PD ALLA RESA DEL CONTE – IL NAZARENO VUOLE FAR SCENDERE IN CAMPO “GIUSEPPI” CON UNA LISTA IN UN’EVENTUALE COALIZIONE ALLARGATA DI CENTROSINISTRA, MA A PATTO CHE PORTI ALMENO UN 6% DI VOTI DI ELETTORI CHE NON VOTEREBBERO PD – IL PREMIER CON LA POCHETTE PERÒ NON È MOLTO CONVINTO. TE CREDO, HA PAURA DI FARE LA FINE DI UN MONTI QUALUNQUE…

-

Condividi questo articolo

 

 

giuseppe conte a dimartedi' 3 giuseppe conte a dimartedi' 3

Marco Antonellis per Dagospia

 

PD, lista Conte sì purché porti anche voti (almeno un  6%): questi sono i ragionamenti che si fanno in queste ore tra i maggiorenti del Nazareno. Insomma, per l'attuale premier Conte non ci sono né ci saranno cambiali in bianco; c'è interesse ad averlo in coalizione a patto che possa portare almeno un certo numero voti e che soprattutto non vada in sovrapposizione con l'attuale elettorato del PD.

giuseppe conte nicola zingaretti 1 giuseppe conte nicola zingaretti 1

 

Dal Nazareno spiegano che "il PD è un partito storicamente generoso ed è disposto a sacrificarsi per i propri alleati; quindi è disposto anche a perdere qualcosa in termini elettorali purché alla fine il saldo sia positivo. Insomma, un 2% in meno alla lista del PD potrebbe essere giustificato solo dal fatto che l'attuale Premier con una sua eventuale lista ottenga almeno un 6/8% in modo da intercettare elettori che non voterebbero Pd".

GIUSEPPE CONTE INCONTRA BEPPE GRILLO GIUSEPPE CONTE INCONTRA BEPPE GRILLO

 

roberto speranza nicola zingaretti vincenzo bianconi luigi di maio giuseppe conte roberto speranza nicola zingaretti vincenzo bianconi luigi di maio giuseppe conte

Niente cambiali in bianco, dunque, per Giuseppi. Ma c'è di più perché l'idea che si sta facendo strada all'interno del Nazareno in queste ore è quella di legare la futura leadership della coalizione di centrosinistra (in caso di  elezioni politiche) proprio alla presentazione di una lista elettorale. Come a dire che la lista sarà per Conte  la "condicio" irrinunciabile per poter aspirare a qualsiasi altro ruolo all'interno del centrosinistra ("se vuoi essere leader di coalizione devi essere già leader di qualcosa di tuo"). Ma Conte, diversamente dai maggiorenti Pd, non è assolutamente convinto di questa soluzione (non per niente ha fatto sapere a stretto giro di posta che resterà in politica ma non fonderà un partito): il ricordo della "meteora" Mario Monti è ancora troppo forte.

giuseppe conte pierluigi bersani 2 giuseppe conte pierluigi bersani 2 giuseppe conte 1 giuseppe conte 1 OLIVIA PALADINO E GIUSEPPE CONTE OLIVIA PALADINO E GIUSEPPE CONTE ROCCO CASALINO GIUSEPPE CONTE ROCCO CASALINO GIUSEPPE CONTE

 

Condividi questo articolo

politica