“STRISCIA” TRASMETTE UN CLAMOROSO FUORIONDA DI MATTEO RENZI AL TG5 - MENTRE SI DIFENDE DALLE ACCUSE PIOVUTE PER L'INCHIESTA SULLA FONDAZIONE OPEN, MATTEUCCIO SI LANCIA: "SICCOME SONO UN CITTADINO CHE HA DECISO DI DENUNCIARE DELLE PERSONE, A COMINCIARE DA TRAVAGLIO DEL FATTO, MI SONO RIVOLTO PROPRIO A QUEI GIUDICI, AL DOTTOR CREAZZO, CHIEDENDO IN PRIMIS PERCHÉ NON MI STATE..." - POI SI FERMA: "STAVO PER DIRE LA VERITÀ, MA NON SI PUÒ DIRE" - VIDEO - LA BATTUTACCIA A BONAFEDE: “NON CAPISCE UN C…”

Condividi questo articolo


 

LINK AL VIDEO INTEGRALE

https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/il-fuorionda-stavolta-vero-di-renzi_62711.shtml

 

Da www.liberoquotidiano.it

 

IL FUORIONDA DI MATTEO RENZI AL TG5 IL FUORIONDA DI MATTEO RENZI AL TG5

Un clamoroso fuorionda di Matteo Renzi al Tg5. Un fuorionda di cui dà conto Striscia la Notizia, sottolineando come si tratti di un video vero, non di uno dei deepfake a cui il tg satirico ci ha ormai abituato. Le immagini sono state trasmesse nel corso della trasmissione di giovedì 12 dicembre. Il leader di Italia Viva si difende dalle accuse piovute per l'inchiesta sulla fondazione Open e annuncia battaglia legale contro chi, a suo giudizio, lo ha diffamato.

 

IL FUORIONDA DI MATTEO RENZI AL TG5 IL FUORIONDA DI MATTEO RENZI AL TG5

Per esempio Marco Travaglio, direttore del Fatto Quotidiano: "Siccome sono un cittadino che ha deciso di denunciare delle persone, a cominciare da Travaglio del Fatto, mi sono rivolto proprio a quei giudici, al dottor Creazzo, chiedendo in primis perché non mi state...". Dunque Renzi si interrompe e afferma: "Stavo per dire la verità, ma non si può dire". Frase assai sospetta, soprattutto alla luce di quello che poi è andato in onda, ovvero: "Io mi fido del dottor Creazzo. A lui il compito di aprire o no una procedura per diffamazione nei confronti dI Travaglio. Figuriamoci se non mi fido di lui, aprirà sicuramente un procedimento". Ma non è tutto: nelle battute finali del servizio, ecco che arrivano da parte di Renzi giudizi assai poco lusinghieri su Alfonso Bonafede, il ministro della Giustizia, il quale "spesso quando parla non capisce di cosa sta parlando".

IL FUORIONDA DI MATTEO RENZI AL TG5 IL FUORIONDA DI MATTEO RENZI AL TG5

 

Condividi questo articolo

politica

“SE LETTA VA ALLA SEGRETERIA GENERALE DELLA NATO TEMPO SEI MESI I RUSSI ARRIVANO IN PORTOGALLO” – RENZI, CHE TALENTO SPRECATO: POTEVA FARE IL COMICO, CE LO DOBBIAMO SORBIRE IN POLITICA! MATTEUCCIO SPERNACCHIA ENRICHETTO: “NON HO NESSUN PROBLEMA PERSONALE CON LUI. HA DETTO ‘NON VOGLIO RENZI PERCHÉ MI STA ANTIPATICO. BERLUSCONI INECE HA DETTO 'DEVI VENIRE CON NOI'’” – POI APRE A UN EVENTUALE APPOGGIO A UN GOVERNO DI CENTRODESTRA: “SE CI SARÀ UN PROBLEMA CERCHEREMO DI DARE UNA MANO COME ABBIAMO FATTO CON DRAGHI” – IL DAGO-SCENARIO: COME, INSIEME A UN GRUPPO DI FORZISTI, VUOLE IMPEDIRE A GIORGIA MELONI DI ANDARE A PALAZZO CHIGI…

SCENARI DI FANTA-POLITICA - LA STRATEGIA SOGNATA DA ITALIA VIVA, CON L’APPOGGIO DI UN GRUPPO DI FUTURI EX PARLAMENTARI DI FORZA ITALIA (CAPITANATI DAL SENATORE LUIGI CESARO, AI PIÙ NOTO COME GIGGINO 'A PURPETTA) È QUELLA DI INFILARE “CAVALLI DI TROIA” NELLE LISTE DI FORZA ITALIA, GRAZIE ALLE COPERTURE OFFERTE DAI CONGIURATI AZZURRI - APPENA ELETTI, I NEO-PARLAMENTARI DOVREBBERO PASSARE IN UN NEO GRUPPO DI CENTRO, DA COSTITUIRE APPOSITAMENTE - L’OBIETTIVO E’ AZZOPPARE IL CENTRODESTRA E IMPEDIRE A GIORGIA MELONI DI ANDARE A PALAZZO CHIGI (BERLUSCONI SA DI QUESTO FANTA-PROGETTO?)