LETTERA A DAGOSPIA DI MASSIMO COMITO, DIRIGENTE DI TELECOM ITALIA SPARKLE, ASSOLTO INSIEME A SCAGLIA DOPO ANNI DI CALVARIO

“Un tribunale libero mi ha restituito l’onestà davanti alla legge ma rimane una certa stampa, che a titoli cubitali mi aveva già abbondantemente condannato, che a stento cita il mio nome anche nelle già scarne notizie che riguardano l'assoluzione di questi 7 imputati delle cosiddette ‘telefoniche’”…

Condividi questo articolo

Gentile Dr. D'agostino,
mi chiamo Massimo Comito e sono uno dei dirigenti di Telecom Italia Sparkle (TIS) che ieri dopo 3 anni di dibattimento, 5 mesi di custodia intramuraria , 7 domiciliare, il licenziamento dall'azienda in cui lavorava da 20 anni, è stato assolto per non aver commesso il fatto (associazione a delinquere) e perché il fatto non costituisce reato (reati fiscali) insieme all'ing. Scaglia e altri 5 dirigenti di Fastweb e TIS.

silvio scagliasilvio scaglia

Come si può rendere conto la mia vita ha subito un "certo cambiamento" e anche la mia "immagine esterna", non il mio onore e la mia dignità mai scalfiti, in questi anni è stata, per così dire e per usare un eufemismo, offuscata.

Tutto questo certamente non a causa della stampa (l'origine del mio calvario è certamente la procura e il giudice per le indagini preliminari su cui non mi esprimo) , ma certamente la stampa è stata un mezzo ben utilizzato da un certo sistema che fa dell'evidenza mediatica il riferimento della propria vita e professione.

Il fondatore di Fastweb Silvio ScagliaIl fondatore di Fastweb Silvio Scaglia

Oggi un tribunale libero, onesto, attento ai "fatti" processuali e coraggioso, attributo quest'ultimo che mi dispiace citare in fatti che riguardano un giudizio penale che dovrebbe essere oggettivo e scevro sempre da qualsiasi condizionamento ambientale e di contiguità professionale, mi ha restituito l'onestà di fronte alla legge e riconciliato con la magistratura giudicante, ma rimane che certa stampa, che a titoli cubitali mi aveva già abbondantemente condannato, a stento cita il mio nome anche nelle già scarne notizie che riguardano l'assoluzione di questi 7 imputati delle cosiddette "telefoniche".

logo Fastweblogo Fastweb

E le assicuro non sarà facile né di breve termine "mettere una pezza" su tutte le assurdità pubblicate su di me e i miei co-imputati telefonici per settimane dopo il mio arresto e che compaiono come nella memoria di un elefante digitando il mio nome su google.
Scusandomi in anticipo per lo sfogo ne approfitto per porgerle cordiali saluti

Massimo Comito
ex dirigente di Telecom Italia Sparkle

 

 

Condividi questo articolo

business

GRILLO FA IL VENTRILOQUO DI CONTE – LA NUOVA USCITA DI BEPPE-MAO SULLA RETE UNICA NON È UNO SFOGO, MA UN MANIFESTO CONCORDATO CON IL GOVERNO. O MEGLIO, CON LA PARTE GUIDATA DA CONTE E PATUANELLI CHE VUOLE UN PASSO INDIETRO DI TIM DALLA GESTIONE DELLA SOCIETÀ DELLA FUTURA RETE UNICA (FRACCARO CHE DICE?) – L’IDEA È COSTRINGERE TELECOM A FAR TRAMONTARE LA VENDITA DELLA QUOTA A KKR. LA NUOVA SOCIETÀ, CON DENTRO OPEN FIBER E FASTWEB, SI FINANZIEREBBE SUL MERCATO E DEVE AVERE COME PRIMO AZIONISTA CDP (GRILLO DIXIT)

VIVENDI E LASCIA VIVERE – LA LETTERA DEL DG DI BOLLORÉ FREDERIC CREPIN AL CDA DI MEDIASET NON POTEVA ESSERE PIÙ CHIARA: SMETTIAMOLA DI LITIGARE E PROVIAMO A METTERE INSIEME LE FORZE PER RIPRENDERE IL PERCORSO DI NETFLIX EUROPEA – LE DIPLOMAZIE SONO AL LAVORO, L’AEREO PRIVATO È PRONTO A DECOLLARE DA PARIGI CON A BORDO BOLLORÉ IN PERSONA, CHE VORREBBE INCONTRARE DIRETTAMENTE SILVIO O PIERSILVIO – ORMAI ANCHE A COLOGNO MONZESE IL PARTITO DELLA PACE HA RAGGIUNTO QUASI L’UNANIMITÀ…