IL GREEN PASS? A TUTTO GAS! - PLEBISCITO IN SVIZZERA PER IL CERTIFICATO VERDE: PASSA IL REFERENDUM CON IL 62% DEI VOTI - E SAPETE PERCHE' SI E' VOTATO? PERCHE' IL GOVERNO L'AVEVA IMPOSTO E TRE COMITATI ANTI-PASS, BERCIANDO SULLA FINE DELLA LIBERTA' E SULLA DITTATURA SANITARIA, HANNO RACCOLTO LE FIRME IN NOME DELLA "DEMOCRAZIA". MORALE DELLA FAVA: HANNO PORTATO I CITTADINI ALLE URNE E HANNO PERSO…

-

Condividi questo articolo


Da "il Messaggero"

SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS

 

Contestato nelle piazze, il Green pass ha ampiamente superato lo scoglio delle urne in Svizzera, dove, primi al mondo, gli elettori erano chiamati a votare sulla scelta di adottare il pass sanitario. Il 62% degli elvetici ha votato a favore. In un clima polarizzato, la vittoria dei Sì è importante per il governo ed una conferma della strategia adottata per fronteggiare la pandemia, che non accenna a placarsi, così come le tensioni che hanno accompagnato il voto.

SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS

 

Ieri alcuni oppositori sono nuovamente scesi in piazza a Losanna e Berna: alla periferia della piazza federale, chiusa dalla polizia, hanno gridato «Libertà, libertà, libertà» e suonato le campane.

 

Il referendum, lanciato da tre comitati anti-pass, prendeva di mira la modifica della legge con la quale il Parlamento ha introdotto nel marzo scorso la base legale per il certificato Covid. In Svizzera, tale documento attesta una guarigione, una vaccinazione completa o un test negativo, e dal 13 settembre scorso è obbligatorio all'interno di ristoranti, strutture culturali e sportive e altre manifestazioni al chiuso. Ad alcune condizioni, i datori di lavoro possono introdurre il suo impiego tra le misure di protezione.

SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS SVIZZERA - REFERENDUM SUL GREEN PASS

 

Condividi questo articolo

politica

LA RIDUZIONE DEL REDDITO DI CITTADINANZA NEL 2023 COLPIRÀ 846 MILA PERSONE CIOE’ PIÙ DI UN BENEFICIARIO SU CINQUE - LO HA DETTO IL PRESIDENTE DELL'ISTAT, GIAN CARLO BLANGIARDO: "LA DECURTAZIONE DELLA DURATA COINVOLGE I NUCLEI FAMILIARI DI RIDOTTE DIMENSIONI (PIÙ DELLA METÀ DEGLI INDIVIDUI SOLI) E LA COMPONENTE MASCHILE, E INVESTE QUASI LA METÀ DEI BENEFICIARI IN ETÀ COMPRESA FRA 45 E 59 ANNI - LA RIDUZIONE COMPRENDE UN TERZO DEI NEET FRA 18 E 29 ANNI BENEFICIARI DEL REDDITO”