FUORI I DANE’ (FINALMENTE) - ACCORDO STORICO AL G7: I  MINISTRI DELLE FINANZE HANNO RAGGIUNTO UN ACCORDO SU UNA ALIQUOTA GLOBALE MINIMA DEL 15% PER LA TASSAZIONE DELLE GRANDI IMPRESE, APPLICATA PAESE PER PAESE - “I GRANDI GRUPPI GLOBALI, CON MARGINI DI PROFITTO DI ALMENO IL 10%, VEDRANNO IL 20% DI TUTTI GLI UTILI AL DI SOPRA DI TALE SOGLIA RIALLOCATO E TASSATO NEI PAESI DOVE EFFETTUANO VENDITE”

-

Condividi questo articolo


tasse ai milionari tasse ai milionari

Da www.ilmessaggero.it

 

Accordo definito storico al G7 sulla tassazione delle imprese. I  ministri delle Finanze del G7 hanno raggiunto un accordo «sul principio di una aliquota globale minima del 15% per la tassazione delle grandi imprese, applicata Paese per Paese». Lo scrive su Twitter il Tesoro britannico, parlando di «una stretta sull'elusione fiscale» che farà pagare «la giusta quota» alle multinazionali di Big Tech.

 

tasse in aumento per il 2021 tasse in aumento per il 2021

Secondo il Tesoro, «le maggiori imprese globali, con margini di profitto di almeno il 10%, vedranno il 20% di tutti gli utili al di sopra di tale soglia riallocato e tassato nei Paesi dove effettuano vendite». Per Gentiloni «bene l'intesa a Londra, ora serve un accordo globale». Èu n «impegno senza precedenti che metterà fine alla corsa al ribasso nella tassazione aziendale, assicurando equità per i lavoratori negli Stati Uniti e in tutto il mondo». Lo dichiara in una nota la segretaria al Tesoro Usa Janet Yellen.

tasse ai ricchi tasse ai ricchi

 

Condividi questo articolo

business

OH, CHE BEL CASELLO! - CON IL PASSAGGIO DI ASPI DALLA GALASSIA BENETTON A CDP CON I FONDI ESTERI BLACKSTONE E MACQUARIE, CI SARÀ UNA RIVOLUZIONE SIA IN TERMINI INFRASTRUTTURALI, SIA FINANZIARI: SULLE AUTOSTRADE PIOVERANNO INVESTIMENTI PER 26 MILIARDI MENTRE I FONDI ESTERI VOGLIONO RENDERE LA SOCIETA’ PROFITTEVOLE CON UN RITORNO ATTESO IPOTIZZATO DEL 7-8% -  NEL TEMPO CDP POTREBBE GRADUALMENTE RIDIMENSIONARE LA PARTECIPAZIONE DEL 51% IN FAVORE DI CASSE DI PREVIDENZA E ASSICURAZIONI ITALIANE…

QUELLA TESTIMONIANZA NON S’HA DA FARE! – CASO SANTANDER-ORCEL: IL TRIBUNALE DI MADRID BLOCCA DI NUOVO TUTTO E RINVIA L'UDIENZA IN CUI GLI EX VERTICI DI UBS AXEL WEBER E MAX  SHELTON AVREBBERO DOVUTO CONFERMARE CHE SAREBBE TOCCATO ALLA BANCA GUIDATA DA ANA BOTIN PAGARE I BONUS DIFFERITI DEL NEO-BOSS DI UNICREDIT - POTERE DEL SANTANDER, CHE IN SPAGNA CONTA PIÙ DEL GOVERNO. MA PRIMA O POI WEBER E SHELTON DOVRANNO SEDERSI DAVANTI A UN GIUDICE E CONFERMARE CHE AVEVANO AVVISATO LA BOTIN. E ALLORA LA BANCA SPAGNOLA VIVRÀ LA PRIMA SCONFITTA IN TRIBUNALE DELLA SUA STORIA…