LE PEN PER FOCACCIA - IL “FRONT NATIONAL” NON VOLA SOLO NEI SONDAGGI, LO FA ANCHE NELL’URNA: IL SUO CANDIDATO VINCE IL BALLOTTAGGIO DELLE CANTONALI DI BRIGNOLES

Il test è modesto ma segna un punto: il partito di Marine Le Pen ha battuto al ballottaggio il candidato della destra Ump, che aveva incassato anche il sostegno dalla sinistra - È la dimostrazione che il “FN” attira molti elettori moderati mentre Hollande è ai minimi storici di gradimento…

Condividi questo articolo

Alberto Mattioli per "La Stampa"

marine le penmarine le pen

Nuovo campanello d'allarme per i partiti dell'arco costituzionale francese e nuovo trionfo per il Front national. Ieri il suo candidato ha vinto il ballottaggio delle cantonali di Brignoles, nel dipartimento del Var (sud-est, non lontano dall'Italia): Laurent Lopez è stato eletto con il 53,9% dei voti contro il 46,1 di Catherine Delzers, candidata dell'Ump, destra moderata. La gauche, divisa, era stata eliminata al primo turno.

marine le penmarine le pen

Il test, in sé, è modesto. Brignoles è una cittadina di 17 mila abitanti, con una forte immigrazione araba, dove l'estrema destra ha sempre ottenuto buoni risultati e dove già al primo turno monsieur Lopez aveva incassato il 40,4% dei voti. Ma, a pochi mesi dalle amministrative di marzo, il segnale è importante e preoccupante.

MARINE LE PENMARINE LE PEN

Tanto più che la sinistra aveva giocato la carta del «fronte repubblicano», invitando i suoi elettori a votare al secondo turno per la candidata dell'Ump (il partito sarkozysta, dal canto suo, diviso su tutto, lo è anche sulla linea da adottare in casi simili). Il punto è che l'appello è anche stato ascoltato: se al primo turno avevano votato in pochissimi, il 33,4%, ieri è andato alle urne il 45,2% degli elettori.

Marine Le PenMarine Le Pen

Ma evidentemente non è bastato. È la dimostrazione che il Front national è ormai capace di attrarre elettori moderati e del resto la sua leader, Marine Le Pen, ormai punta apertamente all'Eliseo e minaccia di querelare chiunque dica o scriva che il suo è un partito di estrema destra. Ieri ha festeggiato parlando di «svolta» e di «morte del fronte repubblicano». A destra c'è preoccupazione; a sinistra, panico. In un anno, la gauche ha perso otto legislative parziali e tre cantonali e François Hollande è ai minimi storici di gradimento. Il pronostico per le amministrative non è dei più incoraggianti.

FRANCOIS HOLLANDEFRANCOIS HOLLANDE

 

FRANCOIS HOLLANDE E MARIO MONTI jpegFRANCOIS HOLLANDE E MARIO MONTI jpeg

 

Condividi questo articolo

politica