CHIUDETE LE CASELLE DI POSTA ELETTRONICA: C’È UNA NUOVA “ENEWS” DI RENZI! – MATTEUCCIO NON DEMORDE E INSISTE CON LA RIAPERTURA SCONSIGLIATA DA TUTTI GLI ESPERTI: “OGNI SETTIMANA DI BLOCCO COSTA PIÙ DI 10 MILIARDI. LE AZIENDE SICURE POSSONO RIPARTIRE, ANCHE PRIMA DI PASQUA. DAL 14 APRILE PRIME USCITE DI CASA. CHI HA AVUTO IL COVID CIRCOLI LIBERAMENTE” – “ORBAN? FACCIAMO UNO SCAMBIO: FUROI L’UNGHERIA DEI SOVRANISTI, DENTRO L’ALBANIA DELA SOLIDARIETÀ”

-

Condividi questo articolo

 

 

Coronavirus, Renzi: Insisto senza tregua: Pensare a riaprire aziende sicure

MATTEO RENZI DA VESPA MATTEO RENZI DA VESPA

Roma, 31 mar. (LaPresse) - "Ogni settimana che stiamo fermi costa lo 0.75% del PIL, secondo Confindustria. Sono più di 10 miliardi a settimana. E ogni settimana di blocco si avvicina il sogno di Beppe Grillo del reddito universale per tutti: io invece penso che sia giusto dare lavoro, non assistenzialismo". Lo scrive il leader di Italia Viva Matteo Renzi nella sua enews. "Ecco perché avanzo dieci idee concrete sul COME ripartire - aggiunge - Perché per me la politica è proposta coraggiosa, non sondaggismo esasperato.

 

Mi critichino pure, ma almeno si confrontino sulle idee!". "Le aziende che hanno mascherine, protezioni e rispettano le distanze sociali possono ripartire, anche prima di Pasqua se sono pronte. Se rispettano le regole, ovviamente. E se hanno tutti i dispositivi. Tra queste aziende mi piacerebbe tanto che riaprissero le librerie, vere e proprie farmacie dell’anima. Se proprio non vogliono prima di Pasqua, almeno subito dopo", dice Renzi nella prima proposta del suo "decalogo per ripartire" . "Quando sabato è uscita l’intervista su "Avvenire" in molti mi hanno attaccato. Molti, moltissimi.

 

matteo renzi 10 matteo renzi 10

Ma, in appena 48 ore, l’esigenza di riflettere sul dopo ha iniziato a farsi strada. Io che non ho paura di andare controcorrente, insisto. E continuo a ribadire senza tregua", insiste.

 

TOP Coronavirus, Renzi: Da 14 aprile prime uscite da casa, over 70 più tardi

Roma, 31 mar. (LaPresse) - "La riapertura e l’uscita dalle case deve avvenire nei giorni successivi alla Pasqua, magari il 14 aprile che è il martedì successivo alla Pasquetta. I bambini devono avere un’ora d’aria da subito (firma anche tu la petizione proposta da due nostri giovani parlamentari, Marco Di Maio e Sara Moretto, che hanno ripreso un'idea lanciata dalla Ministra Elena Bonetti). Le persone con più di 70 anni dovranno uscire due settimane più tardi. Non faremo Pasqua con i nonni, ovviamente. A tutela dei nonni stessi, non per cattiveria, sia chiaro". Lo scrive il leader di Italia Viva Matteo Renzi nella sua enews.

teresa bellanova matteo renzi teresa bellanova matteo renzi

 

 

Ue, Renzi: Stop retorica antieuropea, bello scambio Ungheria-Albania

Roma, 31 mar. (LaPresse) - "Va di moda dare la colpa all’Europa. Ma non è così, amici. Io spero che facciano gli Eurobond. Ma anche se gli Eurobond non ci saranno, l’Europa conserverà intatta la sua importanza per noi. Se non ci fosse la Banca Centrale Europea oggi l’Italia sarebbe molto vicina al default. Quindi non credete a chi vi dice che è tutta colpa dell’Europa. Basta con questo populismo antieuropeo. Leggo messaggi su chat e catene di Whatsapp imbarazzanti. Basta con la retorica antieuropea! Poi ovviamente, dopo aver visto ciò che hanno fatto Victor Orban in Ungheria e Edi Rama in Albania, ho pensato che sarebbe bellissimo fare a cambio. Fuori l’Ungheria dei sovranisti, dentro l’Albania della solidarietà: noi combatteremo per questo". Lo scrive il leader di Italia Viva Matteo Renzi nella sua enews.

 

 

matteo renzi assemblea nazionale di italia viva 8 matteo renzi assemblea nazionale di italia viva 8

Coronavirus, Renzi: Tracciabilità dati sanitari passi da ok Parlamento

Roma, 31 mar. (LaPresse) - "In questi giorni il Parlamento deve essere perfettamente operativo, naturalmente in piena sicurezza per tutti. E per questo è fondamentale che l’eventuale via libera alla Tracciabilità dei dati sanitari passi da un esplicito voto parlamentare, non da un provvedimento del Governo. Ed è necessario che vi sia da subito un impegno esplicito per fare una commissione di inchiesta su ciò che non ha funzionato, dagli approvvigionamenti delle mascherine alle vendite allo scoperto in borsa, alla gestione delle carceri nei giorni della rivolta". Lo scrive il leader di Italia Viva Matteo Renzi nella sua enews.

 

Coronavirus, Renzi: Screening di massa. Chi ha avuto Covid circoli liberamente

edi rama edi rama

Roma, 31 mar. (LaPresse) - "Chi ha già gli anticorpi dovrebbe poter circolare liberamente. Questo vale per chi è guarito e ha la certificazione del doppio tampone. Ma anche per chi ha fatto il test sierologico e ha scoperto di aver contratto il Covid in modo asintomatico. Secondo un recente studio inglese, questi rappresentano il 10% della popolazione. Significherebbe che sei milioni di italiani hanno già avuto il Covid e possono girare liberi. Servono screening di massa, subito". Lo scrive il leader di Italia Viva Matteo Renzi nella sua enews.

 

Coronavirus, Renzi: Banche diano 20-25% fatturato 2019, garantite da Stato

Roma, 31 mar. (LaPresse) - "Lo Stato deve dare garanzie alle Banche e le Banche devono dare subito - senza moduli, senza autocertificazione, senza lungaggini burocratiche - una cifra tra il 20 e il 25% del fatturato dello scorso anno e questa cifra va restituita senza interessi, in 100 rate mensili, a partire dal 2022". Lo scrive il leader di Italia Viva Matteo Renzi nella sua enews.

 

Condividi questo articolo

politica

DAGONOTA - MATTARELLA SBAGLIA DELEGANDO AL PARLAMENTO LA RIFORMA DI UN CSM PIOMBATO IN UNA FOGNA A CIELO APERTO CON LE INTERCETTAZIONI DI PALAMARA - SE LO SCIOGLIMENTO DEL CSM SAREBBE UN ATTO AUTORITARIO, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PUÒ PERMETTERSI INVECE DI ESSERE AUTOREVOLE USANDO LA SUA “MORAL SUASION” PER FAR DIMETTERE INTANTO IL VICEPRESIDENTE DEL CSM DAVID ERMINI. GLI ALTRI CONSIGLIERI SEGUIRANNO E, UNA VOLTA VENUTO A MENO IL NUMERO LEGALE DEI COMPONENTI, AVRÀ CAMPO LIBERO PER UNA RIFORMA CHE “CONTRIBUISCA A RESTITUIRE APPIENO ALL'ORDINE GIUDIZIARIO IL PRESTIGIO E LA CREDIBILITÀ INCRINATI”