UN PASSATO NEI BOSCHI - LA POSIZIONE DI BABBO PIER LUIGI È AL VAGLIO DEI PM PER IL CASO ETRURIA, MA IL ''BANCHIERE CONTADINO'' FU INDAGATO SEI ANNI FA PER TURBATIVA D'ASTA ED ESTORSIONE. VENNE DUE VOLTE PROSCIOLTO SU RICHIESTA DEL MAGISTRATO ROBERTO ROSSI, CHE OGGI INDAGA SU ETRURIA (ED È CONSULENTE DI PALAZZO CHIGI)

La vicenda, che fino al 2014 coinvolse Pier Luigi Boschi e altri otto indagati, riguardava la compravendita, nel 2007, di una grande tenuta agricola dall’Università di Firenze. Malgrado il proscioglimento, restano senza risposta due domande, relative a 250mila euro che un successivo acquirente affermò di avere personalmente consegnato a Boschi...

Condividi questo articolo


lorenzo rosi pier luigi boschi lorenzo rosi pier luigi boschi

Da ''Panorama'' in edicola domani

 

       La posizione di Pier Luigi Boschi, ex vicepresidente di Banca Etruria, è al vaglio della Procura di Arezzo insieme a quella di altri membri del disciolto consiglio d’amministrazione. Non sarebbe comunque la prima volta che il padre del ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, si trova indagato.

 

andrea scanzi twitta le cariche di pier luigi boschi andrea scanzi twitta le cariche di pier luigi boschi

       Nel numero in edicola da domani, giovedì 21 gennaio, il settimanale Panorama ricostruisce nei dettagli una vicenda giudiziaria risalente a sei anni fa, nella quale Boschi padre fu indagato ad Arezzo per i reati di turbativa d’asta ed estorsione, e venne per due volte prosciolto su richiesta del magistrato Roberto Rossi, oggi divenuto procuratore della città toscana, nonché lo stesso magistrato che oggi indaga sul dissesto di Banca Etruria e che è stato consulente del governo Renzi.

IL PATRIMONIO DI PIER LUIGI BOSCHI BY FRANCO BECHIS E LIBERO IL PATRIMONIO DI PIER LUIGI BOSCHI BY FRANCO BECHIS E LIBERO

 

       La vicenda, che fino al 2014 coinvolse Pier Luigi Boschi e altri otto indagati, riguardava la compravendita, nel 2007, di una grande tenuta agricola posseduta dall’Università di Firenze. Malgrado il proscioglimento, restano senza risposta due domande, relative a 250 mila euro in contanti che un successivo acquirente di parte della tenuta affermò di avere personalmente consegnato a Boschi. Da una parte non si sa dove siano effettivamente finiti quei soldi, ma non si sa nemmeno perché la Procura di Arezzo non abbia mai indagato per calunnia chi affermava fossero stati versati.

ROBERTO ROSSI ROBERTO ROSSI

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

“I TEMI DELL'ECONOMIA E DEL FISCO POTRANNO ESSERE DECISIVI PER VINCERE LE ELEZIONI” - ALESSANDRA GHISLERI: “MA CI SONO ALTRI DUE FILONI ABBANDONATI, CHE POTREBBERO SPOSTARE VOTI, SE BEN ARGOMENTATI: I GIOVANI, CHE NON SI SENTONO COINVOLTI DALLA POLITICA. E I VACCINI. ORA NON NE PARLA NESSUNO, MA DA UNA NOSTRA RICERCA CI RISULTA UNA QUANTITÀ SUPERIORE ALLE ASPETTATIVE DI CONTRARI ALLA QUARTA DOSE - GLI ELETTORI MOSTRANO INSOFFERENZA PER LE NARRAZIONE GENERICHE. C’E’ GRAN BISOGNO DI CONCRETEZZA, DI MISURE DETTAGLIATE. MI DEVI SPIEGARE COME VUOI FARE QUELLA LEGGE, DA DOVE PRENDI I SOLDI PER NON FARE SALIRE IL DEBITO…”

L’AGENDA DRAGHI? 434 DECRETI ATTUATIVI ARRETRATI! – IL GOVERNO CHE USCIRÀ DALLE ELEZIONI DEL 25 SETTEMBRE SI TROVERÀ SUL GROPPONE UNA MAREA DI NORME DA ATTUARE PER RENDERE OPERATIVE LE RIFORME DI “MARIOPIO” E GLI OBIETTIVI LEGATI AL PNRR. SE NON SARANNO CENTRATI ENTRO DICEMBRE, RISCHIA DI SALTARE LA RATA DA 19 MILIARDI DEL RECOVERY FUND – L’ACCELERAZIONE IMPRESSA DAL SOTTOSEGRETARIO GAROFOLI NON È BASTATA PER METTERSI IN PARI: DAI DUE GOVERNI CONTE ERANO "AVANZATI" 487 DECRETI...