“NE HO LE PALLE PIENE, IL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DICA LA VERITÀ AGLI ITALIANI” – ZANGRILLO ATTACK: “SE OGGI IN LOMBARDIA ABBIAMO UN MORTO DICHIARATO PER COVID, NON STA SUCCEDENDO NULLA. PUNTO. POI POSSIAMO COSTRUIRE TUTTE LE FAVOLE CHE VOLETE” – “USCITE, ANDATE AL RISTORANTE, IN VACANZA. METTETE LA MASCHERINA MA CONTINUATE A VIVER PIÙ DI PRIMA. ALTRIMENTI…”

-

Condividi questo articolo

 

 

 

Da www.ilmessaggero.it

 

zangrillo zangrillo

«Dall'inizio cerco di dire quello che osservo e inizio ad averne le palle piene» - sbotta così il professor Alberto Zangrillo mentre discute con David Parenzo in collegamento con Focus In Onda su La7. «È evidente quello che accade: se oggi in Lombardia abbiamo un morto dichiarato per Covid, vuol dire che non sta succedendo nulla. Punto. Poi possiamo costruire tutte le favole che volete», continua il primario di anestesia e terapia intensiva dell'ospedale San Raffaele di Milano.

coronavirus Italia coronavirus Italia

 

«Vi spiego, non faccio parte del Comitato Tecnico Scientifico, ma mi aspetto che il Comitato Tecnico Scientifico dica la verità agli italiani: uscite tranquillamente, riprendete a vivere, andate al ristorante, andate in banca, andate in vacanza. Se entrate in un locale chiuso, mettete la mascherina, ma continuate a vivere più di prima. Altrimenti la società non parte e Conte tra due anni, se c'è ancora, dovrà chiederne 800 di miliardi», conclude Zangrillo.

coronavirus lombardia coronavirus lombardia

 

coronavirus Italia coronavirus Italia

 

Condividi questo articolo

media e tv

SLURP! LILLI-BOTOX IN SOCCORSO DI CONTE: “È  GENTILE, EDUCATO E AFFABILE". POI LE SI ALLUNGA IL NASINO: "NON CHIEDE MAI LE DOMANDE PRIMA" (INFATTI LA DOMANDA SU DRAGHI, CON SGRADEVOLE BATTUTA A SEGUIRE, ERA STRA-PREPARATA) - DA PINOCCHIA A CROCEROSSINA: "LA TOSSE? AVEVA LE CORDE VOCALI IRRITATE, CERTO NON METTEREBBE A RISCHIO LA SALUTE DI ALTRI" - INFINE SI SCIOGLIE COME UN LECCA-LECCA: "L’HO TROVATO MOLTO DETERMINATO, UN PO’ STANCO, MA È NORMALE PER UN UOMO CHE HA MESSO AL CENTRO DELLA SUA VITA IL LAVORO” (SLURP. SLURP!)

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

“SERVE IL LOCKDOWN A MILANO, GENOVA, TORINO E NAPOLI” - WALTER RICCIARDI: “LA SEMPLICE RACCOMANDAZIONE A NON MUOVERSI DI CASA RIDUCE DEL 3% L'INCIDENZA DEI CONTAGI, IL LOCKDOWN DEL 25%. SE A QUESTO ACCOPPIAMO LO SMART WORKING, CHE VALE UN ALTRO 13% E IL 15% DETERMINATO DALLA CHIUSURA DELLE SCUOLE SI ARRIVA A QUEL 60% CHE SERVE PER RAFFREDDARE L'EPIDEMIA - IL RINVIO DI RICOVERI E INTERVENTI STA FACENDO AUMENTARE DEL 10 PER CENTO LA MORTALITÀ PER MALATTIE ONCOLOGICHE E CARDIOVASCOLARI”

salute