L’ANSIA DI POSTARE GENERA MOSTRI - MATTEO SALVINI, RILANCIA IL VIDEO DI UNA SCAZZOTTATA, A PARMA, TRA UN UOMO ADULTO E UN RAGAZZO SU INSTAGRAM. E COMMENTA: “RISSA TRA STUDENTE E PROFESSORE. NON HO PAROLE. URGE INTERVENIRE PER RIPORTARE BUONA EDUCAZIONE, ORDINE E RISPETTO”. MA NON È VERO: LA COLLUTTAZIONE NON È MAI AVVENUTA A SCUOLA, MA…

-

Condividi questo articolo


 

 

 

 

 

Roberto Russo per www.corriere.it

 

MATTEO SALVINI MATTEO SALVINI

Un uomo adulto e un giovanissimo coinvolti in una rissa nel parcheggio comunale di via Toscana a Parma. I due se le danno di santa ragione, per una manciata di minuti, mentre attorno a loro un folto gruppo di ragazzi e ragazze riprende la scena truculenta, limitandosi a commentare senza intervenire. Solo un ragazzo cerca di dividere i due contendenti, ma senza esito. Una colluttazione violenta in pieno giorno, alle 12,50 di lunedì 21 novembre. I motivi? Ancora tutti da accertare. Ma le scene riprese da più di uno smartphone e lanciate subito in rete fanno rabbrividire.

 

Il post del ministro

Al punto che il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, rilancia il video sul suo profilo Instagram commentando: «Rissa tra “studente” e professore. Non ho parole. Urge intervenire per riportare buona educazione, ordine e rispetto dentro le scuole (e fuori)». In realtà, come accertato anche dai carabinieri intervenuti grazie alla telefonata del papà di una alunna, la vicina scuola a cui fa riferimento Salvini, non è minimamente coinvolta con l’accaduto. Dagli accertamenti degli investigatori si è invece trattato di un litigio tra passanti, degenerato poi nella violenta scazzottata. Protagonisti: un giovanissimo ragazzo e un uomo sulla quarantina che sembra aver avuto la peggio. Alla fine l’uomo si sarebbe recato al pronto soccorso per farsi refertare e, probabilmente, anche grazie al video potrebbe presentare denuncia.

 

il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 8 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 8

Le riprese con gli smartphone

Si rimane attoniti di fronte alla violenza che si è scatenata e anche per i colpi messi a segno dal giovane nei confronti dell’adulto il quale cerca in qualche modo di reagire, ma finisce più volte a terra. L’uomo tenta di riprendersi il borsello a tracolla che l’altro gli ha portato via, ma viene colpito anche con un calcio in pieno volto. Alla fine, si alza barcollante, appare confuso, finché, convinto anche da un altro ragazzo, si allontana verso la sua auto, una Panda di colore rosso. Lascia esterefatti anche il comportamento generale degli astanti, quasi tutti di giovanissima età, sia ragazzi che ragazze. Molti riprendono la scena, alcuni commentano, nessuno o quasi cerca di mettere fine a un folle momento di violenza. «Purtroppo sono scene sempre più frequenti — commenta il gestore del vicino circolo Arci Indomita — assistiamo a ragazzi che si picchiano e altri che riprendono la scena, fa male vedere tutto questo».

il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 3 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 3 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 1 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 1 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 7 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 7 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 2 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 2 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 5 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 5 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 4 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 4 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 6 il video della rissa in una scuola di parma condiviso da salvini su instagram 6

 

Condividi questo articolo

politica

BOLSONARO, TU VUO’ FA’ L’ITALIANO PER NON FINIRE IN CARCERE – DALLA FLORIDA, DA DOVE RISCHIA DI ESSERE CACCIATO PERCHE' IL SUO VISTO DIPLOMATICO È SCADUTO, L'EX PRESIDENTE BRASILIANO LANCIA UN MESSAGGIO A ROMA: “I MIEI NONNI ERANO DI PADOVA. IN BASE ALLA VOSTRA LEGGE, SONO ITALIANO. CON POCHISSIMA BUROCRAZIA AVREI LA PIENA CITTADINANZA” – IL POPULISTA POTREBBE CERCARE RIFUGIO NEL NOSTRO PAESE PER SFUGGIRE ALL’EVENTUALE CONDANNA PER L’ASSALTO AL PARLAMENTO DI BRASILIA…

“NON SAPPIAMO SE PUTIN SIA ANCORA VIVO PERCHÉ NON C’È UN SOLO PUTIN” - OLEKSIY DANILOV, CAPO DEL CONSIGLIO DI SICUREZZA UCRAINO: “NON È UNA TESI COSPIRAZIONISTA, È REALTÀ. POTETE FARE ANALISI COMPARATIVE SULLE SUE IMMAGINI PUBBLICHE. OSSERVATE ANCHE IL SUO MODO DI CAMMINARE, LA PAURA AD AVVICINARSI ANCHE AI SUOI STRETTI COLLABORATORI E POI IL BAGNO DI FOLLA IL GIORNO DOPO. SONO COSE TIPICHE DEL KGB - PER DIVIDERE I PAESI OCCIDENTALI PUTIN USAVA VECCHI AMICI COME BERLUSCONI, CHE VOLEVA FACESSE PARTE DELLE TRATTATIVE…”

“GIOVANNI HA SBAGLIATO, MA IO DIFENDO GLI AMICI. PRIMA SONO UN UOMO E POI UN SOTTOSEGRETARIO” – ANDREA DELMASTRO ABBANDONA IL COINQUILINO DONZELLI AL SUO DESTINO: “NON DOVEVA LEGGERE TESTUALMENTE L’INFORMATIVA. SONO IN ORDINE CON LA MIA COSCIENZA. NON SAPEVO CHE L’AVREBBE USATA” – “HO CHIARITO LA MIA POSIZIONE CON LA PREMIER E MI HA CREDUTO. NON ERANO DOCUMENTI SECRETATI. NON MID IMETTO, MA STO PENSANDO DI CAMBIARE CASA” – LA TELEFONATA DELLA MELONI: “NON MI PRENDERE PER I FONDELLI, SE SEMO CAPITI?”