“BISOGNA ACCELERARE SUI VACCINI” - MARIO DRAGHI ALZA IL TELEFONO E CHIAMA URSULA VON DER LEYEN PER RIBADIRE ALLA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA QUALE DEVE ESSERE L’OBIETTIVO DELL’UE IN QUESTA FASE. NON SOLO. I DUE HANNO PARLATO ANCHE DEL RECOVERY FUND E DELL’ESIGENZA DI UNA “GESTIONE EUROPEA DEI FLUSSI MIGRATORI MIRATA A UNA MAGGIORE PROPORZIONALITÀ…”

-

Condividi questo articolo


MARIO DRAGHI ALLA CAMERA MARIO DRAGHI ALLA CAMERA

1 – DRAGHI SENTE VON DER LEYEN, PRIORITÀ ACCELERARE VACCINI

 (ANSA) - ROMA, 03 MAR - Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto nel pomeriggio di oggi una conversazione telefonica con la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

 

Al centro dello scambio di vedute è stato in particolare l'obiettivo prioritario di un'accelerazione nella risposta sanitaria europea al Covid-19, soprattutto per quanto riguarda i vaccini.

MARIO DRAGHI - CONSIGLIO EUROPEO IN VIDEO CONFERENZA MARIO DRAGHI - CONSIGLIO EUROPEO IN VIDEO CONFERENZA

 

Nella telefonata sono stati inoltre discussi il Recovery Fund e l'esigenza di una gestione europea dei flussi migratori mirata a una maggiore proporzionalità tra responsabilità e solidarietà degli Stati Membri.

 

2 – UE, DRAGHI SENTE VON DER LEYEN: PRIORITÀ ACCELERARE VACCINI E UNA NUOVA POLITICA MIGRATORIA

Da www.repubblica.it

 

"Accelerare sui vaccini". È ancora questa, per il premier Mario Draghi, la priorità su cui deve puntare l'Europa. Lo ha ribadito oggi nel corso di una telefonata con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

 

Una conversazione in cui il presidente del Consiglio ha ribadito che l'obiettivo principale della Ue è quello di una accelerazione nella risposta sanitaria europea al Covid-19, soprattutto per quanto riguarda i vaccini.

 

Un tema su cui Draghi aveva già puntato meno di una settimana fa, quando in collegamento con i leader europei, nell'ambito del Consiglio Ue, aveva sottolineato che sulla somministrazione e produzione dei vaccini "bisogna andare veloce", solo così, sostiene il premier si potrà sconfiggere il coronavirus.

MARIO DRAGHI - CONSIGLIO EUROPEO IN VIDEO CONFERENZA MARIO DRAGHI - CONSIGLIO EUROPEO IN VIDEO CONFERENZA

 

Nel corso della telefonata tra Draghi e Von der Leyen sono stati inoltre discussi il Recovery Fund e l'esigenza di una gestione europea dei flussi migratori mirata a una maggiore proporzionalità tra responsabilità e solidarietà degli Stati membri. Proprio sull'accoglienza dei migranti il leader della Lega, Matteo Salvini, ieri aveva chiesto "un cambio di passo" all'Italia, esortando Draghi e il resto della maggioranza a puntare a una nuova legge nazionale per "cambiare la strategia dei porti aperti".

 

Condividi questo articolo

politica

FIATO ALLE TOMBE! L’ITALIA RIAPRE! – TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE PER RICOMINCIARE A VIVERE DAL 26 APRILE: VIA LIBERA AGLI SPOSTAMENTI TRA REGIONI DELLO STESSO COLORE, MENTRE CI VORRÀ UN PASS PER ANDARE IN AREE DI COLORE DIVERSO – TORNA IL GIALLO RINFORZATO. IL COPRIFUOCO RIMANE ALLE 22, MA BAR E RISTORANTI CON TAVOLI ALL'APERTO RIMANGONO APERTI PURE LA SERA. PER GLI ALTRI LOCALI LA DATA DELLA LIBERAZIONE SCATTERÀ IL 1 GIUGNO. COME PER LE PALESTRE - CINEMA, TEATRI E I MUSEI AL 50% DELLA CAPIENZA E…

SOTTO LA MASCHERINA, C'E' “BAFFINO” - D'ALEMA VERRÀ SENTITO DAI PM COME PERSONA INFORMATA SUI FATTI PER L'INCHIESTA SULLA VENDITA A LAZIO E SICILIA, PER 22 MILIONI DI EURO, DI 5 MILIONI DI MASCHERINE E MEZZO MILIONE DI CAMICI CINESI NON CONFORMI, OLTRE A CERCARE ABBOCCAMENTI CON ARCURI PER PROVARE A PIAZZARE ALTRE PARTITE DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE – E SUI VENTILATORI RIVENDICA DI “AVER DATO UNA MANO A RECUPERARLI”, ANTICIPANDO I SOLDI PER LO STATO CON L'ASSOCIAZIONE DI CUI FA PARTE – IL RUOLO DEL LÌDER MAXIMO NEL CONTE BIS…

“ABBIAMO DELLE PSICOPATOLOGIE, CI VORREBBE UN NEUROLOGO” – GRILLO SPEDISCE I GRILLINI DALLO STRIZZACERVELLI PARLANDO IN MEMORIA DI GIANROBERTO CASALEGGIO: “FACCIAMO CAMBIAMENTI. GENTE CHE SE NE VA, GENTE CHE TORNA, GENTE CHE VA NEI GRUPPI MISTI, STRA-MISTI, GENTE CHE HA DELLE RIVOLUZIONI CULTURALI, DEI MANCAMENTI DI INTELLIGENZA” – L’ELEVATO STOPPA L'IDEA DI UN CAMBIO DI SIMBOLO VOLUTA DA CONTE CHE VIENE ASPETTATO AL VARCO DELLE COMUNALI DI OTTOBRE DA RAGGI E DI BATTISTA…