COLTELLI D’ITALIA – IL VICEPRESIDENTE DELLA CAMERA, FABIO RAMPELLI, HA PRESENTATO A MONTECITORIO L’ASSOCIAZIONE “CONTRA-CONTRO TUTTE LE MAFIE”, MA SI È DIMENTICATO DI INVITARE LA NUOVA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA, LA MELONIANA CHIARA COLOSIMO – NON È UN MISTERO CHE LA FRONDA DEI "GABBIANI" VOLEVA IMPORRE, PER QUEL POSTO, IL NOME DI CAROLINA VARCHI. E POI CI SONO I VECCHI RANCORI, SIMBOLEGGIATI DAL TATUAGGIO DEL “GABBIANO” SUL DITO, CANCELLATO DALLA COLOSIMO...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Giacomo Salvini per www.ilfattoquotidiano.it

 

fabio rampelli fabio rampelli

Chiara Colosimo, deputata di Fratelli d’Italia molto vicina a Giorgia Meloni, si è insediata da soli due giorni come nuovo presidente della commissione Antimafia e subisce già il primo sgarbo politico. Dall’interno del suo partito. Questa mattina, infatti, il vicepresidente della Camera di Fratelli d’Italia Fabio Rampelli ha organizzato una conferenza stampa a Montecitorio per presentare l’associazione “Contra-contro tutte le mafie”.

 

Ma all’evento non è stata invitata Colosimo che, dopo la tribolata elezione a presidente della commissione Antimafia, rappresenta l’organo parlamentare di maggior rilievo nel contrasto alla criminalità organizzata. Uno sgambetto che è stato notato all’interno di Fratelli d’Italia.

 

RAMPELLI COLOSIMO RAMPELLI COLOSIMO

La conferenza è stata convocata alle 12 nella sala stampa di Montecitorio e, oltre a Rampelli, era presente anche il senatore di Fratelli d’Italia Marco Scurria, fedelissimo del vicepresidente della Camera. Insieme a loro Valeria Grasso, imprenditrice palermitana testimone di giustizia che ha lanciato l’associazione.

 

Questa, secondo gli organizzatori, è finalizzata a “tutelare e promuovere i diritti degli imprenditori vittime della criminalità organizzata offrendo servizi legali, orientamento e risorse essenziali per contrastarne l’oppressione e la violenza di genere”. […]

CHIARA COLOSIMO CHIARA COLOSIMO

 

Ma a pesare è l’assenza di Colosimo. Non è un mistero che l’ala rampelliana di Fratelli d’Italia avrebbe preferito che a presiedere la commissione Antimafia ci fosse la deputata Carolina Varchi e la conferenza stampa di questa mattina è il segnale che i “Gabbiani” non hanno alcuna intenzione di lasciare a Meloni lo scettro della lotta alla mafia.

 

Lo sgarbo però è duplice se si considera che la protagonista dell’evento è Valeria Grasso, conosciuta come l’imprenditrice anti-racket di Palermo finita sotto scorta per aver denunciato la richiesta del pizzo. Nel 2014, infatti, Grasso si era candidata con la Lista Tsipras alle Europee. Questo nonostante il suo iniziale avvicinamento a Fratelli d’Italia e addirittura la candidatura al Quirinale nel 2013, quando fu rieletto Giorgio Napolitano, da parte della stessa Meloni […]

 

FABIO RAMPELLI FABIO RAMPELLI

Il rapporto tra Colosimo e Rampelli si è logorato nel tempo. La deputata di Fratelli d’Italia ha iniziato la sua carriera politica proprio tra i “Gabbiani” di Colle Oppio ma nel tempo si è staccata sempre di più dal fondatore della corrente di Alleanza Nazionale.

 

Tant’è che Colosimo si è fatta cancellare il tatuaggio di un gabbiano sul dito e si è avvicinata alla famiglia Meloni, in particolare alla sorella di Giorgia, Arianna, ingaggiata come sua capo segreteria in Regione Lazio.

 

giorgia meloni chiara colosimo giorgia meloni chiara colosimo

A febbraio scorso, intervistata dal Foglio, la deputata vicina a Meloni diceva sul tatuaggio: “Ho fatto quel tatuaggio a 17 anni a conferma di una scelta di vita, negli anni ne ho aggiunti altri, ognuno dei quali è un memoriale e quello in questione si è trasformato come mi sono trasformata io”. Oggi è presidente della commissione Antimafia e qualcuno, nel partito, non la vede di buon occhio.

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

giorgia meloni chiara colosimo giorgia meloni chiara colosimo ciavardini chiara colosimo ciavardini chiara colosimo chiara colosimo e il tatuaggio che nasconde il gabbiano sull'anulare sinistro chiara colosimo e il tatuaggio che nasconde il gabbiano sull'anulare sinistro chiara colosimo e il tatuaggio che nasconde il gabbiano sull anulare sinistro chiara colosimo e il tatuaggio che nasconde il gabbiano sull anulare sinistro fabio rampelli foto di bacco (1) fabio rampelli foto di bacco (1)

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)