UNA GRANDE PRESA PER IL RUBLO – CHE STA SUCCEDENDO ALLA MONETA RUSSA? DOPO MESI IN CUI HA RETTO LA BOTTA DELLE SANZIONI, HA INIZIATO A SCENDERE INESORABILMENTE E VENERDÌ HA CHIUSO AI MINIMI DA UN ANNO SUL DOLLARO – PER PUTIN, LA FORZA DELLA SUA VALUTA ERA LA PROVA DELLA RESISTENZA ALL’ISOLAMENTO. COSA FARÀ ADESSO? SPERA IN UN RIALZO DEL PREZZO DEL PETROLIO (GRAZIE AL TAGLIO DELLA PRODUZIONE DECISO DALL’OPEC)

-

Condividi questo articolo


 

 

Estratto da www.corriere.it

 

putin rubli 7 putin rubli 7

Rublo mai così debole da un anno a questa parte. Venerdì 7 aprile è scivolato ai minimi da un anno su dollaro ed euro a causa dei ridotti afflussi di valuta estera e della ripresa della domanda in Russia, toccando il cambio di 82,4 rubli per dollaro e di 90 per euro.

 

Valori ancora distanti dalla breve ma dura svalutazione della moneta russa nella settimana successiva all’inizio dell’invasione dell’Ucraina (in quei giorni un euro valeva quasi 145 rubli). Ma di lì a poco la moneta di Mosca si riprese, per poi svalutarsi nuovamente e a ritmo costante, in particolare da quando l’Occidente ha imposto un tetto al prezzo del petrolio russo alla fine dello scorso anno.

 

putin rubli 4 putin rubli 4

Per un anno la Russia ha sostenuto di aver resistito alle sanzioni occidentali adottate in risposta all’assalto all’Ucraina, adducendo in particolare come prova la resistenza del rublo che, dopo il primo crollo sulla scia dell’offensiva, ha guadagnato nuovamente terreno durante l’estate e l’autunno, rafforzato in particolare dall’impennata dei prezzi di gas e petrolio.

 

Ma dopo un anno di sanzioni e con l’Europa che si è in gran parte svincolata dal gas russo e ha imposto un price cap sul prezzo del petrolio, le prospettive per l’economia russa sono più cupe, tanto che […] il rublo è attualmente il terzo peggior performer tra le valute globali, dietro solo alla sterlina egiziana e al peso argentino.

 

putin rubli 2 putin rubli 2

Ecco perché le autorità russe stanno cercando di controllare le situazione sottolineando evitare il panico e affermano che il tasso si stabilizzerà presto a causa dell’aumento dei prezzi del petrolio.

 

PUTIN PETROLIO PUTIN PETROLIO

L’obiettivo è evitare il panico, dopo le code che si sono già verificate all’esterno di alcuni istituti di credito per acquistare dollari ed euro (qui il video pubblicato da «Nexta»). In realtà, secondo gli operatori, il rublo è stata messo sotto pressione non solo dal calo dei prezzi del petrolio che ha ridotto i ricavi delle esportazioni ma anche dalla vendita di aziende occidentali a investitori nazionali, che ha alimentato la domanda di dollari. In particolare, uno dei principali fattori della caduta del rublo viene considerato il trasferimento di 1,21 miliardi di dollari alla Shell per la sua partecipazione nel progetto di gas dell’Estremo Oriente Sakhalin-2.

PUTIN E I RUBLINETTI - BY EMILIANO CARLI PUTIN E I RUBLINETTI - BY EMILIANO CARLI putin rubli 3 putin rubli 3

 

putin rubli 1 putin rubli 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO