MAI DIRE RAI - TE LA DO IO LA STAFFETTA: GUERRA TOTALE TRA IL DEMOCRISTO SERGIO E IL MELONIANO ROSSI – PRIVO COM'E' DEI FONDAMENTALI DELLA CULTURA ROMANA DEL POTERE (CHE ABORRE LA PROTERVIA), ROSSI È FINITO INTRAPPOLATO DALL'ASSE SERGIO-CHIOCCI-VESPA (PIU' MARIO ORFEO) - E IL FESTIVAL CI FINISCE IN MEZZO. SALVINI ATTACCA FDI SUL TRENO SPECIALE PER SANREMO VOLUTO DA ROSSI. IL VERO OBIETTIVO DELLA LEGA SONO I VERTICI DELLE FERROVIE, MA CONTENDERE LA RAI A MELONI È D’UOPO PER AVERNE ALMENO LA PRESIDENZA E ALCUNE DIREZIONI...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Antonella Baccaro per il "Corriere della Sera"

 

roberto sergio giampaolo rossi roberto sergio giampaolo rossi

Ormai è chiaro a tutti che i giocatori in partita, da tempo, non sono più loro due. Ancor prima che […] l’amministratore delegato della Rai Roberto Sergio e il direttore generale Giampaolo Rossi annunciassero insieme la data di approvazione del bilancio 2023 (il 17 aprile prossimo) — con questo lanciando di fatto la corsa alla loro successione — intorno alla Rai si è scatenata la tempesta perfetta.

 

[…] Roberto e Giampaolo, i due amici di una vita (il primo era discepolo del padre del secondo), che avevano siglato un patto amichevole per scambiarsi i posti nel prossimo mandato, si ritrovano a dubitare l’uno dell’altro. Non senza turbamenti psicosomatizzati. Lo si è visto in questi giorni, in cui ad e dg avrebbero dovuto stare vicini in platea e godersi il successo.

 

E invece fanno la staffetta: il dg ha sostituito all’ultimo minuto sul treno speciale delle polemiche per Sanremo l’ad, ricoverato al San Carlo di Nancy per «una violenta alterazione dello stato di salute» (sic nel suo comunicato). La prima sera del Festival i due sono stati avvistati distanti in platea, dove forse s’incontreranno per l’ultima. Per il resto è quasi silenzio.

 

fiorello roberto sergio fiorello roberto sergio

A riempirlo, ci pensano quelle che ormai sono le opposte tifoserie. La vulgata vuole che la Lega abbia messo gli occhi su Sergio per sottrarre a Rossi la poltrona di ad che gli è stata promessa dalla premier Giorgia Meloni, di cui è uomo di comprovata fiducia.

 

Rossi è uomo riservato, poco incline ad apparire. Ma in silenzio ha costruito una forte rete di alleanze: con tutta la dirigenza innanzitutto; con Forza Italia, grazie agli ottimi rapporti che lo legano da sempre ai manager di Mediaset; con il M5S, un feeling che passa attraverso la presidente della Vigilanza, Barbara Floridia. Ma anche con qualche emissario del Pd che, interrogato, lo negherebbe fino alla morte.

 

giampiero rossi roberto sergio giampiero rossi roberto sergio

La Lega […] lo ha messo nel mirino in quello schema che riproduce in ogni trattativa, in cui punta al massimo per ottenere comunque qualcosa. Già, perché il vero obiettivo della Lega sono le Ferrovie, ma contendere la Rai a Meloni è d’uopo per averne almeno la presidenza e alcune direzioni.

 

Roberto Sergio di fronte alla lettura che lo vuole in corsa sostenuto dalla Lega s’indigna: dice che è «a disposizione del Paese» e che a metterlo contro l’amico Giampaolo sono i suoi, che fanno circolare veline avvelenate.

 

L’ad finora si è mosso bene: ottimi i rapporti col sindacato, che ha convocato appena insediato; buona la relazione con Gianni Letta, con cui condivide la genesi del premio Laurentum; promettenti, i contatti con l’opposizione (M5S ma anche Pd) grazie a un’infornata di nomine tra le vicedirezioni. Esagerata la sintonia con Fiorello, che ogni tanto veicola qualche sua freccia avvelenata.

 

LUIGI CORRADI - GIAMPAOLO ROSSI LUIGI CORRADI - GIAMPAOLO ROSSI

La Lega non è mai stato il suo riferimento. Ma, da quando si dice che il consigliere di amministrazione del Carroccio Igor De Biasio avrebbe riunito i suoi per sostenere la conferma di Sergio come ad, i sospetti lo inseguono.

 

La guerra è totale. E Sanremo ci finisce in mezzo. Lega e FdI si contrappongono sulla protesta degli agricoltori: i primi sostenendoli, i secondi sminuendoli  […]  

 

Ma intanto le tifoserie litigano su tutto: la Lega attacca la Rai per il treno speciale per Sanremo, FdI invece protesta per la sponsorizzazione occulta della scarpe di John Travolta. In mezzo, Roberto e Giampaolo. E l’incubo peggiore: restare insieme o cadere insieme.

Igor De Biasio Igor De Biasio roberto sergio marinella soldi roberto sergio marinella soldi fiorello roberto sergio fiorello roberto sergio LA NUOVA RAI MELONIANA - VIGNETTA BY ELLEKAPPA LA NUOVA RAI MELONIANA - VIGNETTA BY ELLEKAPPA marinella soldi roberto sergio giampaolo rossi simona agnes marinella soldi roberto sergio giampaolo rossi simona agnes roberto sergio foto di bacco roberto sergio foto di bacco roberto sergio foto di bacco roberto sergio foto di bacco giampaolo rossi roberto sergio carlo conti foto di bacco giampaolo rossi roberto sergio carlo conti foto di bacco

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…