“SE CANTAVI L’INNO DELLA ROMA ERA MEGLIO”, IL NUOVO TERZINO DELLA LAZIO, HYSAJ SI PRESENTA INTONANDO "BELLA CIAO". NON TUTTI I TIFOSI DELLA LAZIO L’HANNO PRESA BENE E QUALCUNO SI E’ SCAGLIATO CONTRO IL CALCIATORE ALBANESE - “MAGARI SI SPACCA TUTTO”, “È MEGLIO GIOCARE IN 10”, “MA LO SA DI NON ESSERE A LIVORNO?” - CI SONO ANCHE MOLTI SUPPORTER BIANCOCELESTI CHE HANNO GRADITO - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Elmar Bergonzini per gazzetta.it

 

HYSAJ 1 HYSAJ 1

Quando la goliardia diventa un caso sui social. Come spesso accade, i nuovi giocatori si presentano al gruppo cantando una canzone davanti a tutti. È quel che è successo a Elseid Hysaj, albanese di 27 anni che si è svincolato dal Napoli per passare alla Lazio di Sarri che, oltre che in Campania, lo aveva allenato ai tempi di Empoli. Come si vede da un video pubblicato su Instagram da Luis Alberto, Hysaj, per presentarsi ai nuovi compagni, ha deciso di intonare Bella Ciao, la canzone popolare idealmente associata all'intero movimento partigiano. E alcuni tifosi della Lazio non l'hanno presa bene.

 

Sui social, che spesso si trasformano in sfogatoio, alcuni tifosi della Lazio, evidentemente con idee politiche diverse rispetto a quelle espresse nella canzone, hanno insultato o preso in giro il giocatore albanese ("magari si spacca tutto", "se cantavi l'inno della Roma era meglio", "ma per carità", "è meglio giocare in 10" e "ma lo sa di non essere a Livorno?").

 

HYSAJ HYSAJ

In realtà però ci sono anche molti tifosi che hanno condiviso il filmato perché contenti proprio che l'immagine della Lazio, spesso associata all'estrema destra, venga rivalutata in Italia e in Europa. "Lazio e fascismo non sono sinonimi", la considerazione che in molti aggiungono come didascalia al video. E la presentazione di Hysaj ai nuovi compagni, momento di goliardia e condivisione, è diventa motivo di scontro e confronto.

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI – OGGI 6.619 CASI E 18 DECESSI, CON 247.486 TAMPONI EFFETTUATI. IL TASSO DI POSITIVITÀ RIMANE STABILE AL 2,7% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 67,5 MILIONI, CON PIÙ DI 31,7 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO (IL 58,82% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – IL PRESIDENTE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ BRUSAFERRO SUL POSSIBILE CAMBIO COLORE DELLE REGIONI: “OGGI È DIFFICILE FARE PREVISIONI, LA PROSSIMA SETTIMANA AVREMO UN QUADRO PIÙ DEFINITO”