DAGOREPORT - CONTE È SUBISSATO DI TELEFONATE DA OGNI GOVERNATORE, A PARTE ZINGARETTI. TUTTI CON LA STESSA RICHIESTA: VOGLIONO UN DECRETO ANCOR PIÙ LIMITATIVO. DECESSI E CONTAGI STANNO TOCCANDO PICCHI TERRIFICANTI. IL COMITATO SCIENTIFICO PREME SUL PREMIER AFFINCHÉ LA QUARANTENA VENGA PROROGATA DI ALTRI 15 GIORNI, FINO AL 18 APRILE. MA CONTE TENTENNA…

Condividi questo articolo


MATTARELLA E CONTE MATTARELLA E CONTE

DAGONEWS

Conte è subissato di telefonate da ogni governatore, a parte Zingaretti. Tutti con la stessa richiesta: vogliono un decreto ancor più limitativo. Decessi e contagi stanno toccando picchi terrificanti. Il premier tentenna, aspetta un parere del Comitato Scientifico e i dati di domenica prossima, nella speranza che siano più positivi.

 

Il Comitato Scientifico, intanto, preme affinché la quarantena venga prorogata di altri 15 giorni, fino al 18 aprile. E Conte ha una serie di dubbi sull’applicazione che penalizzerebbe ancor di più l’attività produttiva di aziende, piccole imprese e commercianti. Sono tutti in attesa delle norme attuative del decretone che, tra l’altro, ha proibito i licenziamenti.

 

Conte sa bene che si sta giocando il suo futuro, ed è attentissimo a qualsiasi mossa.

 

 

Condividi questo articolo

politica

DRAGHI SI È ROTTO IL CAZZO: GOVERNO ALL'ULTIMA SPIAGGIA! – PRIMA ISOLA CONTE SULLE ARMI ALL’UCRAINA, POI METTE SPALLE AL MURO SALVINI E FORZA ITALIA SULLE CONCESSIONI BALNEARI E MANDA UN AVVISO AI NAVIGATI: ENTRO MAGGIO BISOGNA CHIUDERE CON IL DDL CONCORRENZA O SALTANO I FONDI UE - E OTTIENE IL VIA LIBERA DAL CDM A METTERE LA FIDUCIA: "C’È IN GIOCO IL PNRR” (IL SOTTOTESTO: SE QUALCUNO NON E' D'ACCORDO, SI ASSUMA LA RESPONSABILITA' DI STACCARE LA SPINA) - I NODI ANCORA DA SCIOGLIERE: QUALI CONCESSIONI METTERE AL BANDO E COME INDENNIZZARE CHI PERDE IL LIDO...

RENZI E ASSOCIATI - NEL 2016 MATTEUCCIO VOLEVA COPIARE LA STRATEGIA SOCIAL DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE PER VINCERE IL REFERENDUM COSTITUZIONALE! PECCATO CHE IL PIANO DEI SUOI CONSULENTI FOSSE, DICIAMO COSÌ, UN PO’ SUPERFICIALE: NON INCLUDEVA INSTAGRAM E LA FERRAGNI, MA PIETRO TARICONE (MORTO NEL 2010) - LA “TASK FORCE” AVEVA SCHEDATO I PROFILI DEGLI INFLUENCER CHE POTESSERO ESSERE UTILI ALLA CAUSA: IN QUOTA BONONE C'ERANO DILETTA LEOTTA, GIULIA E LELLIS E MIRIAM LEONE. TUTTI SOGGETTI ESTRANEI AL MONDO DELLA COMUNICAZIONE,  TRANNE UNO MARCO TRAVAGLIO (INCREDIBILE, MA VERO!)

DRAGHI SI È ROTTO IL CAZZO! - IL CDM CONVOCATO A SORPRESA DA “MARIOPIO” E DURATO APPENA 10 MINUTI: IL TEMPO CHE SERVIVA AL PREMIER PER RIMETTERE IN RIGA I PARTITI DELLA MAGGIORANZA - C’È LA GUERRA IN UCRAINA, L’INFLAZIONE CHE GALOPPA, IL GAS CHE MANCA, E QUESTI SI METTONO A FARE LE FISIME METTENDO A RISCHIO I 200 MILIARDI DELL’EUROPA? ORA BASTA! AL CENTRO DELLA RIUNIONE C’ERA SOPRATTUTTO LA RIFORMA DELLA CONCORRENZA, E LO SBLOCCO DELLE CONCESSIONI AI BALNEARI. IL “GRANDE GESUITA” STA VALUTANDO L’OPPORTUNITÀ DI BLINDARE CON LA FIDUCIA IL PROVVEDIMENTO, CHE COMUNQUE VA CHIUSO ENTRO MAGGIO. ALTRIMENTI, ARRIVEDERCI E GRAZIE…