UN CAFFÈ DI MERDA - L’ULTIMO BUSINESS INVENTATO DA UN CANADESE È UN CAFFÈ PRODOTTO CON LA CACCA DEGLI ELEFANTI - COSTA 1100 $ AL KG, CIRCA 50 $ A TAZZA - L’IMPRENDITORE DÀ DA MANGIARE PIANTE DI CAFFÈ AL SUO BRANCO DI ELEFANTI, CHE CON LA DIGESTIONE ROMPONO LA PROTEINA CHE NE DETERMINA L’AMAREZZA, RESTITUENDO UN CAFFÈ CON UN GUSTO MOLTO MORBIDO - PARE CHE IL “CACCHÈ” SIA IL PIÙ BUONO AL MONDO…

Condividi questo articolo


Chiara Amendola per "You-ng.it"

CAFF DA CACCA DI ELEFANTECAFF DA CACCA DI ELEFANTE

Il caffè più buono del mondo? Prodotto con la cacca degli elefanti.
Si tratta di una speciale miscela realizzata in Thailandia che costa 1100 dollari al kg, circa 50 dollari a tazza.

Ad avere questa ‘brillante' idea un imprenditore canadese che ha messo su un redditizio business, ha comprato un branco di elefanti ai quali fa mangiare regolarmente, tra le altre cose, piante di caffè con dei chicchi maturi.

I chicchi una volta ingeriti vengono tostati dall'animale stesso durante il processo di digestione e restituiti poi attraverso le feci. Una volta espulsi i chicchi devono essere raccolti e separati dagli escrementi, il personale specializzato si occupa della ‘pulitura' rendendoli ‘pronti' per la macinazione.

"Quando un elefante mangia caffè, la sua acidità di stomaco rompe la proteina che si trova nel caffè, che è un fattore chiave per determinarne l'amarezza", ha dichiarato Blake Dinkin, ideatore del progetto che ha speso 300.000 dollari per sviluppare il suo prodotto. "Si ottiene così una tazza di caffè dal gusto molto morbido, senza l'amarezza del caffè normale."

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

BERGOGLIO? UNO DI NOI: TE LO DO IO IL POLITICAMENTE CORRETTO! "NELLA CHIESA C'È TROPPA ARIA DI FROCIAGGINE" E QUINDI I VESCOVI DEVONO SEMPRE, LETTERALMENTE, "METTERE FUORI DAI SEMINARI TUTTE LE CHECCHE, ANCHE QUELLE SOLO SEMI ORIENTATE". PAPALE PAPALE! - LO RIFERISCONO, TRA IL BASITO E L’ALLEGRO, PARECCHI VESCOVI ITALIANI CHE QUESTA SETTIMANA SONO INTERVENUTI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CEI, DOVE PAPA FRANCESCO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE, MA A PORTE CHIUSE, LA SUA NOTA CONTRARIETÀ AD AMMETTERE AL SACERDOZIO CANDIDATI CON TENDENZE OMOSESSUALI - BERGOGLIO DEL RESTO NON È NUOVO A UN LINGUAGGIO SBOCCATO. DURANTE LA RECENTE VISITA A VERONA, HA RACCONTATO UNA STORIELLA… - VIDEO

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)