“MA COSA VUOLE CHE PENSI FRATOIANNI! AVRÀ PENSATO CHE QUESTO PERSONAGGIO GLI PORTASSE DEI VOTI. PUNTO” – ANCHE MASSIMO CACCIARI INTERVIENE SUL CASO SOUMAHORO: “NON SO SE SIA UNA FIGURINA. NON HO IDEA DI CHI SIA. SEMMAI C’È DA FARE UN RAGIONAMENTO DI SISTEMA: NON C'È PIÙ NESSUNA STRUTTURA POLITICA ORGANIZZATA CON UN PROCESSO DI SELEZIONE INTERNO. I PARTITI ORMAI SONO GRUPPI DI PERSONE CHE HANNO UN SOLO OBIETTIVO: SFANGARSELA…”

-

Condividi questo articolo


ABOUBAKAR SOUMAHORO IN LACRIME: MI VOLETE MORTO

Francesco Boezi per “il Giornale”

 

nicola fratoianni parla di soumahoro a mezzora in piu nicola fratoianni parla di soumahoro a mezzora in piu

Il caso Soumahoro impone alla sinistra l'ennesima domanda sulla selezione della classe dirigente. Per il professor Massimo Cacciari, il problema è strutturale e non riguarda soltanto una parte.

 

L'ennesimo paladino di sinistra che viene messo in discussione. Siamo alla figurina che si sgonfia?

«Guardi, io non so se Soumahoro sia una figurina. Non ho idea di chi sia questo signore e di cosa abbia fatto. Può accadere un caso poco chiaro anche nel miglior partito del mondo, in una situazione politica perfetta. Un ragionamento politico - in nessun caso - può essere declinato su una persona o su un gruppo composto da qualche persona. C'è un ragionamento di sistema da fare, semmai».

 

Ossia?

massimo cacciari a cartabianca massimo cacciari a cartabianca

«Non c'è più nessuna struttura politica organizzata, nel senso che si intendeva una volta e nel senso proprio del termine. E cioè non c'è nessuna forza politica con un processo di selezione interno che abbia una sua logica e una sua forma. I partiti ormai sono gruppi di persone che hanno un solo obiettivo: sfangarsela alle elezioni prossime venture. Stanno diventando comitati elettorali, e questo vale per tutti».

 

aboubakar soumahoro a piazzapulita 5 aboubakar soumahoro a piazzapulita 5

Però la destra italiana ha una storia militante divenuta vincente da poco. La sinistra non più.

«Secondo me sono soltanto impressioni. Fdi due anni fa aveva il 4%. Condizioni straordinarie hanno condotto quel partito a dov' è ora. Questi voti di adesso sono scritti sulla sabbia, perché nessuna forza politica ha una strategia di lungo periodo in grado di costruire gruppi solidi e stabili».

 

Che consiglio darebbe però a sinistra.

ANGELO BONELLI E NICOLA FRATOIANNI ALLE CONSULTAZIONI ANGELO BONELLI E NICOLA FRATOIANNI ALLE CONSULTAZIONI

«A sinistra, a destra... Cosa vuol dire? Sono concetti evaporati. Tutte le forze inseguono i voti. E di volta in voltai partiti assumono i tratti che ritengono utili per raggiungere obiettivi di brevissimo periodo. La sinistra a cui mancano i voti del centro diventa di centro, la destra a cui mancavano i voti delle periferie diventa popolare e così via. In base a che cosa? L'utilità di brevissimo periodo, quella ottenuta mediante la modifica dell'immagine, nient' altro che l'immagine».

 

E questo stato di salute può interessare anche la scelta delle candidature, come con Soumahoro? Bonelli e Fratoianni sembrano pentiti...

«Ma cosa vuole che pensi Fratoianni! Fratoianni è l'ultimo esponente di uno di questi comitati elettorali, un po' Pd un po' di sinistra, che, quando ci sono le elezioni va a caccia di voti, e avrà pensato che questo personaggio gli portasse dei voti. Punto».

 

Considerato il quadro che descrive, cosa dobbiamo aspettarci in prospettiva?

aboubakar soumahoro roberto saviano marco damilano aboubakar soumahoro roberto saviano marco damilano

«Dobbiamo attendere qualche mutamento radicale. Ormai è evidente che viviamo in una crisi di sistema che riguarda tutti gli assetti del nostro Stato. Anche quelli che sembravano più lontani dalla crisi come ad esempio la magistratura.

 

Dobbiamo attenderci dei mutamenti di Stato che possono avvenire in modo governato, se i partiti capiscono in che condizione si trovano e si rapportano alla società civile in modo serio e responsabile, e riformando i propri ceti dirigenti. Oppure ci sarà qualche rottura traumatica. E questo vale per l'Italia ma anche per l'Europa».

TWEET SUL CASO SOUMAHORO TWEET SUL CASO SOUMAHORO ABOUBAKAR SOUMAHORO NICOLA FRATOIANNI ABOUBAKAR SOUMAHORO NICOLA FRATOIANNI angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu 2 angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 7 aboubakar soumahoro a piazzapulita 7 aboubakar soumahoro a piazzapulita 6 aboubakar soumahoro a piazzapulita 6 aboubakar soumahoro a piazzapulita 10 aboubakar soumahoro a piazzapulita 10 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 8 aboubakar soumahoro a piazzapulita 8 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 3 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 1 aboubakar soumahoro a piazzapulita 9 aboubakar soumahoro a piazzapulita 9 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 aboubakar soumahoro a piazzapulita 2 formigli soumahoro formigli soumahoro aboubakar soumahoro a piazzapulita 4 aboubakar soumahoro a piazzapulita 4 aboubakar soumahoro a piazzapulita 5 aboubakar soumahoro a piazzapulita 5 aboubakar soumahoro elly schlein aboubakar soumahoro elly schlein marco damilano aboubakar soumahoro diego bianchi marco damilano aboubakar soumahoro diego bianchi aboubakar soumahoro ospite di zoro aboubakar soumahoro ospite di zoro STIVALI SOUMAHORO EDITION STIVALI SOUMAHORO EDITION angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu angelo bonelli e nicola fratoianni parlano di soumahoro a mezzora in piu

 

Condividi questo articolo

politica

PERCHÉ RENZI SI È TRASFORMATO IN UN ARIETE LANCIATO CONTRO I SERVIZI SEGRETI? - IL LEGALE DEL “PATRIOTA DI RIGNANO”, LUIGI PANELLA, GIÀ DIFENSORE DELLO 007 MARCO MANCINI SINO AL 2014, STA PROVANDO A IMBASTIRE UN PROCESSO PER LA NOSTRA INTELLIGENCE, “COLPEVOLE” DI AVER PREPENSIONATO NEL 2021 IL DIRIGENTE DEL DIS PROPRIO A CAUSA DI QUELL’INCONTRO ALL’AUTOGRILL PROBABILMENTE NON SUFFICIENTEMENTE MOTIVATO TRA UN LEADER DI PARTITO E UN CAPO REPARTO DEL DIS - PARLA L’UOMO CHE A “REPORT” HA CONFERMATO L’IDENTITÀ DI MANCINI: “LE SUE AMBIZIONI ERANO NOTE..”

“I SERVIZI ITALIANI AVEVANO OFFERTO UNA SOFFIATA ESPLOSIVA, CHE COLLEGAVA TRUMP AD ALCUNI SOSPETTI CRIMINI FINANZIARI” – PRESTO, CHIAMATE CONTE E VECCHIONE: IL “NEW YORK TIMES” RIAPRE IL CASO DELLE VISITE DI WILLIAM BARR E JOHN DURHAM A ROMA, NELLA CALDA ESTATE DEL 2019. L'ALLORA SEGRETARIO ALLA GIUSTIZIA E IL PROCURATORE CERCAVANO DETTAGLI SUL “RUSSIAGATE”, CHE TRUMP RITENEVA FOSSE PARTITO DALL’ITALIA (REMEMBER MIFSUD?). INVECE, DAI SERVIZI ITALIANI AVREBBERO RICEVUTO "SOFFIATE" PER SALVARE DA EVENTUALI REATI IL LORO DONALD, QUELLO CHE CHIAMAVA CONTE "GIUSEPPI" AUGURANDOGLI DI RESTARE A PALAZZO CHIGI...

FERMI TUTTI: IL PROGRESSISTA MICHELE SERRA È D’ACCORDO CON IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA NORDIO SULLE INTERCETTAZIONI – “DAI TEMPI DI TANGENTOPOLI LA SINISTRA HA SPOSATO UNA SPECIE DI SCORCIATOIA GIUDIZIARIA. CIÒ CHE NON POTEVA ESSERE AFFRONTATO POLITICAMENTE TROVAVA UNA INSPERATA SOLUZIONE GIUDIZIARIA” – LA STOCCATA AI COLLEGHI GIORNALISTI ACCUSATI DI VOYEURISMO: “LE INTERCETTAZIONI SONO UNO STRUMENTO DI VIOLENZA MEDIATICA. SE IL COLPEVOLE FINISCE IN GALERA O SPUTTANATO SUI GIORNALI, PER LUI QUELLO È RISCHIO D'IMPRESA. MA SE SUCCEDE ALL'INNOCENTE, QUELLO È UN UOMO MORTO…”

COME MAI TUTTA ‘STA PREMURA PER L’ALGERIA? – IN UN ANNO CI SONO STATE BEN QUATTRO CERIMONIE IN ONORE DELL’AMICIZIA TRA L’ITALIA E IL PAESE AFRICANO: DRAGHI, MELONI E MATTARELLA SONO STATI BEN ATTENTI A INCENSARE IL PRESIDENTE TEBBOUNE. LA CONVENIENZA È RECIPROCA. NOI ABBIAMO UN DRAMMATICO BISOGNO DI GAS E LORO DI ARMI - DITE A MELONI & C. CHE LA GEOPOLITICA EUROPEA VUOLE CHE IL PRIMO ACCORDO DEBBA ESSERE FATTO CON LA FRANCIA E L'ALGERIA NON E' BEN VISTA DALLE PARTI DELL'ELISEO...