LA CESSIONE DI BONUCCI È STATA DECISA SUBITO DOPO LA SCONFITTA IN FINALE DI CHAMPIONS, A CARDIFF - NEGLI SPOGLIATOI, IL DIFENSORE SI E’ SCAGLIATO CONTRO DYBALA, DIFESO DA BARZAGLI E MANDZUKIC - ALLEGRI HA POSTO L’AUT-AUT: O ME O LUI - MAROTTA LO HA ACCONTENTATO MA BONUCCI SI E’ “VENDICATO” PRETENDENDO DI RESTARE IN ITALIA

-

Condividi questo articolo


BONUCCI AL MILAN BONUCCI AL MILAN

Dagonews

 

La cessione di Bonucci è stata decisa subito dopo la sconfitta in finale di Champions, a Cardiff, contro il Real Madrid. Tra il primo e il secondo tempo della partita Bonucci ha perso le staffe: si è scagliato contro Dybala e ne è nato un parapiglia. Si sono immediatamente create due fazioni nello spogliatoio con Mandzukic e (a sorpresa) Barzagli schierati in difesa dell’attaccante argentino.

ALLEGRI E BONUCCI ALLEGRI E BONUCCI

 

L’animato faccia a faccia tra i due difensori - compagni da molti anni e amici - ha creato ulteriore tensione. Le successive beghe interne hanno talmente colpito Dani Alves, abitutato al velluto rosso del Barcellona, da spingerlo a lasciare la squadra per accasarsi al Paris Saint Germain.

 

Lo stesso Max Allegri non ha agevolato una soluzione pacifica. Anzi. Al momento del rinnovo del contratto, ha lanciato l’aut-aut alla società: o me o lui. E la Juventus ha scelto di tenere l’allenatore per non essere ostaggio di un singolo giocatore.

 

BONUCCI AL MILAN BONUCCI AL MILAN

Bonucci si è “vendicato” pretendendo di restare in Italia, impedendo alla Juventus di monetizzare meglio con una cessione all’estero. Le uniche società di serie A disposte a riconoscere al difensore uno stipendio da pascià erano Milan e Inter. Per evitare una sollevazione popolare con una clamorosa cessione agli storici rivali nerazzurri, Marotta e Agnelli si sono ritrovati un’unica strada: trattare con Fassone. 

BONUCCI E ALLEGRI BONUCCI E ALLEGRI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

MONETA VIRTUALE, MAZZATA REALE! – FALLISCE UN’ALTRA PIATTAFORMA DI CRIPTOVALUTE: DOPO IL CRAC DI “FTX”, ANCHE “BLOCKFI” HA PRESENTATO ISTANZA DI INSOLVENZA. I DUE CASI SONO STRETTAMENTE LEGATI: LA SOCIETÀ DI SAM BANKMAN-FRIED AVEVA EMESSO UN CREDITO DI 400 MILIONI DI DOLLARI NEI CONFRONTI DI BLOCKFI. L’ACCORDO PREVEDEVA ANCHE UN’OPZIONE PER L’ACQUISTO, CHE POI SI È BLOCCATO CON LO SCANDALO DI “FTX” – ORA RISCHIANO DI RIMANERE IN MUTANDE ALMENO 100MILA CREDITORI

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO! GOVERNO MELONI ALL'OPERA – L'EMOZIONANTE PRIMA DI “DIALOGHI DELLE CARMELITANE”, REGIA DI EMMA DANTE, CON IL PALCO REALE OCCUPATO DA SANGIULIANO ASSEDIATO DI LINGUE BIFORCUTE, CASELLATI, SGARBI, MOLLICONE - GUALTIERI È FILATO VIA ALLA FINE DEL PRIMO ATTO PER NON PERDERE L'AEREO PER BRUXELLES - IL SIPARIETTO TRA IL NEOSENATORE LOTITO E L’ASSESSORE ONORATO (FLAMINIO CI COVA?) – E POI LETTA, GRILLI, PADOAN, PALERMO, MASI, SEVERINO, NASTASI, AUGIAS, GOTOR, JERVOLINO, DAGO LEOPARDATO, LUCCI CHE SI BECCA DEL “BASTARDO” E DUE DIPENDENTI DEL TEATRO CHE DENUNCIANO: “QUI SI RUBANO LE PALLINE DELL’ALBERO DI NATALE!” – FOTO BY DI BACCO

viaggi

salute