DIETRO LA DECISIONE DI VIETARE WIMBLEDON AI RUSSI CI SAREBBERO LE PRESSIONI DELLA CORONA - TROPPO GRANDE SAREBBE L'IMBARAZZO PER I WINDSOR E ANCHE PER IL PREMIER JOHNSON SE COME DA TRADIZIONE RADICATA, UN MEMBRO DELLA FAMIGLIA REALE FOSSE CHIAMATO A PREMIARE UN VINCITORE DI QUEI PAESI. PROTESTANO ATP E WTA – IL CREMLINO: “RENDERE GLI SPORTIVI OSTAGGI DI INTRIGHI POLITICI È INACCETTABILE” - IL RETROSCENA DEL TELEGRAPH

-

Condividi questo articolo


Da ilnapolista.it

 

 

Daniil Medvedev Daniil Medvedev

C’entra la famiglia Reale. Wimbledon escluderà dal torneo di quest’anno tutti i tennisti russi e bielorussi, come conseguenza della guerra in Ucraina. Ma sulla decisione, scrive il Telegraph, ha pesato tantissimo l’eventuale “imbarazzo” per un eventuale premiazione di Daniil Medvedev sul campo centrale con Reali a consegnargli il trofeo.

 

Medvedev, campione in carica degli US Open e attuale numero 2 del mondo, sarebbe tra i favoriti del torneo “ed è chiaro che la prospettiva di una consegna del trofeo al Center Court ha guidato la mente dei decisori. La presentazione coinvolge spesso membri della famiglia reale e quest’anno ricorre anche il centenario del Centre Court”.

 

kate middleton alla finale di wimbledon 4 kate middleton alla finale di wimbledon 4

 

L’anno scorso a premiare Djokovic, per esempio, è stata la duchessa di Cambridge, patron reale dell’All England Lawn Tennis & Croquet Club.

 

 

La decisione, che verrà ufficializzata a breve, ha già suscitato indignazione a Mosca, con gli amministratori britannici accusati di utilizzare lo sport per fare “giochi politici”: “Rendere gli sportivi ostaggi di intrighi politici è inaccettabile. Spero che i giocatori non perdano la forma fisica”, ha detto ai giornalisti il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

vladimir putin vladimir putin Wimbledon 2 Wimbledon 2

 

kate middleton alla finale di wimbledon 3 kate middleton alla finale di wimbledon 3 kate middleton alla finale di wimbledon 2 kate middleton alla finale di wimbledon 2 finale wimbledon finale wimbledon

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

SE PARLA RONALDO SO’ CAZZI VERI – CR7 HA PRESENTATO AI MAGISTRATI TORINESI CHE INDAGANO SUI CONTI DEL CLUB BIANCONERO UN’ISTANZA PER AVERE COPIA DEGLI ATTI DELL’INCHIESTA, “AVENDONE INTERESSE” – TUTTO RUOTA INTORNO ALLA “CARTA RONALDO”, IL DOCUMENTO RISERVATO CON GLI STIPENDI ARRETRATI DOVUTI AL PORTOGHESE, PER UNA CIFRA DI QUASI 20 MILIONI DI EURO – QUANDO IL CAPO DELL’UFFICIO LEGALE DEL CLUB, CESARE GABASIO, DISSE: “NON ARRIVEREI A FARE UNA CAUSA, PERCHÉ POI QUELLA CARTA LÌ CHE LORO DEVONO TIRAR FUORI NON È CHE CI AIUTI TANTO NEL NOSTRO BILANCIO…”

cafonal

viaggi

salute