FIGLI DI TROLLEY – QUELLI DI RYANAIR FACEVANO I FURBI ANCHE SULLE NORME ANTI-COVID! – PERCHÉ ENAC HA MINACCIATO LA COMPAGNIA LOW COST? SEMPLICE: NON STA RISPETTANDO L’OBBLIGO DI DISTANZIAMENTO E LE CONDIZIONI PER POTER VOLARE PIENI. LA DEROGA È POSSIBILE SOLO AD ALCUNE CONDIZIONI (MASCHERINA PER TUTTI, FILTRI SPECIFICI, POSIZIONE DEI SEDILI), MA GLI IRLANDESI SE NE FREGANO, FORTI DEL LORO DOMINIO SUL TRASPORTO IN ITALIA…

-

Condividi questo articolo

 

 

 

 

boeing ryanair boeing ryanair

1 – L’ENAC RANDELLA RYANAIR CHE RISCHIA DI NON VOLARE PIÙ IN ITALIA SE CONTINUA A VIOLARE LE DISPOSIZIONI ANTI-COVID

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/si-cambia-tutti-giu-terra-ndash-rsquo-enac-randella-243940.htm

 

2 – «RYANAIR VIOLA LE NORME ANTI COVID» L'ENAC AVVERTE LA LOW COST: RIMEDI O STOP

B.L. per “il Messaggero”

 

eddie wilson michael o'leary ryanair eddie wilson michael o'leary ryanair

Rispetto delle regole anti-Covid o gli aerei saranno messi a terra: l'Enac, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, ha richiamato Ryanair a seguire le regole fissate per evitare la diffusione del coronavirus previste dal governo, minacciando, nel caso in cui non dovesse porre alcun rimedio, da far scattare la sospensione dei voli nazionali con l'obbligo di rimborso per tutti i passeggeri.

 

bagagli a mano ryanair 2 bagagli a mano ryanair 2

«Una violazione gravissima. È intollerabile ed inaudito che sia messa in pericolo la salute dei passeggeri, non rispettando i protocolli anti-Covid. Bene, quindi, se la diffida dell'Enac non produrrà effetti immediati, che sia subito sospesa l'attività di trasporto, con riprotezione dei passeggeri su voli di altre compagnie», plaude Massimiliano Dona, presidente dell'Unione nazionale consumatori.

MASSIMILIANO DONA MASSIMILIANO DONA

 

Secondo l'Enac, Ryanair non starebbe rispettando l'obbligo di distanziamento tra i passeggeri dei voli e nemmeno le condizioni per poter volare pieni, come stabilito dal Dpcm dell'11 giugno.

 

Le compagnie infatti possono derogare al distanziamento solo se vengono rispettate alcune disposizioni come l'uso della mascherina per ciascun passeggero, l'obbligo della posizione verticale dei sedili e l'utilizzo di filtri specifici per l'aria.

michael o'leary michael o'leary

 

Nella stessa lettera, Enac fa presente alla compagnia irlandese che le regole anti Covid-19 devono essere rispettate anche dagli operatori a bordo, visto che si tratta di disposizioni sanitarie e non aereonautiche.

 

L'ASSOCIAZIONE

Solo il giorno prima l'Aicalf, Associazione italiana Low Fares Airlines di cui Ryanair è membro, in un comunicato si era detta preoccupata di una possibile reintroduzione delle regole sul distanziamento dei passeggeri.

 

Secondo l'Associazione le linee guida già in vigore «hanno dimostrato di garantire il massimo della sicurezza». Il rischio, prosegue il comunicato, è quello di mettere a «repentaglio la già precaria stagione turistica in Italia», «con migliaia di possibili voli annullati e uno stop importante alla connettività territoriale che essi garantivano con le isole».

priority ryanair priority ryanair

 

PRIMO POSTO

Il richiamo arriva alla compagnia che risulta al primo posto per il trasporto in Italia. L'ultimo rapporto annuale dell'Enac indica Ryanair in testa con 40,52 milioni di passeggeri trasportati, seguita da Alitalia con 21,7 milioni e Easyjet con 11,8. Rayanir sul podio anche per quanto riguarda il traffico nazionale (solo partenze), dove si posiziona dietro ad Alitalia e davanti a Easyjet.

ryanair 2 ryanair 2 ryanair 4 ryanair 4 ryanair 3 ryanair 3 volo ryanair da incubo 9 volo ryanair da incubo 9

 

 

Condividi questo articolo

business

IL VACCINO ALLA VACCINARA – IL DUPLEX ITALO-SVIZZERO SPALLANZANI-REITHERA È CONVINTISSIMO CHE L’ANTI-COVID POSSA CREARSI CON COMUNICATI STAMPA E BALLE ASSORTITE – SONO INDIETRO NELLA PRODUZIONE? CERTO: LE ALTRE 8 MULTINAZIONALI (PFIZER, ASTROZENECA, MODERNA, ETC) NON SONO PRUDENTI COME NOI (SIC!) – POI ARRIVA IL CENTRO CLINICO DI VERONA, CHE HA PRESO IN CARICO LA SPERIMENTAZIONE SPALLANZANI-REITHERA, E PRECISA: “IL VACCINO SARÀ PRONTO PER NATALE 2021” - (NON AVETE LETTO MALE: NATALE 2021!)

BINARI ROVENTI - TRA IL 2011 E IL 2019, FERROVIE DELLO STATO HA PAGATO OLTRE 550 MILIONI DI PREMI ASSICURATIVI. DI QUESTI, 492,5 MILIONI (L'89,5%) SONO ANDATI ALLE GENERALI. COME MAI TUTTI PUNTANO IL DITO MEDIO SULL’ULTIMO ARRIVATO (2018) BATTISTI? MA L’ANOMALA FS-GENERALI, SECONDO LA PROCURA DI ROMA, INIZIA NEL 2011 E ALLORA C’ERA MORETTI, DAL 2014 È LA VOLTA DI MICHELE ELIA, DAL 2015 FINO AL 2018 MAZZONCINI. FORSE PERCHÉ FRA QUALCHE MESE SCADE IL MANDATO DI BATTISTI? AH, SAPERLO...