IL MARCHESE FULVIO ABBATE: "BELLA L'IDEA DI PORTARE LE PECORE NEI PARCHI DI ROMA, MI AUGURO ARRIVINO A PIAZZA NAVONA INSIEME AI CAPIBARA - GLI INTELLETTUALI DI SINISTRA SONO COMPLESSATI SESSUALI A VOCAZIONE POLIZIESCA. NESSUNO DICE UNA PAROLA CONTRO I BARBARI CHE VOGLIONO SPARARE SUI BARCONI E SUI MIGRANTI - SAPELLI? AVREBBE POTUTO DARCI GRANDI SODDISFAZIONI A PALAZZO CHIGI”

-

Condividi questo articolo


FULVIO ABBATE FULVIO ABBATE

Da www.radiocusanocampus.it

 

Il marchese Fulvio Abbate è intervenuto oggi ai microfoni di ECG, il programma di Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università Niccolò Cusano. Fulvio Abbate sull'idea di utilizzare le pecore a Roma per arginare il problema dell'erba alta nei parchi: "E' un'idea maoista, portare le campagne in città. I maoisti prendevano i cittadini e li mandavano in campagna. In questo caso il Movimento Cinque Stelle nella persona della Sindaca Raggi ha invertito la tendenza.

virginia raggi virginia raggi

 

Mi auguro che le pecore arrivino anche a Piazza Venezia, è un'immagine suggestiva dal punto di vista cristologico. Bisogna ringraziare questi bravissimi amministratori dell'urbe perché portano poesia nel nostro quotidiano. Spero che dopo le pecore facciano arrivare anche i capibara, roditori molto simpatici ed erbivori, i topi più grandi al mondo. E poi i canguri a via del Corso, perché no? E' una forma di immaginazione al potere".

 

Sul contratto tra Lega e M5S: "Qui non siamo neanche al compromesso prima di un rogito. E poi il contratto è una stipula privata. Cosa mi frega a me di quanti barconi vogliono mitragliare i leghisti, che sono razzisti, e quanti invece barconi vogliono supportare con le pecore i Cinque Stelle? E' irrilevante. Devono andare lì e governare. Se ne sono all'altezza. Se non ne sono all'altezza, devono morire politicamente in modo fiero.

GIULIO SAPELLI GIULIO SAPELLI

 

Come i fratelli Bandiera. Nella bozza c'è tutto e il contrario di tutto. Il prof.Sapelli avrebbe potuto darci grandi soddisfazioni, potevano farci dono di questa esperienza. Sarebbe stato belle vedere il prof.Sapelli a Palazzo Chigi, di lui ho una stima massima. Invece finirà che metteranno Casalino. Dicono che occorre un premier politico, ma i cinque stelle non hanno politici. Dove lo vanno a cercare un politico?"

 

Sulla sinistra: "Ci sono complessati sessuali a vocazione poliziesca. Ce l'ho con la sinistra intellettuale. Avete visto gli intellettuali di sinistra in questo momento dire una parola? Non ho sentito una parola, fosse anche un insulto. Perché la sinistra, della quale io ignobilmente faccio parte, ha paura dei barbari. Perché oggettivamente quelli che sognano di sparare sui migranti e sui barconi sono dei barbari. Non ho sentito nessuno, a parte me, una figura eminente del mondo intellettuale di sinistra dire una sola parola dirimente".

 

Condividi questo articolo

politica

PANETTA E TULIPANI – SECONDO “DOMANI” GIORGIA MELONI AVREBBE INCASSATO UN OK DI MASSIMA DA FABIO PANETTA, IL MEMBRO DEL BOARD DELLA BCE, A DIVENTARE NUOVO MINISTRO DELL’ECONOMIA – A QUESTO PUNTO LA DRAGHETTA HA DECISO DI BRUCIARE I TEMPI E “D’ACCORDO CON IL QUIRINALE” FARÀ DI TUTTO PER OTTENERE LA FIDUCIA DEL SUO GOVERNO GIÀ IL 18 OTTOBRE – MA RESTANO ANCORA MOLTI NODI DA SCIOGLIERE, A PARTIRE DA SALVINI, A CUI DONNA GIORGIA HA PROPOSTO IL MISE E IL LAVORO PER FARLO DESISTERE DALL'OSSESSIONE DI TORNARE AL VIMINALE...

VIENI AVANTI, BAFFINO! D'ALEMA, CHE HA VOTATO CONTE MA HA RIEMPITO LE LISTE DEM DI SUOI FEDELISSIMI, RISCHIA DI VINCERE IL CONGRESSO PD COME REGISTA OCCULTO DEL CAMPO LARGO E DELL’ALLEANZA TRA DEM E 5 STELLE – “IL RIFORMISMO È UNA PAROLA TALMENTE AMBIGUA DA ESSERE DIVENTATA IMPRONUNCIABILE” - "GIUSEPPI" È L'UNICO CHE ANCORA CHIEDE CONSIGLIO AL "LIDER MAXIMO" E SI FA INDIRIZZARE DA LUI SULLE SCELTE FONDAMENTALI: DALL'ADESIONE ALLA VIA DELLA SETA ALLA NOMINA DI DOMENICO ARCURI, DAI RIFORNIMENTI DI MASCHERINE E RESPIRATORI CINESI FINO ALLA LINEA PRO-PUTIN MASCHERATA DA PACIFISMO...

LA "DUCETTA" SI E’ ROTTA LE PALLE DELL’OSSESSIONE DI SALVINI PER IL VIMINALE: “I PROBLEMI SONO GRANDI, NON CI DORMO LA NOTTE, SERVIREBBE SERIETÀ”. MA "IL TRUCE", INCURANTE DELLA DISFATTA ELETTORALE, CONTINUA A CHIEDERE 4 MINISTERI (TRA CUI L’INTERNO) DA AFFIDARE NON A TECNICI D’AREA COME E’ NELLE INTENZIONI DELLA MELONI, MA A POLITICI. E LANCIA LA SFIDA FINALE A DONNA GIORGIA: "ACCETTO UN NO PER IL VIMINALE SOLO DAL COLLE" – IL VIDEO DELLA MELONI SENZA VOCE: “SUI TEMPI DELL’ESECUTIVO, CHIEDETE AL COLLE, NON A ME” – VIDEO