DA TROPPI AGI DERIVANO I DISAGI – IL SOCIOLOGO LUCA RICOLFI HA UNA SPIEGAZIONE ALLA FRAGILE SALUTE MENTALE DEI RAGAZZI DI OGGI: “LA CIFRA DEL CINQUANTENNIO FELICE 1969-2019 È STATA LA RIMOZIONE DI OGNI POSSIBILE OSTACOLO E LA PIENA AFFERMAZIONE DELLA CULTURA DEI DIRITTI, OVVERO DELL'ATTITUDINE A PRETENDERE PIUTTOSTO CHE A CONQUISTARE. QUESTO HA RESO I GIOVANI NON SOLO PIÙ FRAGILI E IMPREPARATI, MA ANCHE PIÙ INSICURI, PIÙ SUSCETTIBILI E IN DEFINITIVA MENO CAPACI DI PERSEGUIRE LA FELICITÀ ESISTENZIALE…”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Luca Ricolfi per “il Messaggero”

 

depressione adolescenti 2 depressione adolescenti 2

[…] Nel breve lasso di tempo che va dall'ultimo anno pre Covid (2019) agli anni più recenti per cui si dispone di statistiche (2022 e 2023) si sono improvvisamente impennati (tra i giovani, ndr) sia comportamenti autolesionistici o di ritiro sociale, come disturbi alimentari, suicidi, tentati suicidi, richieste di aiuto, auto-isolamento, sia i comportamenti aggressivi come omicidi, rapine, risse, minacce, lesioni dolose, violenza sessuale e, a scuola, bullismo e attacchi agli insegnanti.

 

Luca Ricolfi Luca Ricolfi

È curioso. Quando l'evoluzione sociale, come una cornucopia, regalava alla condizione giovanile ogni sorta di agio, i convegni dei sociologi leggevano tutto nel registro del «disagio giovanile», ora che quel disagio c'è davvero, i sociologi latitano, quasi avessero passato la palla a psichiatri, psicologi e pedagogisti.

 

Resta però una domanda, anzi forse la domanda: c’è un nesso fra il disagio di oggi e gli agi dei 50 anni precedenti? Si, io penso che ci sia. La cifra del cinquantennio felice 1969-2019 è stata la rimozione sistematica e progressiva di ogni possibile ostacolo, nella famiglia, nella scuola e nella società, e la piena affermazione della cultura dei diritti, ovvero dell'attitudine a pretendere piuttosto che a conquistare.

 

disagio giovani disagio giovani

Questo ha reso i giovani non solo più fragili e impreparati ad affrontare difficoltà, sconfitte, sfide difficili, ma anche più insicuri, più suscettibili, più in competizione reciproca (anche grazie ai social), e in definitiva meno capaci di perseguire la felicità esistenziale. […]

depressione e cena depressione e cena lavoro e depressione 7 lavoro e depressione 7 lavoro e depressione 3 lavoro e depressione 3 pandemia depressione pandemia depressione depressione adolescenti 1 depressione adolescenti 1 DEPRESSIONE dopo il rientro dalle vacanze DEPRESSIONE dopo il rientro dalle vacanze

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI  GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO