1. PRIMO DISASTRO PER RENZI: SI DIMETTE IL MINISTRO FEDERICA GUIDI (POI TOCCA ALLA BOSCHI)
2. INTERCETTATA PER L'INCHIESTA PETROLI: "DOVREMMO RIUSCIRE A METTERE DENTRO QUELL'EMENDAMENTO AL SENATO, SE È D'ACCORDO ANCHE 'MARIAELENA' (BOSCHI, NDR)": COSÌ LA MINISTRA DELLO SVILUPPO ECONOMICO FEDERICA GUIDI DISSE AL TELEFONO AL FIDANZATO GIANLUCA GEMELLI, FACENDO GUADAGNARE 2,5 MILIONI DI SUBAPPALTI ALLE SUE AZIENDE
3. INSORGE BEPPE GRILLO: "LE DIMISSIONI DEL MINISTRO GUIDI SONO UN'AMMISSIONE DI COLPA, DIMOSTRANO IL COINVOLGIMENTO DEL MINISTRO BOSCHI E DEL BOMBA CHE FANNO L'INTERESSE ESCLUSIVO DEI LORO PARENTI, AMICI, DELLE LOBBY E MAI DEI CITTADINI. DEVONO DIMETTERSI SUBITO: LA MISURA È COLMA. CHE ALTRO DEVE SUCCEDERE PERCHÉ SI SCHIODINO DALLA POLTRONA QUESTI ABUSIVI NON ELETTI DA NESSUNO? I CITTADINI VENGONO PRIMA DEI PAPÀ BANCHIERI INDAGATI E DEI COMPAGNI PETROLIERI. BASTA SUPERCAZZOLE, BASTA BALLE"
 
 
 

Condividi questo articolo

 

maria elena boschi e federica guidi maria elena boschi e federica guidi

1. DIMISSIONI GUIDI, BEPPE GRILLO ATTACCA: "RENZI E BOSCHI COLLUSI, SE NE VADANO"

http://www.adnkronos.com

 

"Le dimissioni del ministro Guidi sono un'ammissione di colpa, dimostrano il coinvolgimento del ministro Boschi e del Bomba che fanno l'interesse esclusivo dei loro parenti, amici, delle lobby e mai dei cittadini. Devono seguire l'esempio della Guidi e dimettersi subito: la misura è colma. Che altro deve succedere perché si schiodino dalla poltrona questi abusivi non eletti da nessuno? I cittadini vengono prima dei papà banchieri indagati e dei compagni petrolieri. Basta battute, basta supercazzole, basta balle". Lo scrive Beppe Grillo sul blog.

Federica Guidi - Renzi - Boschi Federica Guidi - Renzi - Boschi

GUIDI GEMELLI GUIDI GEMELLI

 

"Renzie e la Boschi - aggiunge - devono presentarsi dinanzi al Parlamento, dire la verità sui favori alle banche, ai petrolieri e alle lobby e andarsene. Nella telefonata intercettata dai pm di Potenza nelle indagini sul traffico illecito di rifiuti, tra la ministra Guidi e il compagno Gemelli, si fa riferimento a un emendamento che era stato tolto dallo 'Sblocca-Italia' e che doveva essere reinserito nella legge di Stabilità 2015. 'Dovremmo riuscire a metterlo dentro al Senato, se Maria Elena (la ministra Boschi, ndr)) è d'accordo', afferma Guidi nella telefonata. Secondo i pm, l'emendamento avrebbe favorito le aziende di Gemelli, facendogli guadagnare 2,5 milioni di subappalti".

BOSCHI BOSCHI

 

RENZI GUIDI RENZI GUIDI

"La Guidi - prosegue il leader M5S - chiese l'avvallo della Boschi che - per blindarlo e assicurarsi che tutto andasse come doveva - inserì l'emendamento incriminato nel testo del maximendamento su cui poi, con il consenso del Bomba, pose la questione di fiducia. Un meccanismo perfetto ai danni dei cittadini. Tutti collusi. Tutti complici. Con le mani sporche di petrolio e denaro. Ora si capisce perché il Pd ed il governo incitano illegalmente all'astensione sul referendum delle trivelle in programma il prossimo 17 aprile: intacca gli interessi delle compagnie petrolifere e tutela i cittadini e l'ambiente. Il Bomba non può permetterlo. #RenzieBoschiACasa!", conclude.

BOSCHI RENZI BOSCHI RENZI

 

2. RENZI LA SCARICA, GUIDI SI DIMETTE, BOSCHI CITATA

Ansa.it

 

La ministra Federica Guidi si è dimessa dopo la bufera.  "Caro Matteo sono assolutamente certa della mia buona fede e della correttezza del mio operato. Credo tuttavia necessario, per una questione di opportunità politica, rassegnare le mie dimissioni da incarico di ministro. Sono stati due anni di splendido lavoro insieme. Continuerò come cittadina e come imprenditrice a lavorare per il bene del nostro meraviglioso Paese". E' quanto scrive la Guidi nella lettera inviata al presidente del Consiglio Matteo Renzi con la quale si dimette dal governo.

GUIDI RENZI GUIDI RENZI

 

renzi federica guidi renzi federica guidi

"E poi dovremmo riuscire a mettere dentro al Senato, se è d'accordo anche 'Mariaelena', quell'emendamento che mi hanno fatto uscire quella notte, alle quattro di notte": così la ministra dello Sviluppo economico Federica Guidi disse al telefono al compagno, Gianluca Gemelli, a proposito dell'emendamento che il governo stava per inserire nella Legge di Stabilità relativo ai lavori per il centro oli della Total in contrada 'Tempa rossa', a Corleto Perticara (Potenza), nei quali Gemelli stesso aveva interesse essendo alla guida di due società del settore petrolifero. L'intercettazione è agli atti dell'inchiesta della magistratura di Potenza sullo smaltimento dei rifiuti legati alle estrazioni petrolifere.

li keqiang matteo renzi federica guidi li keqiang matteo renzi federica guidi

 

Guidi, che non è indagata nell'inchiesta, alla domanda del compagno - per il quale il gip di Potenza ha rifiutato l'arresto - "se la cosa riguardasse pure i propri amici della Total", clienti di Tecnimont, "quindi anche i miei amici", replicò - dopo aver fatto riferimento al benestare della ministra Maria Elena Boschi - secondo quanto annotato nell'ordinanza del giudice: "Certo, capito?. Certo, Te l'ho detto per quello". Subito dopo il colloquio con la Guidi, Gemelli telefonò al dirigente di una società petrolifera e lo informò dell'emendamento "che avrebbe sbloccato Tempa rossa: La chiamo per darle una buona notizia", disse al suo interlocutore.

GIANLUCA GEMELLI GIANLUCA GEMELLI

 

Il gip del Tribunale di Potenza, Michela Tiziana Petrocelli, ha rigettato la richiesta di arresto di Gianluca Gemelli - compagno del Ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi - nell'ambito dell'inchiesta (nella quale il Ministro non è indagata) che stamani ha portato ai domiciliari cinque dipendenti dell'Eni con l'accusa di traffico illecito di rifiuti al centro oli di Viggiano (Potenza) dell'Eni.

impianto Total di Tempa Rossa impianto Total di Tempa Rossa

 

Gemelli, alla guida di due società che lavorano nel settore petrolifero, è indagato per concorso in corruzione e per millantato credito. La prima accusa si riferisce all'affitto di alcune case a Corleto Perticara (Potenza), dove si sta realizzando il centro oli della Total, per i dipendenti delle società di Gemelli che avrebbero lavorato nella zona. La seconda accusa è relativa alla promessa di "vantaggi patrimoniali" che Gemelli si sarebbe fatto promettere per garantire, grazie al suo rapporto col Ministro, lavori nella costruzione del centro oli.

 

FEDERICA GUIDI IN SENATO FOTO LAPRESSE FEDERICA GUIDI IN SENATO FOTO LAPRESSE

I cinque funzionari e dipendenti del centro oli di Viggiano (Potenza) dell'Eni - dove viene trattato il petrolio estratto in Val d'Agri - sono stati posti agli arresti domiciliari dai Carabinieri per la tutela dell'ambiente perché ritenuti responsabili, a vario titolo, di "attività organizzate per il traffico e lo smaltimento illecito di rifiuti".

maria- elena- boschi maria- elena- boschi

   

   I Carabinieri hanno eseguito anche un'ordinanza di divieto di dimora nei confronti di un dirigente della Regione Basilicata. I provvedimenti cautelari - emessi dal gip del Tribunale di Potenza nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia - sono stati eseguiti nelle province di Potenza, Roma, Chieti, Genova, Grosseto e Caltanissetta. 

GIANLUCA GEMELLI GIANLUCA GEMELLI

 

federica guidi e silvio berlusconi federica guidi e silvio berlusconi Guidi BhF P IQAAV yL large jpeg Guidi BhF P IQAAV yL large jpeg Scarpe di Federica Guidi Scarpe di Federica Guidi Federica Guidi Federica Guidi Federica Guidi Federica Guidi Federica Guidi Federica Guidi Federica Guidi e Maurizio Beretta Federica Guidi e Maurizio Beretta Federica Guidi Federica Guidi Federica Guidi e Maurizio Beretta Federica Guidi e Maurizio Beretta Massimo D\'Alema e Federica Guidi Massimo D\'Alema e Federica Guidi federica guidi ducati energia federica guidi ducati energia grgmln05 federica guidi giorgia meloni grgmln05 federica guidi giorgia meloni Scarpe di Federica Guidi Scarpe di Federica Guidi federica guidi pre giov confindustria lap federica guidi pre giov confindustria lap grgmln09 federica guidi grgmln09 federica guidi pzcort19 zezza curiel guidi polverini alemanno pzcort19 zezza curiel guidi polverini alemanno grgmln02 federica guidi grgmln02 federica guidi grgmln03 federica guidi grgmln03 federica guidi pzcort20 federica guidi pzcort20 federica guidi pzcort47 federica guidi cane trudy pzcort47 federica guidi cane trudy pzcort45 federica guidi ma cane trudy pzcort45 federica guidi ma cane trudy pzcort13 federica guidi pzcort13 federica guidi pzcort14 federica guidi pzcort14 federica guidi pzcort58 federica guidi cane trudy pzcort58 federica guidi cane trudy ENRICO CISNETTO IRENE PIVETTI FEDERICA GUIDI - copyright Pizzi ENRICO CISNETTO IRENE PIVETTI FEDERICA GUIDI - copyright Pizzi FEREDICA GUIDI - copyright Pizzi FEREDICA GUIDI - copyright Pizzi IRENE PIVETTI FRANCESCA GUIDI - copyright Pizzi IRENE PIVETTI FRANCESCA GUIDI - copyright Pizzi FEREDICA GUIDI - copyright Pizzi FEREDICA GUIDI - copyright Pizzi VALERIA MANGANI GUIDALBERTO GUIDI VALERIA MANGANI GUIDALBERTO GUIDI FRANCESCA GUIDI FRANCESCA GUIDI POLVERINI GUIDI POLVERINI GUIDI ligresti federica guidi ligresti federica guidi BORSA GUIDI BORSA GUIDI GUIDI GUIDI TREMONTI MARCEGAGLIA SACCONI GUIDI TREMONTI MARCEGAGLIA SACCONI GUIDI federica guidi e giorgio squinzi federica guidi e giorgio squinzi FEDERICA GUIDI IN SENATO FOTO LAPRESSE FEDERICA GUIDI IN SENATO FOTO LAPRESSE federica e guidalberto guidi federica e guidalberto guidi FEDERICA GUIDI FEDERICA GUIDI federica guidi (2) federica guidi (2) federica guidi federica guidi GIORGIO SQUINZI FEDERICA GUIDI GIORGIO SQUINZI FEDERICA GUIDI guidi guidi guidalberto guidi guidalberto guidi

   Due decreti di sequestro sono stati eseguiti dai Carabinieri stamani nel centro oli di Viggiano (Potenza) dell'Eni, con possibili conseguenze sulla produzione di petrolio in Val d'Agri, dove si trovano giacimenti di idrocarburi di interesse nazionale. Lo si è appreso da fonti investigative e sindacali. Interpellata, Eni non commenta e spiega che i legali del gruppo stanno analizzando la situazione: quando il quadro sarà completo verranno forniti commenti. Il gruppo sottolinea di stare collaborando con la magistratura.

RENZI GUIDI BOSCHI RENZI GUIDI BOSCHI

 

Condividi questo articolo

politica

UN PAESE DA LICENZIARE - I SINDACATI MINACCIANO LO SCIOPERO GENERALE SE IL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI NON SARÀ ESTESO PER TUTTO IL 2020 - L'ALLUNGAMENTO POTREBBE ARRIVARE SOLO PER LE AZIENDE CHE UTILIZZERANNO LA CASSA INTEGRAZIONE. PER TUTTE LE ALTRE IL PROVVEDIMENTO, FINORA PREVISTO FINO AL 17 AGOSTO, POVREBBE SCADERE INVECE A METÀ OTTOBRE - NANNICINI: C'È UNA PENTOLA A PRESSIONE CHE POI SCOPPIERÀ. RISCHIAMO DI CREARE UNA BOMBA SOCIALE NEL 2021, QUANDO NON CI SARANNO PIÙ SOLDI DA SPENDERE…”