IL GRILLINO MORRA CONFERMA L’ECLISSI DI GRILLO: ‘QUESTA VITA È LOGORANTE, STA CERCANDO DI RECUPERARE UNO SPAZIO PERSONALE. LO INVIDIO, IL TEMPO È LA PIÙ GRANDE RICCHEZZA DELL’UOMO’ - GRAVE CHE NON SI PARLI DI PIÙ DI DE BENEDETTI-RENZI. UN PREMIER HA DEGLI OBBLIGHI DI RISERVATEZZA SU OPERAZIONI CHE POSSONO PORTARE SPECULAZIONE’

-

Condividi questo articolo


Da ‘Radio Cusano Campus

 

nicola morra nicola morra

Nicola Morra è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano.

 

Il senatore del Movimento Cinque Stelle sul caso Renzi-De Benedetti: "Ne hanno parlato La Stampa e il Fatto Quotidiano. Mi dispiace che su altri organi di informazione non abbiano avuto lo stesso rilievo. La cosa è molto grave, non tanto per De Benedetti quanto per Renzi. Un Premier avrebbe degli obblighi di riservatezza in merito a provvedimenti che in qualche modo dipendono anche e soprattutto da lui. Ipotizzare che frequentatori di Renzi grazie a conversazioni con lo stesso possano lucrare grazie ad operazioni finanziarie spericolate mi fa accapponare la pelle.

nicola morra nicola morra

 

In altri Paesi ci sarebbe stata una reazione sdegnata e non come sta accadendo in Italia. Qui il problema è l'informazione, De Bendetti è stato a capo di un impero editoriale, non dobbiamo stupirci allora se l'editoria è strabica".

 

Su Grillo che sarebbe sempre più lontano dal Movimento: "Beppe ha sempre ricordato che questo Movimento deve essere tutti quanti noi e che questo Paese si salverà non perché un singolo va al fronte ma perché tutti i cittadini decidono di mettersi in testa l'elmetto. Che questa vita sia logorante è sotto gli occhi di tutti, noi non facciamo politica per professione, siamo persone normali con tanti altri interessi prestate ad un impegno gravoso e di grande responsabilità per riportare la barca su una linea di galleggiamento. Beppe ha giustamente anche lui le sue emozioni, i suoi affetti, la necessità di vivere in maniera libera. Beppe sta cercando di recuperare per sé, e da un lato un pochino lo invidio, quel personale con cui si può dare senso e soddisfazione alla propria esistenza. La principale ricchezza di ogni essere umano è il tempo. Lo capisco e lo invidio".

BEPPE GRILLO BEPPE GRILLO

 

AUDIO http://www.tag24.it/podcast/nicola-morra-beppe-grillo/

 

Condividi questo articolo

politica

“CALENDA MI SEMBRA UN BIPOLARE CON DISTURBO DI PERSONALITÀ. È ‘BULLO DA SOLO’” - DAGO FA LA MESSA IN PIEGA AI POLITICI: “LETTA HA TANTI DIFETTI: NON HA CAPITO CHE BISOGNA PARLARE PER SLOGAN - RENZI HA IL CARATTERE DI UN PROVINCIALE FRUSTRATO, CHE VORREBBE FARSI ACCETTARE, NON CI RIESCE E FA LO SPACCONE - CONTE? NON SI È RESO CONTO CHE GRILLO GLI STA RESETTANDO IL M5S E ASPETTA CHE PASSI IL SUO CADAVERE - SALVINI E BERLUSCONI? NESSUNO DETESTA GIORGIA MELONI COME LORO. QUESTI NON HANNO CAPITO CHE L’ITALIA È UN PAESE A SOVRANITÀ LIMITATA. TUTTO SI DECIDE A BRUXELLES O A WASHINGTON. SE LAGARDE SMETTE DI COMPRARE BOT ITALIANI, FINIAMO CON IL SEDERE PER TERRA - LE ELEZIONI ITALIANE SARANNO OSSERVATE DALL’INTELLIGENCE DI TUTTO IL MONDO"

AGENTI DELL'FBI HANNO FATTO VISITA NELLA RESIDENZA DI TRUMP IN FLORIDA GIA’ LO SCORSO APRILE. SECONDO LA “CNN” IN QUELL'OCCASIONE INCONTRARONO DUE AVVOCATI DEL TYCOON –L’ARCINEMICA NANCY PELOSI GONGOLA VELENOSA: “NESSUNO È AL DI SOPRA DELLA LEGGE, NEANCHE UN EX PRESIDENTE” – IL FIGLIO ERIC: “SONO STATO IO AD AVVERTIRE MIO PADRE SUL RAID. ERANO UNA TRENTINA, FORSE DI PIÙ. NON VOGLIONO CHE MIO PADRE VINCA ANCORA NEL 2024” – A QUESTO PUNTO THE DONALD RISCHIA DI NON POTERSI RICANDIDARE PERCHE’…

DI BATTISTA SCOPRE LE CARTE: “NON MI CANDIDO PERCHÉ TANTI NON MI VOGLIONO, DA GRILLO A FICO - CONTE E' STATO IL PIU' CORRETTO E ONESTO CON ME - POLITICAMENTE OGGI NON MI FIDO DI BEPPE GRILLO CHE FA DA PADRE PADRONE E IO SOTTO DI LUI NON CI STO - MI HANNO IMPEDITO DI FARE IL CAPO POLITICO DEL M5S EVITANDO DI VOTARE, QUANDO NON HANNO NEPPURE VOLUTO PUBBLICARE I VOTI DEGLI STATI GENERALI PERCHÉ IO AVEVO PRESO IL TRIPLO DEI VOTI DI DI MAIO - C'E' CHI SI INFILA IN SEDE PD PER ELEMOSINARE UN SEGGIO, NON SONO COME LORO - CREERÒ UN’ASSOCIAZIONE PER FARE POLITICA DA FUORI…” - IL VIDEO SFOGO DI DI BATTISTA

E’ STATA LA MANO DI GRILLO - LEGGENDO L’INTERVISTA DI CASALINO AL “CORRIERE” SI IMMAGINA CHE LA SUA MANCATA CANDIDATURA SIA FRUTTO DI UN GESTO DI RESPONSABILITÀ: “HO CAPITO CHE LA MIA PRESENZA IN LISTA AVREBBE SCATENATO POLEMICHE E L'ULTIMA COSA CHE VOGLIO È ARRECARE UN DANNO AL MOVIMENTO O A CONTE” - IN REALTÀ LO STOP A CASALINO, CHE DA ANNI SOGNA DI POGGIARE LE SUE NATICHE SULLO SCRANNO DI SENATORE, È ARRIVATO DA BEPPE GRILLO, CHE SI E’ VENDICATO CON CONTE PER IL TRATTAMENTO RISERVATO ALLA SUA COCCA VIRGINIA RAGGI - IL VIDEO CON IL "CHE GUEVARA DI ROMA NORD" SPIEGA LA MANCATA CANDIDATURA