LA LUNA DI MIELE RISCHIA DI DIVENTARE DI FIELE: LA FIDUCIA NEL GOVERNO “DUCIONI” TOCCA IL 44%, IL LIVELLO PIÙ BASSO DAI TEMPI DEL CONTE PRE-COVID. QUASI 10 PUNTI IN MENO, RISPETTO A UN ANNO FA. IL CONSENSO PERSONALE PER GIORGIA MELONI CALA DI 6 PUNTI – L’ASSENZA DI ALTERNATIVE MANTIENE STABILE FRATELLI D’ITALIA, CHE SCENDE DI “SOLO” 2 PUNTI – GLI ITALIANI STANNO CON GLI AGRICOLTORI: OTTO SU 10 CONDIVIDONO LA PROTESTA DEI TRATTORI...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Ilvo Diamanti per “la Repubblica”

 

giorgia meloni giorgia meloni

Viviamo in tempi incerti. […] E l’incertezza coinvolge tutti gli ambienti politici. E sociali.

La fiducia verso il governo, anzitutto, ha toccato il livello più basso, dai tempi del secondo governo Conte. Dunque, da febbraio 2020.

 

Attualmente è scivolata al 44%: quasi 10 punti in meno, rispetto a un anno fa. Sul piano elettorale, però, le conseguenze appaiono molto più limitate. In quanto il partito della premier Giorgia Meloni, i Fratelli d’Italia (FdI), è sceso di soli 2 punti, rispetto a un anno fa.

E supera ancora, di poco, il risultato ottenuto alle Politiche, nel settembre 2022. Dall’altra parte, però, l’opposizione si conferma un campo “diviso”.

 

valutazioni favorevoli sul governo serie storica sondaggio demos per repubblica valutazioni favorevoli sul governo serie storica sondaggio demos per repubblica

E, quindi, certamente “non largo”. Il Pd è sceso al 19,6%. Poco meno, rispetto allo scorso novembre. Dopo avere recuperato costantemente nell’ultimo anno. Mentre il M5S è ri-salito al 16,9 %. Dietro, cambia poco. Gli altri partiti, infatti, restano lontani. Sotto il 10%. La Lega intorno all’ 8%, FI al 7%. Europa Verde, i Verdi e la Sinistra si fermano al 3,5%, mentre Azione e Italia Viva restano ai margini. Fra il 3 e il 4%. Rigorosamente divisi. […]

 

gli elettori e le proteste sondaggio demos per repubblica gli elettori e le proteste sondaggio demos per repubblica

Se osserviamo il gradimento verso i principali leader, […]non si vedono figure in chiara “crescita di consenso”. Al contrario. Negli ultimi mesi, quasi tutti i leader mostrano perdite (più o meno) limitate.

 

Per prima, la premier, Giorgia Meloni. Pur confermandosi la “più gradita” agli italiani, il “gradimento” nei suoi confronti si riduce di 6 punti e scende al 44%. Più indietro, il segretario di FI, Antonio Tajani, […] scende, a sua volta, di 6 punti e si ferma al 37%.

 

Ma tutti i leader dimostrano un “andamento lento”. Solo Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra Italiana, vede risalire il proprio consenso di alcuni punti. Per la precisione, 4. E arriva al 24%, senza staccarsi di molto dal “fondo” classifica. Poco più sopra, si colloca Elly Schlei. Nel Pd e sul piano politico nazionale. […] si accentua la pressione sul Pd da parte del M5s. Il cui segretario, Giuseppe Conte, ottiene un grado di consenso “personale” molto più elevato (40).

 

PROTESTA DEI TRATTORI PROTESTA DEI TRATTORI

[…] la frammentazione rimane elevata. Nell’opposizione, in particolare. Viste le tensioni aperte fra Pd, M5s e Terzo Polo - a sua volta diviso. Ma i contrasti e le divisioni sono evidenti – e crescenti - anche nella maggioranza, visto che appare difficile considerare FdI e Lega veri alleati.

 

Il problema è che, da tempo, siamo in campagna elettorale. In vista delle elezioni europee di giugno. Alle quali potrebbero candidarsi le leader dei principali partiti italiani. Giorgia Meloni ed Elly Schlein, per pr ime. Utilizzando l’Europa come un’occasione di confronto. E verifica degli attuali rapporti di forza.

 

stime elettorali sondaggio demos per repubblica stime elettorali sondaggio demos per repubblica

[…] l’insicurezza è alimentata anche, e soprattutto, dalle manifestazioni promosse e organizzate in Italia e in Europa da settori e ambienti sociali che reagiscono contro le difficoltà politiche ed economiche di questo periodo. La protesta dei trattori […] è condivisa da quasi 8 italiani su 10. Un sostegno inferiore, di poco, solo allo sciopero di medici e infermieri, contro la carenza di personale sanitario. Mentre si dicono d’accordo con le proteste dei sindacati verso le politiche economiche del governo circa 2 persone su 3.

 

Infine, l’iniziativa dei giovani di Ultima Generazione, per sensibilizzare sui problemi dell’ambiente e del clima, ottiene un grado di approvazione più ridotto (circa 20%).  […]

GIORGIA MELONI - WORLD SKATE GAMES - MONTESILVANO GIORGIA MELONI - WORLD SKATE GAMES - MONTESILVANO PROTESTA TRATTORI PROTESTA TRATTORI protesta degli agricoltori sui trattori a orte protesta degli agricoltori sui trattori a orte protesta degli agricoltori sui trattori a orte protesta degli agricoltori sui trattori a orte MARIA ELISABETTA ALBERTI CASELLATI - GIORGIA MELONI MARIA ELISABETTA ALBERTI CASELLATI - GIORGIA MELONI

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO