INSALATA IMBUSTATA? CHE CAGATA! - L’UNIVERSITÀ DI TORINO HA PUBBLICATO I RISULTATI DI UNO STUDIO CONDOTTO SU UN CAMPIONE DI 100 INSALATE IN BUSTA E I RISULTATI NON SONO CONFORTANTI – LA MODALITÀ DI LAVAGGIO CON SOLO L’ACQUA NON CONSENTE L’ELIMINAZIONE DI AGENTI PATOGENI CHE POTREBBERO PORTARE  MALATTIE ANCHE MOLTO GRAVI E DAI DATI EMERGE UN’ELEVATA QUANTITÀ DI MICRORGANISMI E BATTERI – SENZA CONSIDERARE LA CONSERVAZIONE IN…

Condividi questo articolo

Da "it.style.yahoo.com"

 

insalata insalata

Siamo abituati a comprare l’insalata in busta già lavata e pronta per essere condita e gustata. I vantaggi di questo servizio sono indiscussi, a partire dalla possibilità – quando si rientra tardi la sera – di aprire la busta e considerare parte della cena già preparata. Ma siamo sicuri che i prodotti confezionati siano davvero lavati ed igienizzati come dovrebbero essere?

 

Lo studio sull’insalata in busta

L’Università di Torino ha recentemente pubblicato i risultati di uno studio condotto su un campione di 100 insalate in busta: il dati riportati sono particolarmente preoccupati soprattutto a causa dell’elevata quantità di microrganismi e batteri presenti nei prodotti analizzati.

insalata in busta 6 insalata in busta 6

 

Inoltre è stato sottolineato come l’insalata confezionata tenda a deteriorarsi molto più facilmente, arrivando ad una data di scadenza decisamente precoce: infatti, anche se non ci sono conservanti e la freschezza dovrebbe essere garantita dalla busta stessa e dalla temperatura, tuttavia dal confezionamento al consumo possono passare anche diversi giorni.

 

Inoltre, non bisogna sottovalutare l’eventualità in cui l’insalata possa essere conservata in celle frigorifere per lunghi periodi, in un clima notoriamente sfavorevole per gli ortaggi.

 

insalata in busta 4 insalata in busta 4

Lo studio insiste molto sulle modalità di lavaggio delle insalate prima del confezionamento: dopo aver subito due round di “centrifuga” all’interno di specifiche vasche dove l’acqua viene cambiata ciclicamente, la verdura viene portata in apposite sezioni produttive in cui viene tagliata e predisposta all’imbustamento.

 

insalata in busta 5 insalata in busta 5

Purtroppo la sola acqua non è sufficiente a garantire l’igiene e l’eliminazione di agenti patogeni che potrebbero portare delle malattie anche molto gravi.

 

Agenti patogeni nell’insalata in busta

insalata in busta 3 insalata in busta 3

È opportuno precisare – in via preliminare – che non tutti i batteri presenti nelle foglie di insalata sono potenzialmente dannosi per il corpo umano. Tuttavia, uno degli elementi più pericolosi che si trovano all’interno dell’insalata in busta è la Toxoplasmosi. Si tratta di un agente patogeno particolarmente pericoloso per le donne in gravidanza che, come è noto, devono porre particolare attenzione nel consumo di prodotti crudi dal momento che i batteri in essi contenuti potrebbero passare direttamente al feto.

 

insalata in busta 2 insalata in busta 2

I sintomi con cui si presenta il batterio sono quelli simili ad una lieve forma influenzale, con dolori articolari, spossatezza e possibile cefalea; non è da sottovalutare la possibilità di una forma totalmente asintomatica. Per congiurare qualsiasi rischio è quindi fortemente consigliato lavare accuratamente l’insalata nell’apposita centrifuga casalinga, aggiungendo un misurino di Amuchina che igienizzi in profondità la verdura che si desidera consumare.

insalata in busta 1 insalata in busta 1 distributore di insalata distributore di insalata INSALATA INSALATA insalata insalata

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute