GROSSO SCAZZO EURO-AMERICANO - LA MOSSA DELL'UE CONTRO BIDEN: LA VON DER LEYEN MINACCIA DI NON PARTECIPARE O DI CHIEDERE IL RINVIO AL VERTICE SUL COMMERCIO E LA TECNOLOGIA A PITTSBURGH SE PRIMA GLI STATI UNITI NON DARANNO SPIEGAZIONI SUI SOTTOMARINI DEL CASO AUKUS - MICHEL: “TRA ALLEATI SERVE CHIAREZZA”. LE RELAZIONI NON SONO IN DISCUSSIONE, MA PER BRUXELLES “QUALCOSA SI È ROTTO”: È IL SECONDO SCHIAFFO DOPO IL RITIRO DALL'AFGHANISTAN...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Claudio Tito per www.repubblica.it

 

Ursula Von Der Leyen Joe Biden Ursula Von Der Leyen Joe Biden

Lo scontro è senza precedenti. Almeno rispetto agli ultimi settant’anni. La tensione è altissima tra Unione europea e Stati Uniti. Al punto che Bruxelles minaccia di non partecipare o di chiedere il rinvio al vertice sul Commercio e la tecnologia fissato per il prossimo mercoledì a Pittsburgh.

 

Lo strascico del cosiddetto Patto “Aukus” tra Usa, Gran Bretagna e Australia, insomma, sta diventando qualcosa di più di un ordinario dissapore. L’Europa pretende una «chiarimento».

 

ursula von der leyen joe biden ursula von der leyen joe biden

Soprattutto alla luce del fatto che questo è il secondo schiaffo nel giro di poche settimane, dopo quello sul ritiro dall’Afghanistan. Il nodo riguarda la totale assenza di consultazione. Non è solo in gioco la maxi-commessa per i sommergibili nucleari francesi in un primo momento destinati all’Australia, ma si tratta di ridefinire le regole di ingaggio tra due alleati storici.

 

La presidente della Commissione, Ursula Von der Leyen, avverte che non si può pensare di continuare a fare «business as usual», come se nulla fosse. Il presidente del consiglio Ue, Charles Michel, a margine dell’Assemblea Onu, invoca «chiarezza tra amici».

 

mario draghi, joe biden, emmanuel macron ursula von der leyen mario draghi, joe biden, emmanuel macron ursula von der leyen

È evidente che la posizione più dura è quella di Parigi. Aprendo a Bruxelles il Consiglio Affari generali, il ministro francese Clement Beaune, ha chiesto «rispetto» e ha invitato l’Ue ad assumere una posizione intransigente. Confermata dal commissario transalpino Breton e poi dall’Alto Rappresentante, lo spagnolo Borrell. Il tutto seguita dalla solidarietà della Germania e dell’Italia con il sottosegretario Amendola.

 

Continua a leggere su:

https://www.repubblica.it/esteri/2021/09/21/news/la_mossa_ue_niente_vertice_negli_usa_prima_chiariscano_sui_sottomarini_-318831686/amp/

 

Condividi questo articolo

politica

PUNTANO A PALAZZO CHIGI MA GLI SERVIREBBE UN CONSIGLIO COMUNALE - COSA SAREBBE SUCCESSO SE GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI SI FOSSERO CANDIDATI ALLA CARICA DI SINDACO A ROMA E A MILANO? - POLITO: "MI PRENDERANNO PER MATTO. MA TI PARE CHE IN ITALIA I SEGRETARI DI DUE TRA I PRIMI TRE PARTITI METTONO IN GIOCO LA LORO CARRIERA PER FARE IL SINDACO? EPPURE, COME LI AVREBBE CAMBIATI QUEL LAVORO! CHE TERAPIA SAREBBE STATA PER LIBERARSI DEI VIZI POLITICI DI ENTRAMBI! IMMAGINATE GIORGIA MELONI CANDIDATA A ROMA: CHE COSA AVREBBE DETTO DEGLI SQUADRISTI CHE IN UN SABATO DI PASSEGGIATE E SHOPPING HANNO MESSO A FERRO E FUOCO IL CENTRO DI ROMA?"