PUPO NEL PALLONE: “LA FIORENTINA NON MERITAVA DI PERDERE, MA LA DIFFERENZA LA FA IL CULO. L'INTER HA AVUTO DUE COSE IN PIÙ DELLA VIOLA: LAUTARO E LA FORTUNA. SE IL 7 GIUGNO VINCEREMO LA CONFERENCE, SARÀ STATA UNA STAGIONE STRAORDINARIA. IN CASO CONTRARIO, NON POTREMO COMUNQUE LAMENTARCI" - LA BORDATA SULL'INNO DI MAMELI "STRAZIATO DA GAIA GOZZI E IGNORATO DAL 90% DEI GIOCATORI IN CAMPO" E LA CURIOSITA’ SULL’INNO DELLA VIOLA - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

Estratto dell’articolo di Pupo per leggo.it

pupo pupo

 

Con l'Inno di Mameli straziato da Gaia Gozzi ed ignorato dal 90% dei giocatori in campo, la serata è partita malissimo. Il calcio italiano sarà anche in salute, ma certamente non per merito dei calciatori italiani o dei proprietari dei Club che, dell'Italia, sanno poco o niente, tranne che, purtroppo per noi, è oramai un Paese in vendita.

(...)

 

Ma veniamo alla partita. La Fiorentina non meritava assolutamente di perdere. I nostri ragazzi si sono impegnati fino alla fine senza risparmiarsi ma si sa, questo, nel calcio come nella vita, non basta. La differenza la fa sempre l'imponderabile, la fortuna, il culo.

 

L'Inter ha avuto due cose in più della Fiorentina: il culo e Lautaro. E adesso, tutti i nostri sogni si concentrano su Praga. Se il 7 giugno alzeremo al cielo la Coppa della Conference, sarà stata una stagione straordinaria. In caso contrario, non potremo comunque lamentarci.

fiorentina inter fiorentina inter

 

Ho aperto parlando dell' Inno e voglio chiudere con una curiosità su un altro Inno, quello della Fiorentina, intitolato "Canzone Viola". La prima versione, incisa da Narciso Parigi nel 1959 in uno studio di Milano, fu cantata da un coro composto dai calciatori dell'Inter di allora. Mi riferisco ad Invernizzi, Guarnieri, Tagliavini, Corso ecc..ecc.. Sarebbe stato bellissimo e anche originale se ieri sera, alla fine della partita, tutti i calciatori dell'Inter avessero intonato, come fecero i loro predecessori, l'Inno della Fiorentina. Rendere onore ai perdenti quando questi hanno combattuto con dignità ed onore è, a mio avviso, un gesto meraviglioso ed educativo.

fiorentina inter lautaro fiorentina inter lautaro fiorentina inter lautaro fiorentina inter lautaro

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE