"ALLA LEGA SERVE UN NUOVO LEADER" – UMBERTO BOSSI ROTTAMA SALVINI ALLA FESTA DEI 40 ANNI DEL PARTITO FONDATO DAL “SENATÙR”: “GIORGETTI POTREBBE SOSTITUIRLO? È UNO BRAVO, MA NON DICO NIENTE, ALTRIMENTI LO MASSACRANO. SERVE UN NUOVO LEADER CHE VADA NELLA DIREZIONE DELL'AUTONOMIA. DOMANI AI FESTEGGIAMENTI A VARESE CON SALVINI NON CI SARÒ” - IL VICESEGRETARIO DEL CARROCCIO, ANDREA CRIPPA, IN DIFESA DEL CAPITONE: “SENZA SALVINI NON ESISTEREBBE PIÙ LA LEGA”

-

Condividi questo articolo


BOSSI, ALLA LEGA SERVE UN NUOVO LEADER

BOSSI SALVINI BOSSI SALVINI

(ANSA) - "Alla Lega serve un nuovo leader. Serve un nuovo leader che vada nella direzione dell'autonomia, che rimetta al centro la questione settentrionale. Se Giorgetti potrebbe sostituire Salvini? Giorgetti è uno bravo, ma non dico niente se no lo massacrano. Se la base non approva i programmi, non vai da nessuna parte. Diventa una bolla di sapone": così Umberto Bossi a Gemonio (Varese) per i 40 anni della Lega.

 

"Oggi sono molto contento, ho visto tanta gente che non vedevo da anni, è la Lega di 40 anni fa", ha detto Bossi, incontrando i militanti che si sono dati appuntamento a Gemonio per celebrare i 40 anni della Lega. "Salvini ha preso la sua strada - ha proseguito - ciascuno prende la sua strada, ci vuole un po' di testa. La Lega di allora era radicata nella base popolare, in consiglio a Varese si parlava in dialetto.

 

ALBUM 40 ANNI DI LEGA BOSSI E SALVINI ALBUM 40 ANNI DI LEGA BOSSI E SALVINI

Se le radici sono forti, è difficile che si fermino. Sicuramente abbiamo fatto un grande sforzo, era un mondo diverso, c'era necessità di nuovo e chiunque avesse intuito politico l'avrebbe capito. Lì siamo nati noi". "Oggi serve un'altra spallata per cambiare le cose, la Lega deve essere uno sprone", ha concluso Bossi.

 

BOSSI, DOMANI NON SARÒ ALLA FESTA DI VARESE CON SALVINI

(ANSA) - "La Lega all'inizio era un movimento più vicino al popolo, la Lega di 40 anni fa aveva una base popolare. Noi abbiamo cominciato dal Comune di Varese ma io domani a Varese per i festeggiamenti con Salvini non ci sarò", così Umberto Bossi a Gemonio (Varese) per i 40 anni della Lega. 

 

CRIPPA, SENZA SALVINI ORA NON ESISTEREBBE PIÙ LA LEGA

(ANSA) - "Faremo le valutazioni quando ci sarà il congresso: io esplicito il mio voto, se si candida Salvini io voto Salvini. Perché secondo me senza Salvini in questo momento non esisterebbe più la Lega".

 

Lo ha dichiarato il vicesegretario della Lega Andrea Crippa, interpellato dall'ANSA sulle parole di Umberto Bossi, secondo cui al partito "serve un nuovo leader". "Bossi ha creato la Lega, Maroni l'ha salvata e Salvini l'ha rilanciata - ha aggiunto Crippa -. Siamo arrivati al 35% con Salvini e tra poche settimane si approva l'Autonomia. Quello che ha fatto Salvini rimarrà nella storia della politica e della Lega".

lorenzo fontana - umberto bossi - giancarlo giorgetti - roberto calderoli - matteo salvini lorenzo fontana - umberto bossi - giancarlo giorgetti - roberto calderoli - matteo salvini LUCA ZAIA UMBERTO BOSSI MATTEO SALVINI LUCA ZAIA UMBERTO BOSSI MATTEO SALVINI matteo salvini e umberto bossi matteo salvini e umberto bossi umberto bossi e matteo salvini umberto bossi e matteo salvini

 

matteo salvini umberto bossi matteo salvini umberto bossi salvini cornuto da isoardi il commento di bossi salvini cornuto da isoardi il commento di bossi UMBERTO BOSSI E GIANCARLO GIORGETTI UMBERTO BOSSI E GIANCARLO GIORGETTI giorgetti bossi giorgetti bossi salvini al congresso della lega salvini al congresso della lega LUCA MORISI MATTEO SALVINI UMBERTO BOSSI LUCA MORISI MATTEO SALVINI UMBERTO BOSSI

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - CHE SUCCEDE SE IL 10 GIUGNO, APERTE LE URNE, IL DIVARIO TRA M5S E PD RISULTASSE MOLTO FORTE, O ADDIRITTURA ELLY SCHLEIN RIUSCISSE A DOPPIARE LA PERCENTUALE DEI 5STELLE? - I SOGNI DI GLORIA DI CONTE "LEADER DELLA SINISTRA” FINIREBBERO NEL CESTINO DELLE AMBIZIONI SBAGLIATE MA SOPRATTUTTO COMINCEREBBE LA GUERRA CIVILE NEL MOVIMENTO - CONTE HA CONTRO LA NOMENKLATURA CHE È STATA TAGLIATA FUORI DALLA NORMA DEL DOPPIO MANDATO: FICO, FRACCARO, BONAFEDE, BUFFAGNI, TAVERNA, RAGGI, DI BATTISTA, TUTTI MIRACOLATI CHE SI ERANO ABITUATI ALLA CUCCAGNA PARLAMENTARE DEI 15 MILA EURO AL MESE - ALL’OSTILITÀ DEI REDUCI E COMBATTENTI DEL GRILLISMO CON AUTO BLU, AGGIUNGERE LA FRONDA DEI PENTASTELLATI CHE NON HANNO PER NULLA DIGERITO L’AUTORITARISMO DI CONTE QUANDO HA SCELTO I SUOI FEDELISSIMI DA PIAZZARE IN LISTA PER LE EUROPEE, SENZA PASSARE DALLE SELEZIONI ONLINE E FACENDOLI VOTARE DAGLI ATTIVISTI IN UN ELENCO BLOCCATO... 

"NELLA CHIESA C'È TROPPA ARIA DI FROCIAGGINE" - IERI DAGOSPIA HA SANTIFICATO LA SANTA DOMENICA CON UNO SCOOP SU BERGOGLIO COATTO CHE OGGI IMPAZZA SU TUTTI I SITI (A PARTE ''REPUBBLICA'') - PAPALE PAPALE: I VESCOVI DEVONO SEMPRE   "METTERE FUORI DAI SEMINARI TUTTE LE CHECCHE, ANCHE QUELLE SOLO SEMI ORIENTATE"  - LO RIFERISCONO PARECCHI VESCOVI ITALIANI INTERVENUTI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CEI, DOVE PAPA FRANCESCO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE, MA A PORTE CHIUSE, LA SUA NOTA CONTRARIETÀ AD AMMETTERE AL SACERDOZIO CANDIDATI CON TENDENZE OMO - BERGOGLIO NON È NUOVO A UN LINGUAGGIO SBOCCATO. DURANTE LA RECENTE VISITA A VERONA, HA RACCONTATO UNA STORIELLA… - VIDEO