UN CAMPO D'ERBA - TRENTA EX GIOCATORI DI FOOTBALL TESTANO LA MARIJUANA COME CURA PER IL DOLORE CRONICO E LA DEPRESSIONE: ''LA MIA MENTE È TORNATA LUCIDA, IL DOLORE È SENSIBILMENTE DIMINUITO, HO RIPRESO A VIVERE'' - IL 40% DEGLI EX ATLETI AMERICANI SOFFRE DI PROBLEMI MENTALI PER I TRAUMI CRANICI SUBITI

Un alto numero di giocatori in pensione affronta problemi fisici alle ossa, giunture, muscoli (il 50% dei giocatori in pensione) e mentali (il 40%). Per non parlare dell’encefalopatia cronica traumatica e di quei colpi alla testa alla lunga fatali. I medicinali ''regolari'' creano dipendenza, assuefazione e spesso danni più gravi...

Condividi questo articolo

 

Abby Haglage per “Daily Beast

marijuana come antidolorifico per i giocatori marijuana come antidolorifico per i giocatori

 

Trenta ex giocatori della “National Football League” si sono uniti ad una azienda californiana per testare la marijuana come medicinale per trattare il dolore cronico e la depressione. L’iniziativa parte a seguito di nuovi dati, secondo cui un alto numero di giocatori in pensione affronta problemi fisici alle ossa, giunture, muscoli (il 50% dei giocatori in pensione) e mentali (il 40%). Per non parlare dell’encefalopatia cronica traumatica e di quei colpi alla testa alla lunga fatali.

cannabis terapia contro il dolore alle articolazioni cannabis terapia contro il dolore alle articolazioni

 

Sono supportati dalla “Gridiron Cannabis Coalition”, organizzazione fondata dalla stella del football Kevin Turley per diffondere il messaggio riguardo ai benefici della sostanza. Dopo aver giocato nei New Orleans Saints, St. Louis Rams e Kansas City Chiefs, a 34 anni, gli è stata diagnosticata l’encefalopatia cronica traumatica, si è imbottito di medicine, ne ha abusato e ha cominciato a pensare al suicidio.

 

Ha poi provato la cannabis, che lo ha salvato: «La mia mente è tornata lucida, il dolore è sensibilmente diminuito, ho ripreso a vivere. Le cure ufficiali raramente non danno assuefazione, dobbiamo preferire quelle organiche».

 

FOOTBALL FOOTBALL concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano concussions le craniate nel football americano

La NFL proibisce l’uso della marijuana. In mancanza di quella, bisogna prendere antinfiammatori e antidolorifici. L’estratto di marijuana lo farà la “Constance Therapeutics” e con quello si tratteranno i trenta pazienti. I loro corpi sono stati sottoposti a stress insopportabili per l’essere umano. 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

QUANTO DURA IL CONTE ZELIG A PALAZZO CHIGI? E’ ORMAI FUORI DAL BALCONE - IL SUPPLI' CON LE UNGHIE HA DIMENTICATO DI ESSERE UN BURATTINO CON LA POCHETTE MESSO A PALAZZO CHIGI DALL'INCAUTO DI MAIO E SI E’ MESSO IN TESTA DI ESSERE UN LEADER - UN SONORO VAFFANCULO ALL’EX BIBITARO: “IL PIANO ANTI-EVASIONE NON PUÒ ESSERE NÉ SMANTELLATO NÉ TOCCATO. IO HO INIZIATO CON IL M5S CHE GRIDAVA "ONESTÀ ONESTÀ" - VAFFA A RENZI: “BISOGNA FARE SQUADRA, CHI NON LA PENSA COSÌ È FUORI DAL GOVERNO"

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute