COSE TURCHE! “C’E’ UNA BOMBA SOTTO L'AUTO DELLA SCORTA” - SVENTATO UN ATTENTATO AL PRESIDENTE TURCO ERDOGAN. E’ ACCADUTO NEL SUD EST DELLA TURCHIA. SONO INTERVENUTI GLI ARTIFICIERI CHE HANNO DISINNESCATO L'ORDIGNO, POCO PRIMA CHE ERDOGAN SALISSE SUL PALCO DOVE ERA ATTESO PER UN COMIZIO. LA POLIZIA HA AVVIATO UN'INDAGINE PER CATTURARE I SOSPETTI

-

Condividi questo articolo


Da il Messaggero

il presidente della turchia Recep Tayyip Erdogan il presidente della turchia Recep Tayyip Erdogan

 

Sventato dai servizi segreti turchi un attentato a Recep Tayyip Erdogan, presidente della Turchia. Sotto un'automobile della scorta era stata posizionata una bomba pronta ad esplodere.

 

La polizia se ne è accorta e ha dato l'allarme. Sono intervenuti gli artificieri che hanno disinnescato l'ordigno, poco prima che Erdogan salisse sul palco dove era atteso per un comizio. Tutto è avvenuto nel Sud Est della Turchia, a Siirt. Secondo l'emittente tv Cnn Turk si trattava di una bomba telecomandata e l'attentato è stato sventato all'ultimo minuto.

il presidente della turchia erdogan il presidente della turchia erdogan

 

Subito dopo è cominciata una operazione per trovare i responsabili. Ha commentato il vicepresidente del partito AK, Hamza Da, parlando della bomba che doveva esplodere al raduno con Erdogan a Siirt: «Volevano sabotare la manifestazione di Siirt. Ci sono quelli che cercano di distruggere l'ambiente pacifico».

 

Secondo la ricostruzione di Cnn Turk «dopo che i due agenti di polizia hanno notato l'ordigno sotto il veicolo all'ultimo momento, le squadre investigative sulla scena del crimine hanno individuato anche le impronte digitali dei terroristi sia sull'ordigno sia e sul veicolo. La polizia ha avviato un'indagine per catturare i sospetti». Un'altra ricostruzione dei media locali spiega che l'ordigno era stato posizionato sotto un'auto della polizia che doveva fare parte della scorta di Erdogan all'incontro pubblico: è stato notato da un agente e questo ha consentito l'intervento degli artificieri.

URSULA VON DER LEYEN RECEP TAYYIP ERDOGAN URSULA VON DER LEYEN RECEP TAYYIP ERDOGAN ALEXANDER LUKASHENKO RECEP TAYYIP ERDOGAN ALEXANDER LUKASHENKO RECEP TAYYIP ERDOGAN

 

 

Condividi questo articolo

politica

POSTA! - CARO DAGO, CHISSÀ SE DOPO L'AVVISO DI GARANZIA AL LORO BENEFATTORE GRILLO, I GRILLINI E TRAVAGLIO SI SCOPRIRANNO "GARANTISTI". NON MI STUPIREI SE INIZIASSERO A PENSARE DI VOTARE BERLUSCONI… - DI FRONTE AGLI IPOCRITI, AI CALCOLATORI, AI FURBASTRI CHE SI ACQUATTANO COME CONIGLI NELLA TANA DEI MESSAGGI CRIPTICI, DELLE ALLUSIONI, DEI TATTICISMI, ECC. ECC. UNO COME BERLUSCONI CHE (PIACCIA O MENO) ROMPE GLI SCHEMI ED ESCE ALLO SCOPERTO ALLA LUCE DEL SOLE APPARE UN LEONE…

 

“CHI È POSITIVO AL COVID DEVE POTER VOTARE”. DA FRATELLI D’ITALIA AI 5 STELLE, SALE IL PRESSING PER FAR VOTARE I GRANDI ELETTORI CONTAGIATI: LE AUTORITÀ SANITARIE POSSONO AUTORIZZARE GLI SPOSTAMENTI DA UN DOMICILIO A UN ALTRO, CON MEZZI SPECIALI PER GARANTIRE LA MASSIMA TUTELA – I DEM CHIUDONO: “NON CI SONO LE CONDIZIONI” – ESCLUSO IL VOTO A DISTANZA, PROPOSTO UN COVID HOTEL DAVANTI A MONTECITORIO PER VOTARE POI NEL CORTILE DELLA CAMERA. ATTUALMENTE I POSITIVI TRA CAMERA E SENATO SONO UNA QUARANTINA…

DATE TUTTO IL CANONE ALLA RAI E NESSUNO ROMPERÀ PIÙ LE PALLE - L'AD DELLA TV PUBBLICA, CARLO FUORTES, È ANDATO A PROTESTARE IN SENATO PERCHÉ LA RAI PERCEPISCE SOLO L'86% DEI 90 EURO CHE NOI PAGHIAMO: "SE NELLE CASSE ARRIVASSE L'INTERO CANONE MOLTI DEI DISCORSI CHE STIAMO FACENDO NON SAREBBERO FATTI E IL RICAVO SAREBBE SUFFICIENTE PER GESTIRE L'AZIENDA" - OGNI ANNO VENGONO REGISTRATE MENO RISORSE, PARI A 240 MILIONI DI EURO - COI NOSTRI SOLDI FINANZIAMO PURE TV, GIORNALI E RADIO COMMERCIALI LOCALI DI CUI IGNORIAMO L'ESISTENZA...