I PALESTINESI HANNO NUOVI DIFENSORI D'UFFICIO: GHALI, GABRIELE MUCCINO E DI BATTISTA – IL REGISTA POSTA SUI SOCIAL UNA BANDIERA ISRAELIANA, CON INNO DI MAMELI PER MOSTRARE VICINANZA ALLE PAROLE DI GHALI (“STOP AL GENOCIDIO”) E CONTRO IL COMUNICATO DELLA RAI A DOMENICA IN - IL POST PRO PALESTINA DI MUCCINO INCASSA IL “MI PIACE” DAL PROFILO UFFICIALE DEI NEGRAMARO E QUELLO DI ALESSANDRO DI BATTISTA CHE SCRIVE: “BRAVISSIMO”

-

Condividi questo articolo


Da corriere.it - Estratti

 

ghali ghali

L’ondata Sanremo continua. Su Instagram c’è un post muto di Gabriele Muccino: c’è una foto della bandiera israeliana ma con l’inno di Mameli come sottofondo. Il riferimento molto probabilmente è alla polemica sollevata dal comunicato letto domenica pomeriggio, in diretta dal Teatro Ariston, su Rai1 da Mara Venier e firmato dall’amministratore delegato della Rai, Roberto Sergio.

 

Era un messaggio di vicinanza a Israele e alle vittime ebree del 7 ottobre per mano di Hamas che la conduttrice ha letto per «bilanciare» le parole pronunciate da Ghali dal palco dell’Ariston . La sera della finale del festival di Sanremo, infatti, l’artista, al termine della sua esibizione, aveva chiesto lo «stop al genocidio». Il post pro Palestina di Muccino, regista dell’«Ultimo bacio», incassa il «mi piace» dal profilo ufficiale dei Negramaro e quello di Alessandro Di Battista che scrive: «Bravissimo».

gabriele muccino foto di bacco gabriele muccino foto di bacco

 

Gabriele Muccino non è nuovo a questo tipo di messaggi. Lo scorso gennaio sempre su Instagram, si rivolse ai suoi follower con una serie di post. Uno su tutti: l’intervento europeo sul Mar Rosso. «L’Italia entra in guerra» scrisse Muccino dopo la decisione del governo italiano di prendere parte con Francia e Germania a una missione navale armata nel Mar Rosso

MEME SULLO STOP AL GENOCIDIO DI GHALI A SANREMO MEME SULLO STOP AL GENOCIDIO DI GHALI A SANREMO di battista di battista

 

(...)

gabriele muccino foto di bacco (2) gabriele muccino foto di bacco (2) ghali 56 ghali 56

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO