MCBORING! - MENTRE ALLA REGGIA DI S-VENARIA LA GENTE SI ACCALCA PER VEDERE L'ENNESIMA MOSTRA DEL FOTOGRAFO STEVE MCCURRY, IL PORNOGRAFO DEL REPORTAGE, IL MAESTRO DEL NATIONAL PLAYBOYGRAPHIC, IL ''NEW YORK TIMES'' DEFINISCE LE FOTO "ASTONISHINGLY BORING", SORPRENDENTEMENTE NOIOSE

Francesco Bonami: Così la cultura in Italia si appallottola e si restringe, si contrae e si estingue. Per paura di essere impopolari i pigri politici seminano ignoranza diffondendo immagini per polli al McCurry. Gli occhi disperati della bambina Afgana presto saranno quelli dei nostri bambini completamente rimbecilliti...

Condividi questo articolo

Francesco Bonami per Dagospia

Francesco Bonami Francesco Bonami

 

Mentre alla Reggia di s-Venaria la gente paga e si accalca per vedere l'ennesima mostra del fotografo Steve McCurry, il Bocelli della fotografia, il pornografo del reportage, il maestro del National Playboygraphic, il Magazine del New York Times definisce, senza timore di scontentare le masse, le foto dello stesso McCurry "astonishingly boring" , sorprendentemente noiose.

 

mccurry alla venaria di torino to 22 mccurry alla venaria di torino to 22

Anche se il NYT ammette che le immagini di McBoring sono popolari. Ma il fatto che siano popolari non sono per il NYT una scusa o un attenuante alla loro devastante sdolcinata bellissima noia. La condanna per il fotografo americano del prestigioso quotidiano è senza appello. Da noi invece per un McCurry e il suo seguito di fedeli gli assessori alla cultura di una citta o di una regione sono disposti a vendere la loro mamma.

mccurry alla venaria di torino n mccurry alla venaria di torino n

 

mccurry alla venaria di torino vietnam 2013 web 1000x600 mccurry alla venaria di torino vietnam 2013 web 1000x600

Ben venga la noia se con lei si staccano migliaia di biglietti e si spaccano migliaia di maroni. Senza capire che la noia è la peggior nemica della cultura e il peggior virus per diffondere l'ignoranza. Cosi dopo McCurry arriveranno o meglio ritorneranno, in un loop senza speranza come nel film "Il giorno delle marmotte", mille mostre di Van Gogh, Frida Kahlo, Gauguin, Impressionisti, posteracci di Toulouse Lautrec, litografie del menga di Warhol, poi ancora McCurry e infine, colpo di grazia, Salgado ora pure beatificato da mastro Wim Swenders.

mccurry alla venaria di torino mccurry alla venaria di torino mccurry alla venaria di torino 6 mccurry alla venaria di torino 6

 

mccurry .57 mccurry .57 mccurry alla venaria di torino 4483 mccurry alla venaria di torino 4483

Il tutto accompagnato dalla colonna sonora di, appunto, Bocelli. Cosi la cultura in Italia si appallottola e si restringe, si contrae e si estingue. Per paura di essere impopolari i pigri politici seminano ignoranza diffondendo immagini per polli al McCurry. Gli occhi disperati della bambina Afgana presto saranno quelli dei nostri bambini completamente rimbecilliti dopo essere stati obbligati per la centesima volta, da genitori sopravvissuti dei fotoclub, a guardare il pittoresco indiano al quale in cuor loro vorrebbero tanto spaccare, come pure a McCurry, il deretano.

mccurry alla venaria di torino vietnam 2013 web 1000x600 mccurry alla venaria di torino vietnam 2013 web 1000x600 mccurry cuba mccurry cuba mccurry cuba 5 mccurry cuba 5 il mondo di steve mccurry alla alla reggia di venaria il mondo di steve mccurry alla alla reggia di venaria

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

L'ITALIA SPROFONDA E IL BANANA FA I QUATTRINI - OGGI SILVIO BERLUSCONI, CON UNA RICCHEZZA SALITA A QUASI 6 MILIARDI, HA ANCORA PIÙ SOLDI RISPETTO ALL’ULTIMA CLASSIFICA STILATA PRIMA DELLA PANDEMIA DA "FORBES", CHE LO HA DESCRITTO COME “COLUI CHE HA PORTATO IN ITALIA IL TELEFILM STATUNITENSE BAYWATCH” - IL TITOLO DI MEDIASET CHE VOLA IN BORSA NONOSTANTE LA GUERRA CON VIVENDI, GLI AFFARI CON MONDADORI E BANCA MEDIOLANUM: ALTRO CHE QUIRINALE, IL CAIMANO SI GODE IL PORTAFOGLI...

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute