ELON MUSK E ALCUNI DEI SUOI DIRIGENTI ALLA TESLA SI IMBOTTIVANO DI DROGHE (LSD ECSTASY E COCAINA IN PARTICOLARE) SPENDENDO MILIONI DI DOLLARI IN VIAGGI E FESTINI PRIVATI - LO RIVELA UNA NUOVA PUNTATA DI UN'INCHIESTA DEL “WALL STREET JOURNAL” CHE METTE IN LUCE UN CLIMA DI “SUDDITANZA” ATTORNO AL TYCOON DA PARTE DEI MANAGER TERRORIZZATI DI PERDERE I LORO COMPENSI MILIARDARI - LE SERATE IN STILE “WOLF OF WALL STREET” HANNO PORTATO IL CDA DI TESLA, NEL 2018, A RICONOSCERE A MUSK UN PIANO DI REMUNERAZIONE DA 56 MILIARDI DI DOLLARI (DECISIONE ORA ANNULLATA DAL GIUDICE)

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo da www.lastampa.it

 

INCHIESTA DEL WALL STREET JOURNAL SU ELON MUSK E LE DROGHE INCHIESTA DEL WALL STREET JOURNAL SU ELON MUSK E LE DROGHE

Elon Musk e alcuni dei suoi dirigenti alla Tesla erano soliti fare un uso spropositato di droghe, Lsd ecstasy e cocaina in particolare, spendendo milioni di dollari in viaggi e festini privati. Lo rivela una nuova puntata di un'inchiesta del Wall Street Journal che questa volta mette in luce un clima di «sudditanza» attorno all'uomo più ricco del mondo da parte dei manager terrorizzati di perdere i loro compensi miliardari.

 

elon musk ad atreju 1 elon musk ad atreju 1

Tutto nasce da un caso del 2017 che ha visto coinvolto uno dei più importanti manager dell'azienda, il venture capitalist Steve Jurvetson, dimessosi dopo uno scandalo di sesso e droga. Secondo il prestigioso quotidiano finanziario Jurvetson aveva un compagno di bagordi, Musk, che lo ha protetto facendogli prima prendere un «congedo»dal cda e poi, piazzandolo alla direzione di SpaceX. Non solo, il Wall Street Journal indica come siano «molti» i dirigenti e capi delle società del miliardario che hanno profondi legami personali e finanziari e hanno tratto enormi profitti da quel rapporto.

 

elon musk elon musk

A dimostrazione di ciò viene citata la recente sentenza di un tribunale del Delaware che ha annullato un piano di remunerazione concesso dal cda nel 2018 al ceo Musk, per un valore stimato ora in 56 miliardi di dollari. Il giudice ha dato ragione ad alcuni azionisti, che avevano fatto causa sostenendo che la decisione di concedere quel pacchetto astronomico di stock option al miliardario mancava di trasparenza e di motivazione e che lo stesso Musk avrebbe dettato i termini del suo compenso a un cda «di parte».

 

Elon musk al summit di londra sull intelligenza artificiale Elon musk al summit di londra sull intelligenza artificiale

Tesla paga i suoi amministratori principalmente in stock option e l'attuale consiglio di amministrazione, escluso Musk, ha guadagnato complessivamente più di 650 milioni di dollari dalla vendita di azioni. Alcuni dirigenti hanno accettato di restituire una parte di tale compenso a Tesla per risolvere una causa tra gli azionisti negando qualsiasi illecito ma l'accordo deve essere ancora approvato da un giudice.

 

Ora secondo le fonti del Wsj, molti attuali ed ex direttori di Tesla e SpaceX sono a conoscenza dell'uso di droghe da parte di Musk ma non hanno intrapreso alcuna azione pubblica. E alcuni di loro hanno partecipato ai festini ma per timore di perdere i miliardi di compensi non tradirebbero mai il loro boss. Negli ultimi anni l'imprenditore ha partecipato ad una serie di party con Joe Gebbia, co-fondatore di Airbnb e membro del cda di Tesla, durante i quali ha assunto ketamina attraverso una boccetta di spray nasale. Altri manager hanno preso parte alle feste all'El Ganzo, un boutique hotel a San José del Cabo, in Messico, noto per la sua scena artistica e musicale nonché per eventi a base di droghe. […]

la biografia Elon Musk di Walter Isaacson la biografia Elon Musk di Walter Isaacson

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO