DI MALE INPGI – DAL 1 LUGLIO IL DISGRAZIATO ISTITUTO DI PREVIDENZA DEI GIORNALISTI È ANDATO DEFINITIVAMENTE IN PENSIONE ED È STATO TRASFERITO DENTRO AL CARROZZONE DELL’INPS. COSA CAMBIA? UN SACCO DI COSE, COME HA SPECIFICATO LA FEDERAZIONE NAZIONALE DELLA STAMPA, CHE HA STILATO UN ELENCO DELLE PRINCIPALI NOVITÀ CHE RIGUARDANO PROFESSIONISTI, PUBBLICISTI, PRATICANTI, DIPENDENTI E – OVVIAMENTE – PENSIONATI…

-

Condividi questo articolo


INPGI INPGI

1 - DA INPGI A INPS. TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SUL PASSAGGIO DELLA PREVIDENZA DEI GIORNALISTI

Da www.primaonline.it

 

Fnsi ha preparato e messo online un post con numerosi allegati dove riassume alcune delle ricadute del passaggio, dal 1° luglio 2022, della funzione previdenziale svolta dall’Istituto di previdenza della categoria all’Istituto nazionale della previdenza sociale.

 

fnsi passaggio inpgi1 a inps 5 fnsi passaggio inpgi1 a inps 5

La legge di Bilancio 2022 ha previsto che “con effetto dal 1° luglio 2022, la funzione previdenziale svolta dall’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani Giovanni Amendola (Inpgi) ai sensi dell’articolo 1 della legge 20 dicembre 1951, n. 1564, in regime sostitutivo delle corrispondenti forme di previdenza obbligatoria, è trasferita, limitatamente alla gestione sostitutiva, all’Istituto nazionale della previdenza sociale (Inps) che succede nei relativi rapporti attivi e passivi”.

 

Il passaggio – scrive Fnsi – ha comportato e comporta una serie di importanti novità per i giornalisti professionisti, pubblicisti e i praticanti titolari di un rapporto di lavoro subordinato di natura giornalistica e per i colleghi pensionati.

 

 

 

 

 

 

 

INPGI 4 INPGI 4

2 - DA INPGI A INPS, UNA SINTESI DELLE NOVITÀ E LA RACCOLTA DELLE CIRCOLARI

Da www.fnsi.it

 

La legge di Bilancio 2022 ha previsto che "con effetto dal 1° luglio 2022, la funzione previdenziale svolta dall'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani Giovanni Amendola (Inpgi) ai sensi dell'articolo 1 della legge 20 dicembre 1951, n. 1564, in regime sostitutivo delle corrispondenti forme di previdenza obbligatoria, è trasferita, limitatamente alla gestione sostitutiva, all'Istituto nazionale della previdenza sociale (Inps) che succede nei relativi rapporti attivi e passivi".??

 

fnsi passaggio inpgi1 a inps 3 fnsi passaggio inpgi1 a inps 3

Il passaggio ha comportato e comporta una serie di importanti novità per i giornalisti professionisti, pubblicisti e i praticanti titolari di un rapporto di lavoro subordinato di natura giornalistica e per i colleghi pensionati. Novità sintetizzate nel documento allegato in calce. Ulteriori approfondimenti sono stati forniti dall'Inpgi attraverso il blog InpgiNotizie. Sempre allegate in calce, infine, riproponiamo le circolari esplicative pubblicate dall'Inps.?

 

PER APPROFONDIRE

 Trasferimento Inpgi1 in Inps – Faq Fnsi_26lug22

 

 Circolare_Inps_87_del_25lug2022

 

 Circolare_Inps_87_del_25lug2022_Allegato1

 

 Circolare_Inps_82_del_14lug2022

inpgi inpgi

 

 Circolare_Inps_80_del_11lug2022.pdf

INPGI INPGI INPGI INPGI fnsi passaggio inpgi1 a inps 1 fnsi passaggio inpgi1 a inps 1 fnsi passaggio inpgi1 a inps 4 fnsi passaggio inpgi1 a inps 4 INPGI INPGI inpgi inpgi fnsi passaggio inpgi1 a inps 2 fnsi passaggio inpgi1 a inps 2 INPGI 2 INPGI 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…