVENDO UN LIBRO, INIZIATO CON UNA DONNA CONOSCIUTA SU MEETIC''. LA FIDANZATA RUSSA (SCAPPATA CON UN ALTRO), LA VITA A CASA COI GENITORI, E LA RIVELAZIONE: ''QUELLA CONTRO SILVIO FU LA SECONDA CAZZATA DELLA MIA VITA''