AGNELLI NO TAV(ECCHIO) - ELEZIONI FIGC, SCONFITTE JUVE E ROMA, VINCE LA LINEA-LOTITO – ANDREA AGNELLI RINUNCIA AL CONSIGLIO FEDERALE E INVOCA LE PRIMARIE: “METODI NON DEMOCRATICI” - CONTE CT?

Tavecchio sempre più favorito: è oltre il 65% - In consiglio federale insieme a Lotito entra Gino Pozzo dell’Udinese - La decisione di Abodi (serie B) di appoggiare il presidente della Lnd ha spostato gli equilibri, Albertini si ritira? - Voci insistenti darebbero Conte vicino alla panchina azzurra ma Tavecchio smentisce…

Condividi questo articolo

Fulvio Bianchi e Stefano Scacchi per “La Repubblica

 

Andrea Agnelli Andrea Agnelli

Nessuna divisione. Finisce con un plebiscito a favore di Carlo Tavecchio l’assemblea della Lega Serie A che doveva decidere quale candidato sostenere nella campagna elettorale per la presidenza della Figc. A favore del numero 1 della Lega Dilettanti ben 18 club: solo Juve e Roma non hanno firmato il documento di sostegno che sarà consegnato oggi a Tavecchio.

 

Ancora un successo per Lotito nella politica calcistica italiana. Il proprietario della Lazio è sempre più il kingmaker della situazione. Stravince il suo candidato, appoggiato anche da Galliani ma non da Barbara Berlusconi. E passa all’unanimità il programma elaborato insieme ad Andrea Agnelli.

 

carlo tavecchio carlo tavecchio

Il presidente bianconero a metà pomeriggio si è reso indisponibile per la carica di consigliere federale per non partecipare alla gestione Tavecchio in Figc (secondo consigliere federale insieme a Lotito sarà Gino Pozzo dell’Udinese) ma ha accettato di entrare in consiglio di Lega. Qui si ricompone la spaccatura creata dalla rielezione di Beretta nel gennaio 2013: rientrano anche Inter con Angelomario Moratti e Fiorentina con Mario Cognini.

 

Claudio Lotito Claudio Lotito

Solo la Roma resta fuori dalle cariche in Via Rosellini. «La decisione di Abodi di appoggiare Tavecchio all’indomani della formalizzazione della candidatura Albertini ha spostato gli equilibri. Non sono deluso, ne prendo atto», dice Agnelli che non ha gradito neanche gli attacchi di Macalli alla sua famiglia, accusata di «aver spolpato l’Italia»: «Mi hanno accusato di cooptazione, ma non mi sembra che questi metodi di scelta dei candidati siano particolarmente democratici. Allora sarebbe meglio fare delle primarie per capire chi vogliono davvero i tifosi».

Gino Pozzo Gino Pozzo

 

Ora la Serie A spera che Tavecchio realizzi il programma approvato ieri: campionato con 18 club, seconde squadre ma senza chiudere alle comproprietà in Lega Pro per non scontentare Lotito, armonizzazione del mercato con gli altri Paesi europei e revisione della struttura della Figc a partire da Covisoc e Club Italia.

 

Tavecchio, a questo punto, è sempre più favorito: per lui la Lega Dilettanti (34%), la A (10%), la B (5%), la Lega Pro (15%) e forse pure gli arbitri (2%). Totale, oltre il 65%, sufficiente per stravincere e governare. E Albertini? Si ritira? Ci sta riflettendo ma l’Aic, il sindacato calciatori, non molla: «Noi lo candideremo, ce lo chiedono proprio i giocatori che in questo mondo non si riconoscono ». Primo compito del nuovo presidente Figc, la scelta del ct.

Demetrio Albertini Demetrio Albertini

 

Voci insistenti darebbero Antonio Conte vicino alla panchina azzurra. Tavecchio smentisce: «Non ho parlato con lui e non lo conosco nemmeno di persona». Ma ci sono perplessità che possa essere l’uomo giusto. È un allenatore, più che un selezionatore. Tavecchio a breve deciderà.

antonio conte antonio conte

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute