“MA COSA VUOLE CHE PENSI FRATOIANNI! AVRÀ PENSATO CHE QUESTO PERSONAGGIO GLI PORTASSE DEI VOTI. PUNTO” – ANCHE MASSIMO CACCIARI INTERVIENE SUL CASO SOUMAHORO: “NON SO SE SIA UNA FIGURINA. NON HO IDEA DI CHI SIA. SEMMAI C’È DA FARE UN RAGIONAMENTO DI SISTEMA: NON C'È PIÙ NESSUNA STRUTTURA POLITICA ORGANIZZATA CON UN PROCESSO DI SELEZIONE INTERNO. I PARTITI ORMAI SONO GRUPPI DI PERSONE CHE HANNO UN SOLO OBIETTIVO: SFANGARSELA…”

-

Condividi questo articolo


ABOUBAKAR SOUMAHORO IN LACRIME: MI VOLETE MORTO

Francesco Boezi per “il Giornale”

 

nicola fratoianni parla di soumahoro a mezzora in piu nicola fratoianni parla di soumahoro a mezzora in piu

Il caso Soumahoro impone alla sinistra l'ennesima domanda sulla selezione della classe dirigente. Per il professor Massimo Cacciari, il problema è strutturale e non riguarda soltanto una parte.

 

L'ennesimo paladino di sinistra che viene messo in discussione. Siamo alla figurina che si sgonfia?

«Guardi, io non so se Soumahoro sia una figurina. Non ho idea di chi sia questo signore e di cosa abbia fatto. Può accadere un caso poco chiaro anche nel miglior partito del mondo, in una situazione politica perfetta. Un ragionamento politico - in nessun caso - può essere declinato su una persona o su un gruppo composto da qualche persona. C'è un ragionamento di sistema da fare, semmai».

 

Ossia?

massimo cacciari a cartabianca massimo cacciari a cartabianca

«Non c'è più nessuna struttura politica organizzata, nel senso che si intendeva una volta e nel senso proprio del termine. E cioè non c'è nessuna forza politica con un processo di selezione interno che abbia una sua logica e una sua forma. I partiti ormai sono gruppi di persone che hanno un solo obiettivo: sfangarsela alle elezioni prossime venture. Stanno diventando comitati elettorali, e questo vale per tutti».

 

aboubakar soumahoro a piazzapulita 5 aboubakar soumahoro a piazzapulita 5

Però la destra italiana ha una storia militante divenuta vincente da poco. La sinistra non più.

«Secondo me sono soltanto impressioni. Fdi due anni fa aveva il 4%. Condizioni straordinarie hanno condotto quel partito a dov' è ora. Questi voti di adesso sono scritti sulla sabbia, perché nessuna forza politica ha una strategia di lungo periodo in grado di costruire gruppi solidi e stabili».

 

Che consiglio darebbe però a sinistra.

ANGELO BONELLI E NICOLA FRATOIANNI ALLE CONSULTAZIONI ANGELO BONELLI E NICOLA FRATOIANNI ALLE CONSULTAZIONI

«A sinistra, a destra... Cosa vuol dire? Sono concetti evaporati. Tutte le forze inseguono i voti. E di volta in voltai partiti assumono i tratti che ritengono utili per raggiungere obiettivi di brevissimo periodo. La sinistra a cui mancano i voti del centro diventa di centro, la destra a cui mancavano i voti delle periferie diventa popolare e così via. In base a che cosa? L'utilità di brevissimo periodo, quella ottenuta mediante la modifica dell'immagine, nient' altro che l'immagine».

 

E questo stato di salute può interessare anche la scelta delle candidature, come con Soumahoro? Bonelli e Fratoianni sembrano pentiti...

«Ma cosa vuole che pensi Fratoianni! Fratoianni è l'ultimo esponente di uno di questi comitati elettorali, un po' Pd un po' di sinistra, che, quando ci sono le elezioni va a caccia di voti, e avrà pensato che questo personaggio gli portasse dei voti. Punto».

 

Considerato il quadro che descrive, cosa dobbiamo aspettarci in prospettiva?

aboubakar soumahoro roberto saviano marco damilano aboubakar soumahoro roberto saviano marco damilano

«Dobbiamo attendere qualche mutamento radicale. Ormai è evidente che viviamo in una crisi di sistema che riguarda tutti gli assetti del nostro Stato. Anche quelli che sembravano più lontani dalla crisi come ad esempio la magistratura.

 

Dobbiamo attenderci dei mutamenti di Stato che possono avvenire in modo governato, se i partiti capiscono in che condizione si trovano e si rapportano alla società civile in modo serio e responsabile, e riformando i propri ceti dirigenti. Oppure ci sarà qualche rottura traumatica. E questo vale per l'Italia ma anche per l'Europa».

TWEET SUL CASO SOUMAHORO TWEET SUL CASO SOUMAHORO ABOUBAKAR SOUMAHORO NICOLA FRATOIANNI ABOUBAKAR SOUMAHORO NICOLA FRATOIANNI angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu 2 angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 7 aboubakar soumahoro a piazzapulita 7 aboubakar soumahoro a piazzapulita 6 aboubakar soumahoro a piazzapulita 6 aboubakar soumahoro a piazzapulita 10 aboubakar soumahoro a piazzapulita 10 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 8 aboubakar soumahoro a piazzapulita 8 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 9 aboubakar soumahoro a piazzapulita 9 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 formigli soumahoro formigli soumahoro aboubakar soumahoro a piazzapulita 4 aboubakar soumahoro a piazzapulita 4 aboubakar soumahoro a piazzapulita 5 aboubakar soumahoro a piazzapulita 5 aboubakar soumahoro elly schlein aboubakar soumahoro elly schlein marco damilano aboubakar soumahoro diego bianchi marco damilano aboubakar soumahoro diego bianchi aboubakar soumahoro ospite di zoro aboubakar soumahoro ospite di zoro STIVALI SOUMAHORO EDITION STIVALI SOUMAHORO EDITION angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – RISIKO BESTIALE A BRUXELLES! URSULA VON DER LEYEN, NONOSTANTE I VETI DEL TRIO TUSK-MACRON-SCHOLZ, S’ALLISCIA LA MELONI PER BLOCCARE I FRANCHI TIRATORI TRA POPOLARI E SOCIALISTI. MA L’INCIUCIONE SARÀ RIVELATO DOPO IL VOTO: SE L’ITALIA INCASSERÀ UN COMMISSARIO DI PESO, FRATELLI D’ITALIA SI SARÀ APPECORONATO ALLA COFANA TEDESCA (E ALLORA SÌ CHE SALVINI E LE PEN INIZIERANNO A CECCHINARE LA “TRADITRICE” GIORGIA) – OCCHIO A MACRON: ANCHE SE INDEBOLITO PER L’AVANZATA DELLE DESTRE IN FRANCIA, DA “ANIMALE FERITO” PUÒ DIVENTARE UNA MINA VAGANTE

FLASH! - COSA PUOI FARE PER DENUNCIARE LE GUERRE NEL MONDO? PER NON SBAGLIARE, VAI A CASA E ARRUOLA TUA MOGLIE! - È QUELLO CHE DEVE AVER PENSATO IL PRESIDENTE DEL CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA SERGIO CASTELLITTO QUANDO SI È INVENTATO “DIASPORA DEGLI ARTISTI IN GUERRA”. AL CENTRO DELL’EVENTO, FINANZIATO DAL PNRR, BRILLA IL LONGANESIANO “TENGO FAMIGLIA”: LA SCRITTRICE MARGARET MAZZANTINI, MOGLIE DI CASTELLITTO, CONVERSERÀ CON DAVID GROSSMAN – A SANGIULIANO, CUI DIPENDE IL CSC, PARE OPPORTUNO CHE TRA TANTI LETTERATI IN CIRCOLAZIONE, SI VA A SCEGLIERE LA PROPRIA CONIUGE? 

STREGA CONTRO STREGA – SOSPINTA DAI QUEI SALOTTI ROMANI ALL’INSEGNA DELLA ‘’FROCIAGGINE’’, COME DIREBBE IL PAPA, CHIARA VALERIO STA INSEGUENDO LA FAVORITISSIMA DONATELLA DI PIETRANTONIO - ALL’INIZIO LA VALERIO SOSTENEVA CHE LEI MAI E POI MAI AVREBBE PARTECIPATO ALLO STREGA E CHE CON IL SUO ROMANZO AMBIVA AL PREMIO CAMPIELLO. INVECE, MISTERO DEI MISTERI, AL CAMPIELLO PRESIEDUTO DA VELTRONI IL NOME VALERIO NON È MAI APPARSO TRA I CANDIDATI. COME MAI? UN DISSAPORE CON VELTRONI DA PARTE DI CHIARA MOLTO LEGATA A ELLY SCHLEIN CHE NON AMA WALTER-EGO? AH, SAPERLO…