NON LASCIA, RADDOPPIA! TIGER WOODS TORNA IN CAMPO A DIECI MESI DALL’INCIDENTE CON IL FIGLIO CHARLIE – MA COME STA IL CAMPIONE DI GOLF IN FUGA DA ALCOL, SESSO-DIPENDENZA MA SOPRATTUTTO DA SÉ STESSO? DOPO LE FRATTURE A TIBIA E PERONE DELLA GAMBA DESTRA, HA BISOGNO DI TEMPO: “GIOCARE A GOLF RIDACCHIANDO È FACILE. MA PARTECIPARE A UN TOUR E TENTARE DI FARE RISULTATO CONTRO I MIGLIORI DIVENTA UN DISCORSO TOTALMENTE DIFFERENTE”

-

Condividi questo articolo


VINCENZO MARTUCCI per il Messaggero

 

 

TIGER WOODS CHARLIE TIGER WOODS CHARLIE

Ranchos Palos Verdes-Orlando, dall'inferno al paradiso. Umano, umanissimo («anche troppo», direbbero i suoi seguaci), Tiger Woods si ripresenta oggi e domani sul green nella Pro-Am del Pnc Championship in programma nel weekend e catalizza magicamente ancora una volta l'attenzione dello sport, di cui è stato star con le clamorose cadute e le ancor più mirabolanti risalite. Stavolta, Tiger, 46 anni il 30 dicembre, riappare dieci mesi dopo l'incidente d'auto del 23 febbraio quand'è uscito di strada a 140 orari doppiando il limite di velocità e fratturandosi in più punti le preziosissime gambe.

 

TIGER WOODS CHARLIE 5 TIGER WOODS CHARLIE 5

Già numero 1 del mondo per 264 settimane di fila più altre 281 dall'agosto 1999 all'ottobre 2010, co-primatista di titoli Pga Tour (82, come Sam Snead), secondo come Majors solo a Jack Nicklaus (15 a 18), col miracoloso ritorno a un trionfo Slam, al Masters 2019, a undici anni di distanza dall'Us Open 2008, il Fenomeno che ha cambiato il golf diventando il secondo atleta più pagato di sempre, con 2.1 miliardi di dollari (contro i 2.62 di Michael Jordan), ha scelto di ripresentarsi nella gara a squadre con un campione e un familiare.

Tiger Woods Tiger Woods

 

Ancora col figlio Charlie, che diede spettacolo dodici mesi fa. L'ha annunciato su Twitter l'8 dicembre e l'ha confermato con la sua presenza: «Anche se è stato un anno lungo e impegnativo, sono estremamente eccitato di chiuderlo gareggiando al Pnc Championship con Charlie. Giocherò da papà e non potrei essere più entusiasta e orgoglioso».

 

PIÙ DISPONIBILE Ma come sta Tiger? Dopo le fratture a tibia e perone della gamba destra, è appesantito da viti e perni alla caviglia e al piede, ma è più disponibile. Ora che si è tolto la corazza ed è estremamente vulnerabile, ora che non è più The Big Cat che terrorizzava gli avversari anche solo indossando maglietta rossa e pantaloni neri, sorride molto più di prima.

 

Tiger Woods 2 Tiger Woods 2

E sicuramente questi quattro giorni che trascorre insieme al figlio sono la parte migliore della fuga da alcol, farmaci e problemi, ma soprattutto da se stesso: il Fenomeno che rifuggiva l'espressione che aveva dato di sè - «Cabilnasian, cioè caucasico, nero come papà, indiano ed asiatico come mamma thai-cinese» -, l'uomo di ghiaccio che sfoderava sempre il colpo giusto al momento giusto, sbaragliando avversari e operazioni - a ginocchia, schiena e tendini d'Achille -, il super-uomo che ha mandato all'aria il matrimonio per una grave dipendenza dal sesso denunciato da dodici accompagnatrici (tutte peraltro bionde come la moglie), l'uomo debole e confuso che, ubriaco di cocktail, ha causato più incidenti stradali.

 

tiger woods tiger woods

AVANTI ADAGIO Dieci mesi fa, quand'è stato estratto dalle lamiere della sua auto distrutta, ha dichiarato: «Sono fortunato ad essere ancora vivo. Sono grato a Chi, in alto, si è preso cura di me». Oggi, spiega: «Giocare a golf ridacchiando è facile, posso farlo sempre. Gioco 6/9 buche, faccio un brutto colpo, mi dico: Vabbè, ne tiro un altro. Non è un grosso problema. Ma partecipare a un Tour vero e proprio e tentare di fare risultato contro i migliori giocatori sui campi più duri diventa un discorso totalmente differente. Io ne sono molto lontano e non mi aspetto di rivedermi in gara a livello di Tour per un bel pezzo».

 

Quindi, addio Tiger? «Sicuramente Charlie mi trascinerà come ha fatto un anno fa, il campo per lui è corto, ma non lo è per dove sto giocando io. Ho provato a tirare dalle seconde nove con Justin (Thomas) e faccio la metà della sua distanza». Chissà come commenterebbe papà Earl, l'ex Berretto verde che l'ha allevato in modo più duro di Mike Agassi con Andre. E chissà a cosa pensa lui, Big Cat, quando osserva i video con Charlie, Little Cat: sono così simili quando si muovono sul green e colpiscono la pallina.

tiger woods incidente 88 tiger woods incidente 88 tiger woods macchina tiger woods macchina tiger woods incidente tiger woods incidente tiger woods 7 tiger woods 7 charlie tiger woods charlie tiger woods charlie tiger woods 3 charlie tiger woods 3 tiger woods 14 tiger woods 14 charlie tiger woods 7 charlie tiger woods 7 CHARLIE TIGER WOODS 19 CHARLIE TIGER WOODS 19 tiger woods 16 tiger woods 16 tiger woods tiger woods tiger woods incidente 66 tiger woods incidente 66 tiger woods incidente 77 tiger woods incidente 77 tiger woods tiger woods tiger woods tiger woods tiger woods incidente tiger woods incidente

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“SE LETTA VA ALLA SEGRETERIA GENERALE DELLA NATO TEMPO SEI MESI I RUSSI ARRIVANO IN PORTOGALLO” – RENZI, CHE TALENTO SPRECATO: POTEVA FARE IL COMICO, CE LO DOBBIAMO SORBIRE IN POLITICA! MATTEUCCIO SPERNACCHIA ENRICHETTO: “NON HO NESSUN PROBLEMA PERSONALE CON LUI. HA DETTO ‘NON VOGLIO RENZI PERCHÉ MI STA ANTIPATICO. BERLUSCONI INECE HA DETTO 'DEVI VENIRE CON NOI'’” – POI APRE A UN EVENTUALE APPOGGIO A UN GOVERNO DI CENTRODESTRA: “SE CI SARÀ UN PROBLEMA CERCHEREMO DI DARE UNA MANO COME ABBIAMO FATTO CON DRAGHI” – IL DAGO-SCENARIO: COME, INSIEME A UN GRUPPO DI FORZISTI, VUOLE IMPEDIRE A GIORGIA MELONI DI ANDARE A PALAZZO CHIGI…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute