A SOLI DUE MESI DAL SUO INSEDIAMENTO, IL PRESIDENTE ARGENTINO JAVIER MILEI HA EFFETTUATO IL PRIMO RIMPASTO DI GOVERNO CHIEDENDO LE DIMISSIONI DI DUE IMPORTANTI FUNZIONARI DI AREE STRATEGICHE: IL DIRETTORE DELLA PREVIDENZA SOCIALE, OSVALDO GIORDANO, E DELLA SEGRETARIA PER LE MINIERE, FLAVIA ROYON - I DUE FUNZIONARI SONO IN QUOTA ALL'OPPOSIZIONE COSIDDETTA 'DIALOGHISTA', CONSIDERATA DA MILEI COME LA PRINCIPALE RESPONSABILE DELL'AFFOSSAMENTO DELLA LEGGE OMNIBUS ALLA CAMERA LA SETTIMANA SCORSA…

-

Condividi questo articolo


JAVIER MILEI A GERUSALEMME JAVIER MILEI A GERUSALEMME

(ANSA) - BUENOS AIRES, 09 FEB - A soli due mesi dal suo insediamento, il presidente argentino Javier Milei ha effettuato il primo rimpasto di governo chiedendo le dimissioni di due importanti funzionari di aree strategiche. Si tratta del direttore della Previdenza sociale (Anses), Osvaldo Giordano, e della segretaria per le Miniere, Flavia Royon: due funzionari dell'esecutivo in quota all'opposizione cosiddetta 'dialoghista', considerata da Milei come la principale responsabile dell'affossamento della legge omnibus alla Camera la settimana scorsa.

 

JAVIER MILEI JAVIER MILEI

"Il presidente Javier Milei ha sollecitato le dimissioni del direttore dell'Amministrazione nazionale della previdenza sociale e della segretaria per le Miniere. I nomi dei loro successori verranno comunicati nei prossimi giorni", recita una breve nota dell'Ufficio della Presidenza argentina pubblicata su X. "La crisi economica e il momento storico attuale richiedono funzionari pubblici impegnati per la modernizzazione, la semplificazione e la sburocratizzazione dello Stato. Coloro che rivestono cariche pubbliche devono difendere gli argentini dai costanti attacchi di coloro che pretendono di conservare i loro privilegi", conclude il comunicato.

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO