ANNA BILLÒ NELL’ALDO (GRASSO) DEI CIELI: “COMPETENZA, MODESTIA, ESSENZIALITA’. HA DATO UNA SVOLTA A “CHAMPIONS LEAGUE SHOW”, IL PREGIO PIÙ GRANDE È PROPRIO QUELLO DI TOGLIERE AL PROGRAMMA QUELL' ARIA DA BAR, DA CIRCOLO DI FANATICI, DA MASCHI INFOIATI PER IL CALCIO CHE HANNO ALTRE TRASMISSIONI ANALOGHE” – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Aldo Grasso per il “Corriere della Sera”

 

anna billò anna billò

Competenza, modestia, essenzialità. Anna Billò, con quella sua aria di entrare sempre in punta di piedi nelle cose che fa, ha dato una svolta a «Champions League Show», il programma sportivo di Sky che segue le partite delle squadre più forti d' Europa.

 

Soprattutto ha mantenuto le promesse della vigilia, quando dichiarava: «Non mi porrò da protagonista, darò voce alla partita, agli ospiti La carta stampata mi ha insegnato l' utilizzo delle parole e i tempi di scrittura, la radio mi ha dato modo di pensare in diretta senza preoccuparmi del capello. In tv la possibilità trasversale di stare in studio e dietro le quinte».

ANNA BILLO' ANNA BILLO'

 

È così: la trasmissione appare priva di fronzoli, la conduttrice non ha bisogno di farsi sparare addosso tutte le luci come una maschera, la vita personale rimane fuori dallo studio.È vero che in questo viaggio è accompagnata da una comitiva ragguardevole (Alessandro Costacurta, Paolo Condò, Fabio Capello, Esteban Cambiasso e Alessandro Del Piero) ma il pregio più grande è proprio quello di togliere a «Champions League Show» quell' aria da bar, da circolo di fanatici, da maschi infoiati per il calcio che hanno altre trasmissioni analoghe.

 

billò billò

Per una volta, anche grazie alle partite, si vive in un' atmosfera più internazionale, il tifo non si manifesta con le solite ipocrisie. Anna Billò non ha cominciato facendo la valletta, o qualcosa di simile, ma ha fatto la sua brava gavetta a bordocampo, ha scalato quello che c' era da scalare. Perciò, non dovrebbe più fare notizia o suscitare stupore che molte donne sappiano raccontare lo sport meglio degli uomini. Lo sanno fare per preparazione, per garbo e per quel tocco di leggerezza che costringe a non prendersi mai troppo sul serio.

 

anna billò leonardo anna billò leonardo

Per ora, la trasmissione è sempre sul pezzo ed evita quel peccato di autoreferenzialità che è il vero virus della televisione.

billò billò anna billò leonardo anna billò leonardo billò leonardo billò leonardo anna billo fabio caressa massimo ambrosini alla festa sky anna billo fabio caressa massimo ambrosini alla festa sky LEOTTA BILLO' D AMICO SPADINI LEOTTA BILLO' D AMICO SPADINI diletta leotta, anna billo, ilaria d'amico e vera spadini diletta leotta, anna billo, ilaria d'amico e vera spadini billò leonardo billò leonardo billò leonardo billò leonardo ANNA BILLO' E LEONARDO ANNA BILLO' E LEONARDO anna billò leonardo anna billò leonardo ANNA BILLO' ANNA BILLO'

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL RESTO? "MANK"! - CHI SCRISSE DAVVERO "QUARTO POTERE", CONSIDERATO IL FILM PIU' BELLO IN ASSOLUTO? – DOMANI SU NETFLIX LO STUPENDO FILM DI DAVID FINCHER SUL COMPLESSO RAPPORTO FRA DUE GENI NELLA HOLLYWOOD DEGLI ANNI '30: ORSON WELLES E LO SCENEGGIATORE HERMAN MANKIEWICZ  – AGLI OSCAR A MANK SAREBBE PIACIUTO RINGRAZIARE COSI': "SONO MOLTO LIETO DI ACCETTARE QUESTO PREMIO IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES, PERCHÉ LA SCENEGGIATURA È STATA SCRITTA IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES" – VIDEO

politica

ATTENTI, GHEDINI È NERVOSO! - “SUL SITO DAGOSPIA È APPARSO UN ARTICOLO DOVE SI PROSPETTA FALSAMENTE DI UN MIO ASSERITO INTERVENTO SULLA DECISIONE DEL PRESIDENTE BERLUSCONI IN MERITO AL VOTO SUL MES - È RISIBILE OLTRE CHE DIFFAMATORIO PROSPETTARE UNA MIA SUDDITANZA NEI CONFRONTI DEL SEN. SALVINI O UNA CONTRAPPOSIZIONE CON IL DR. LETTA - IL CONTINUO TENTATIVO DI CREARE DISSIDI ALL’INTERNO DI FORZA ITALIA PER EVIDENTEMENTE FAVORIRE ALTRI È DAVVERO DIVENUTO INTOLLERABILE E DIFFAMATORIO E AGIRÒ NELLE SEDI COMPETENTI”

business

cronache

sport

DIEGO, MI MANCHI - FAUSTO LEALI RACCONTA L'AMICIZIA CON MARADONA E IL SUO MATRIMONIO DA FAVOLA: "IO E CALIFANO ERAVAMO GLI UNICI MUSICISTI INVITATI. TUTTA BUENOS AIRES ERA PER STRADA PER SALUTARE DIEGO, IN CHIESA CI TROVAMMO IMMERSI NEL LUSSO PIÙ SFRENATO. 200 MUSICISTI E 200 CORISTI A SUONARE LA NONA DI BEETHOVEN, CLAUDIA VESTITA DAI MIGLIORI STILISTI DEL MONDO. E IL PRANZO SUCCESSIVO… - MARADONA IMPAZZIVA PER ME. IN ARGENTINA GUARDAVA UNA TELENOVELA SOLO PERCHE’ LA SIGLA ERA MIA. POI VENNE IN ITALIA E…"

cafonal

viaggi

salute