GIORGIA, SCHERZA COI FANTI E LASCIA STARE I SANTI – NEL DISCORSO NOTTURNO DOPO I RISULTATI ELETTORALI GIORGIA MELONI HA PRONUNCIATO UNA FRASE ATTRIBUITA A SAN FRANCESCO: “TU COMINCIA A FARE QUELLO CHE È NECESSARIO, POI QUELLO CHE È POSSIBILE. ALLA FINE TI SCOPRIRAI A FARE L'IMPOSSIBILE” – MOLTO BELLA, MA IL SANTO NON L'HA MAI PRONUNCIATA. PAROLA DELLO STORICO FRANCESCANO FRA’ ANDREA VAONA – VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Da www.ansa.it

 

GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI

E' una delle frasi citate da Giorgia Meloni questa notte nel discorso dopo i risultati che attestano la sua vittoria alle elezioni. Ma San Francesco non l'ha mai detta. E' quanto si legge in un articolo dello storico francescano, fra Andrea Vaona, postato sul suo blog ad aprile 2022 e rilanciato oggi dall'ex direttore di Tv2000 Lucio Brunelli.

 

"Nei siti o nei social si propagano 'viralmente' anche frasi attribuite a san Francesco d'Assisi, ma che non risultano assolutamente né tra i suoi scritti né tra i detti che troviamo nelle sue biografie" scriveva lo storico francescano. "Ciò che duole è la difficoltà nel correggere gli errori pubblicati: quando segnalati, spesso la risposta è seccata, perché 'la frase è bella!...'" e "un confratello, saggiamente, per sdrammatizzare dice: 'spiritualità francescana da Baci Perugina'", sottolineava nel suo post fra Andrea Vaona.

GIORGIA MELONI DOPO I RISULTATI ELETTORALI GIORGIA MELONI DOPO I RISULTATI ELETTORALI

"Cominciate a fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile - non è di San Francesco d'Assisi", si legge nel blog del frate docente universitario di Storia ecclesiastica.

GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI MATTEO SALVINI GIORGIA MELONI MATTEO SALVINI GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI

   

 

Condividi questo articolo

politica

LAZIO, CHE STRAZIO – GIORGIA MELONI NON HA ANCORA DECISO CHI SARÀ IL CANDIDATO GOVERNATORE NELLA SUA REGIONE. IL TEMPO STRINGE: SI VOTA A FEBBRAIO E I “FRATELLI D’ITALIA” SONO SPACCATI SUL NOME DI FABIO RAMPELLI, DETTO “AEROPLANINO”. LA DUCETTA VORREBBE IMPORLO, MA QUELLO DEL VICEPRESIDENTE DELLA CAMERA, SEPPUR AUTOREVOLE E CONOSCIUTO A ROMA, È UN NOME NON AMATISSIMO (EUFEMISMO) TRA I SUOI – LA SCORSA SETTIMANA “IO SO’ GIORGIA” HA DETTO: “FABIO È IL PIÙ CONOSCIUTO”. E QUALCHE MALIGNO HA AGGIUNTO: “È CONOSCIUTO ANCHE PER LE CATTIVERIE…” - E ALEGGIA LO SPETTRO MICHETTI

TRA PALCO E REALTÀ – IERI ALLA SCALA GLI OCCHI ERANO TUTTI PUNTATI SUL PALCO REALE IN OVERBOOKING. NON ERA MAI STATO COSÌ AFFOLLATO: OLTRE A MATTARELLA E A SALA, HANNO VOLUTO TIMBRARE IL CARTELLINO ANCHE URSULA VON DER LEYEN E LA PREMIER GIORGIA MELONI. L’ULTIMA VOLTA DI UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ERA STATA AI TEMPI DEL GOVERNO MONTI, CON NAPOLITANO CAPO DELLO STATO – LA BATTUTA DI DAGO (“IL PALCO CROLLERÀ, SARÀ UNA CASAMICCIOLA”) E IL "SUDOKU" PER ASSEGNARE I POSTI: GLI ACCOMPAGNATORI IN SECONDA FILA, ATTILIO FONTANA IN TERZA…